Utente 479XXX
Salve, mi chiamo Maria e ho 19 anni, da un anno a questo parte soffro di una tachicardia molto accelerata ma solo in particolari momenti della giornata, ad esempio appena sveglia arrivano fino ai 180 battiti, questi episodi durano molto poco e poi scendono da soli.. in quei momenti ho sensi di svenimento, tremori, sensazione strana al braccio e al petto e oltre a tutto ciò un forte dolore alla bocca dello stomaco.. sono andata in molti cardiologi dove mi hanno fatto fare due Holter cardiaci, i battiti sono risultati molto sballati ma con referto di tachicardia sinusale, così mi hanno consigliato una gastroscopia con risultato: incontinenza cardiale.. ho iniziato a curare lo stomaco e i reflussi gastrici ma anche se va un po meglio la mattina appena sveglia i battiti sono sempre alti e anche in altre occasioni.. per lo più la sera quando sono a letto mi arrivano dai 49 ai 60 massimo , ed è capitato avvolte che ci sono stati episodi del tipo che dai 49 battiti per minuti alzano cosi velocemente fino ai 180- 190..
Vorrei chiedervi se può davvero essere lo stomaco a darmi tutti questi problemi o se può essere fattore di cardiologia.. aiutatemi perchè sono molto preoccupata e ho tanta paura
.. buonasera a tutti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
"due Holter cardiaci, i battiti sono risultati molto sballati ma con referto di tachicardia sinusale"

NOn comprendo cosa intenda lei per sballati...e se vuole puo' fare copuia ed incolla dei referti.

Se hanno tuttavia rilevato solo tachicardia sinusale non vedo motivo alcuno di preoccupazione

Cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza