Aneurisma dell'aorta ascendente in follow-up

Buongiorno , sono uomo di 50 anni peso 80 kg ,altezza 1,74 pressione arteriosa a riposo 120/80 , pratico attività fisica moderata evitando sforzi intensi e improvvisi con monitorando con cardiofrequenzimetro non superando i 130 bpm durante l'attività , da controlli elettrocardiogramma normale e anche sotto sforzo tutto nella norma e nulla da segnalare , avevo eseguito solo una ecografia cardiaca nel lontano marzo del 2000 dove è risultato tutto regolare con riferimenti aorta dimensioni .AP. 3.59 diametro 3.16 apertura cuspidi 1,54 atrio sx aorta 1,14 con valvola tricuspode , tutto il resto nella norma . i problemi sono sorti nel 2016 dove da una ecografia cardiaca la seconda nella mia vita è risultato ectasia moderata dell'aorta ascendente 4,5 cm con radice (anulus) 36 mm ,radice (valsalva) 35mm arco 30 mm ,tutto il resto nella norma , da questa data ho eseguito controlli in fallow.up dell'aorta ascendente indicativamente ogni 12 mesi dove l'ultimo controllo l'aorta ascendente è risultata lievemente diminuita 43 mm al cardiologo gli avevo chiesti se era il caso di fare una tac per verificare meglio tutta l'aorta e lui con toni molto severi ha iniziato a puntualizzarmi che su una valvola tricuspide si opera da 5,5 e se ai controlli l'aorta ascendente non continua a dilatarsi è meglio a non sottoporsi ad una tc assorbendo raggi dannosi se non c'e' ne bisogno confermandomi che nel mio caso la situazione è totalmente sotto controllo ,visto quando riferito dal medico mi ero tranquillizzato ,ma poi all'ultima visita cardiologica in ospedale un medico nuovo mai visto prima mi ha non poco allertato mettendomi in una condizione mentale di ansia e stress soffermandosi sulla pericolosità dell'aneurisma all'aorta ascendente che avevo in atto sconsigliandomi di fare qualsiasi tipo di attività fisica e di fare una tac per lo studio di tutta la aorta per verificare se il mio problema è solo sulla parte ascendente o anche in altri punti sulla parte discendente e addominale ,essendo una persona molto emotiva e suscettibile spaventato dal nuovo quadro di avere un aneurisma con possibile scoppio dell'aorta sono caduto in uno stato depressivo e confusionale sul da farsi e come devo comportarmi , ma dico possibile che tra un medico ed un'altro si vada da un estremo ad un'altro mettendo in confusione totale il paziente??
nel frattempo a giugno eseguo nuovamente follow -up eco cardio aorta ascendente e visto quello detto dal secondo cardiologo allertandomi non poco eseguo una ecografia grossi vasi addominali per vedere il tratto di aorta addominale in quale stato sia ....
pero viste le discordanze dei due medici chiedo un consiglio come effettivamente devo comportarmi e convivere con questo quadro clinico per poter continuare la mia vita in serenità ....
tante grazie
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 105.3k 3.5k 3
I valori di diametro della sua aorta non necessitano di indagini TC al momento, ma solo controlli ecografici seriati, incluso quale dell'aorta addominale.
Solo in caso di variazioni significative ci sarebbe indicazione ad una TC con contrasto

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
salve dottore , essendo l' aorta un'arteria principale del nostro organismo vorrei capire bene se sono a rischio rottura aorta per via del lavoro che svolgo abbastanza pensante alzando carichi e pesi oltre i 30 kg e non ho modo purtroppo di cambiarlo alla mia età ..... il secondo medico ha asserito che con l'ecodopller si vede solo il primo tratto di pochi centimetri dell'aorta ascendente nel mio caso dilatata ma poi poi passa dietro e scende e il secondo cardiologo mi ha ribadito che la parte discendente non si vede con un ecodopppler e potrebbe avere un diametro maggiore di 43 mm e questo tratto si vede solo con una angio tac ...mentre .per la parte addominale la si vede con un ecodoppler addominale , e quindi la parte che segue la dilatazione parte discendente la lasciamo al destino ? se vi fosse una maggiore dilatazione sareì realmente in pericolo di vita ? o sbaglio?

chiedo venia , ma ogni medico cardiologo che incontro sulla mia strada mi da una risposta diversa e mi liquida al mio destino , vi chiedo la cortesia almeno quì sul forum appellandomi a tutta la vostra sensibilità di togliere tutti i miei dubbi perchè in questo momento sto vivendo male la cosa come se avessi una spada di damocle pronta a mozzarmi la testa .... non è possibile vivere in questo modo , forse era meglio a questo punto che non avrei fatto quella eco per venire a sapere di questa diagnosi e il destino avrebbe fatto la sua parte ,ma almeno avrei vissuto la mia vita al pieno senza rimpianti e ne paure che a ogni sforzo rischio la rottura della aorta, poi se si doveva rompere amen...

