Utente 479XXX
Buongiorno, mi chiamo Luigi ho 39 anni e sono uno sportivo praticante da sempre, sia a livello agonistico che non. Da quando ho 18 anni mi è stato riscontrato un lieve soffio al cuore che non mi ha mai creato problemi di alcun tipo (fino a 28 anni ho giocato a calcio agonistico, ed ho praticato anche ciclismo, palestra, corsa). Dal 2013 pratico running agonistico di buon livello (anche mezze maratone) e mi stavo orientando anche verso il triathlon con allenamenti di bici e nuoto. Premetto che ogni anno effettuo visita agonistica ed ecocuore. Lo scorso anno ho avuto un episodio di pressione alta a fine marzo (160-90) dopo il quale sono entrato in un tunnel da cui non riesco a uscire: scrivo qui perché mi hanno gia visto 4 cardiologi. L'episodio di pressione alta viene indagato con l'holter che non evidenzia problemi, e adire del cardiologo è dipeso da un periodo di stress; premetto che sono soggetto ansioso e ahimè ipocondriaco. Mi sottopongo a prova da sforzo ed ecocuore da 2 cardiologi diversi che evidenziano lieve prolasso mitralico, lievissimo rigurgito aortico e lieve ingrossamento ventricolo sinistro, che i medici attribuiscono all'ingente mole di attività sportiva svolta. Da allora però, quindi da 8-9 mesi, ho iniziato ad allenarmi con frequenza minore e su frequenze cardiache al di sotto dei 145 bpm. A novembre ho svolto visita per idoneità sportiva agonistica presso cardiologo e medico dello sport con concessione della stessa sia per l' atletica che per il calcio. Da qualche settimana mi sono però comparse delle fastidiose extrasistole, soprattutto quando mi emoziono o quando gioco a calcio (numero compreso tra le 2-3 e le 10 al giorno): necessito di ulteriori esami?devo stare a riposo? È solo una questione di ansia? Aiutatemi perché da 9 mesi vivo un incubo...

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Completi gli esami con un Holter delle 24 ore.
Tenga conto che il Triathlon e' il peggiore sport per il cuore piu' sano.
Lei ha gia' una seppur lievissima insufficienza aortica ed una ipertgrofia ventricolare sinisttra (anche se non ha specificato la entita in millimietri rilevati all' eco).

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Si ma si figuri sul triathlon ci ho messo una pietra sopra, vorrei solo fare una vita normale e il minimo di sport per stare bene senza creare nessun ulteriore problema al mio cuore. Cmq provvederò a fare l'holter quanto prima. Grazie.