Utente 195XXX
Buongiorno Dottore,
scrivo per mio padre che come me soffre di fibrillazione atriale,scoperta 1 mese fa(sempre sportivo malgrado abbia 78 anni e sempre in movimento e mai avuto problemi)
15 giorni fa ha subito uno studio elettrofisiologico con tentativo di ablazione andato male, perchè dice il cardiologo che era pericoloso proseguire.
La notte successiva mio padre ha avuto pressione alle stelle e il cuore impazzito poi fortunatamente con le ore e con l'assunzione di rytmonorm ritornato tutto nella norma così è stato dimesso.Da quel giorno ha iniziato ad avere formicolii a mani e gambe,ora non sente più i piedi e fa fatica a camminare perchè senza forza.
Ricoverato nuovamente i dottori non capiscono da cosa possa dipendere tutto ciò e stanno facendo un sacco di esami ma non trovano il nesso e non ci spiegano nulla.Dicono solo che tutto ciò non ha a che fare con lo studio e il tentativo andato male ma noi abbiamo dubbi su tutto ciò!
Secondo Voi cosa può essere successo?non vogliono cambiare nemmeno il farmaco rytmonorm perchè dicono che non centra nulla.

Grazie infinite,appezzerei qualche consiglio.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se i sintomi sono bilaterali e' ovviamente esclusa una causa embolica periferica (rara ma possibile) oppure un ' ematoma attorno ai vasi dell'inguine atraverso i quali sono entrati con i cateteri.
Non posso esserle utile mi spiace

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 195XXX

Grazie dottore,oggi gli hanno tolto il rytmonorm e siamo in attesa di una nuova cura.fatto risonanza lombare ma non ha evidenziato nulla.
La salutò cordialmente