1) posso continuare a fare il mio lavoro sereno? percentuale possibile morte per rottura improvvisa aorta nel mio caso ?cosa dicono le statistiche ...

2) è il caso di fare una angio tac per togliersi il dubbio anche della parte discendete?

3) posso continuare a fare saune secche a temperature di 80


4) i controlli in follow -up nel mio caso è corretto farli ogni 12 mesi o meglio farli ogni 6-8 mesi?

5) nella maggioranza dei casi con una dilatazione di questo tipo si è destinati a fare l'intervento per la continua e inesorabile dilatazione oltre i 5cm ?o ci sono buone possibilità che la dilatazione si stabilizzi ?

6) potrei avere una problematica strutturale sulla conformazione dell'aorta che ha portato al cedimento delle pareti per poi dilatandosi quindi potrebbe essere il caso di aprofondire lo studio della mia aorta visto che ci sono atleti che sollevano pesi mostruosi con sforzi ma hanno una aorta nella norma? perchè la mia si è allargata che io sappia in famiglia nessuno ne soffre di questa patologia....

tante grazie
[#3]
dopo
Utente
Utente
Nessun medico che può darmi delle indicazioni in riferimento alle mie domande????

ps..mi pare che il portale web sia sceso molto di livello rispetto ad anni indietro dove vi erano diversi medici che rispondevano e ci si poteva confrontare ,ora si tende a liquidare l'utente con scarne risposte incomplete..... mi spiace perchè questo forum era una importante risorsa per chi voleva approfondire
una diagnosi clinica .....
pazienza , fortunatamente sul web ci sono tanti altri form di medicina a cui rivolgersi ...

saluti
[#4]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 105.3k 3.5k 3
Veramente le ho risposto .
La Angiò TC ha indicaZione solo in caso di variazioni sensibili del diametro aortico.
Il lavoro che fa può continuarlo.
Se dopo 6 mesi le dimensioni rimangono stabili puo controllarlo annualmente

Arrivederci
[#5]
dopo
Utente
Utente
come lei ben saprà l''aorta è suddivisa in gergo medico in ascendente (primo tratto che parte dal cuore ) discendente (che passa dietro al cuore ) e tratto addominale ( parte finale che poi si dirama ai due arti inferiori ) per il tratto ascendente che esce dal cuore con una curva dove risulta la dilatazione poi segue la parte discendente ma che non si vede con una semplice eco e mai esplorata in vita mia e le chiedo mentre ci si focalizza eseguendo i controlli seriali con una eco al tratto ascendente siamo sicuri che il tratto discendente non sia ancora più dilatato ? non sarebbe meglio togliersi il dubbio con una angio RM tesla 1,5 su tutta l'aorta senza contrasto (meno invasiva) per scongiurare altri possibili aneurismi ,poi se tutto ok , con più serenità si continua ogni 12 mesi con fallow -up solo della parte ascendente dove riscontrata la dilatazione??
[#6]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 105.3k 3.5k 3
Lei pensa di insegnare a me la cardiologia ?

Bene faccia come crede

La saluto
[#7]
dopo
Utente
Utente
le faccio presente che mio padre è morto a 55 anni per lo scoppio improvviso dell'aorta mai controllata !!!immaginavo si andasse a parare li e lo trovo assurdo ... spero solo che qualche altro medico comprenda la mia situazione e possa aiutarmi a togliermi ogni mio dubbio .....
[#8]
dopo
Utente
Utente
riprendo questa discussione per fornire nuove informazioni a riguardo...

da ecografia grandi vasi addominali è risultato:

aorta addominale diametro 15,7 x 18,1 mm
lliaca dx 12,8 mm
lliaca sx 16,7 mm

credo si possa affermare che la parte addominale dell'aorta sia normale per dimensioni e morfologia ,quindi l'unico punto dilatato rimane la parte dell'aorta ascendente risultante 43 mm e immagino sia il punto più sottoposto a pressione visto che esce dal cuore con una curva per poi scendere dove il cuore spinge con più forza sulle pareti dell'aorta .

quindi devo solamente continuare con follow up della parte ascendente ogni 8-12 mesi

attendo un parere medico ....

saluti
[#9]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 105.3k 3.5k 3
Lei ha solo un modesto incremento del diametro dell’amore radice aortica, che va seguito nel tempo con la ecografia, ricorrendo alla TC con mdc contrasto solo in caso di variazioni di tale misure.
Cerchi di ridurre il peso, il sale nei cibi, controlli che i valori pressori siamo mediamente sotto i 130/80 mmHg


Arrivederci
[#10]
dopo
Utente
Utente
ok ,la ringrazio ..