Utente 393XXX
Salve,

sono un ragazzo di quasi 30 anni, 180 cm per 79 kg di peso. Dalla età di 9 anni ho sempre praticato l'attività agonista sportiva prima con calcio e poi all'età di 20 sono passato alla kick boxing e alle arti marziali miste, facendo regolarmente ogni anno la visita agonista.
Da circa due anni soffro di un disturbo di ansia (DOC), curato e ormai tenuto stabile con varie terapie di seduta e farmaci come il citalopram.
Da ormai 3 mesi ho cambiato lavoro, dove in alcuni casi mi tocca fare i controlli gestionali di notte (di solito 4 o 5 volte di seguito al mese) in cui assumo molto caffè o bevande energetiche, in più sto attraversando un periodo ansioso/stress per la recente convivenza con la mia ragazza e la ristrutturazione della casa, dove sorgono sempre problematiche.
Questa Domenica avrei dovuto disputare un torneo di arti marziali miste, ieri ho fatto la visita medica agonista ma per la prima volta mi sono state riscontrate delle extrasistole eseguendo l'elettrocardiogramma sotto sforzo (effettuato proprio durante il periodo del lavoro notturno). La Dottoressa non mi ha rilasciata la visita e mi ha presentato 3 ulteriori esami da fare (holder, elettrocardiogramma massimale ecc).
Ovviamente mi sono preoccupato, sia per la mia salute sia per la paura di non poter più effettuare l'attività sportiva, anche perchè è la prima volta che non supero una visita agonista. Aggiungo che non ho mai sofferto di patologie cardiache e circa un mese prima avevo effettuato una ecografia doppler dove invece mi si era detto che avevo un "super cuore" che pompava molto sangue, posso inoltre dire che per questo torneo mi ero allenato molto, a ritmi molto alti ma il tutto mi ha provocato un notevole sforzo ansioso a causa dei lavori di casa e soprattutto in questa settiana in cui lavoravo di notte limitando le ore del sonno.

So che ora è prematuro fare diagnosi non avendo eseguito ulteriori accertamenti ma mi devo preoccupare sia per la salute che per l'abbandono dell'attività sportiva.

Grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Guardi , non esistono “supercuori”.
Ed il cuore degli sportivi spesso non è cosi sano come viene fatto credere
lei verosimilmente presenta delle banali extrasistoli ma che vanno indagate con gli esami che le hanno prescritto.
Inizi a togliere i caffe e gli energy drinks.
Poi se vuole puo comunicarci risultato degli esami

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza