Utente 153XXX
soffro di TPSV dal 1993 e questi attacchi sono iniziati con l'attività calcistica Ma non avevo mai detto nulla a nessuno dal terrore perché erano attacchi sconvolgenti per. un bambino e le. visite di idoneità ovviamente le superavo... quindi ho sopportato per. altri 7 anni nella squadra e poi ho dovuto smettere perché non ne potevo più di avere questi terribili attacchi (+ una valanga di extra Sistoli) causati perlopiù da normali scontri di gioco ed era terribile giocare con l'attacco in corso senza nemmeno fermarmi... ma non sono mai svenuto però avvertivo un fastidio al petto. quindi a 20 anni ho smesso di giocare a calcio (pensavo era una malattia gravissima) e gli attacchi quindi erano molto diminuiti ma non spariti e li avevo anche a riposo. ormai li so gestire con la manovra vagale e non mi spaventano più. ho avuto una diagnosi di TPSV al pronto soccorso ma non hanno saputo determinare se da rientro nodale ecc xke ero molto nervoso durante ecg e. i battiti erano sui 200bpm. la mia. domanda è semplice posso reinserirmi in una squadra amatoriale di livello agonistico ed ottenere l idoneità? nel caso la risposta è no ci sono soluzioni per avere l'idoneità? tipo farmaci.. (l ablazione non la farei mai) grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non penso proprio che lei possa avere la idoneita sportiva agonistica.
a parte questo lei deve sottoporsi ad ablazione non solo per avere una qualita di vite migliore , ma per evitare pericolose complicanze.

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 153XXX

grazie
alcuni furbetti potrebbero superare i test da sforzo se proprio non vogliono rinunciare all'attività sportiva,in quel caso sarebbero loro a. rischiare effettivamente della propria salute