Utente
Dr.
Cecchini buon giorno.

A seguito di una angioplastica (due stent) fatta nell' ottobre 2019.
ho effettuato un holter 24h.

Il referto mi sembra più preoccupante rispetto ai precedenti.
Data la comprensibile difficoltà, dovuta all'emergenza in Lombardia, a contattare il mio aritmologo, volevo chiedere a lei, per cortesia una prima valutazione, su quanto è stato rilevato e che le trascrivo:

" Ritmo sinusale con FC media di 63 bpm.
la FC minima e' stata di 29 bpm alle ore 06:20.
La massima FC e' stata di 102 bpm alle ore 12:57.
Sporadica extrasistolia ventricolare monomorfa, non ripetitiva.
BAV di I grado, si segnalano, numerosi episodi di BAV di Il grado tipo LW, determinanti numerose pause superiori a 2 secondi, la piu' lunga delle quali della durata di 2.4 secondi alle ore 06.29, tutte notturne, si segnala, inoltre 1 episodio di BAV 3:1, determinante una pausa di 2, 6 secondi alle ore 00.44.
Ai limiti la conduzione IV Non modificazioni significative della fase di ripolarizzazione ventricolare.
Presente il fisiologico ritmo circadiano.

Si raccomanda valutazione cardiologica in tempi brevi.
"

Penso che la mia situazione pregressa sia a lei già nota.
Aggiungo comunque, per una più più corretta valutazione:
- l' ultimo holter eseguito nel sett 19 indicava soltanto BAV I e presenza quasi costante di onda T negativa nelle tre derivazioni ECG.

- faccio regolarmente cyclette (con freno) e camminate veloci, senza problemi
- dall'angioplastica ho notato soltanto un po' di stanchezza e qualche breve senso di giramento di testa, imputato (da me) alla mia cervicale
- ho notato aumento delle extrasistole, ma non FA.


La ringrazio anticipatamente per la sua cortese risposta.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L' holter non e' assolutamente preoccupante.
Sta assumendo dei farmaci? Quali?

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Dr. Cecchini la ringrazio per la sua pronta risposta, come sempre concisa, esaustiva e rassicurante.
Le elenco i farmaci:
Tareg 320
Pantoprazolo 40
Cordarone 100
Kcl
Xarelto 15
Plavix 75
Luvion 50
Cardura 4
Crestor 20

Grazie e cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
E' possibile che tali banali disturbi di conduzione siano legati al Cordarone.
Ne parli con il suo Cardiologo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Dimenticavo di dirle che, forse per il cordarone, da quando lo prendo ovvero 20 anni, il TSH è sempre su una media di 7. Inoltre , durante un recente eco TSA mi hanno riscontrato delle cisti tiroidee che però non ho ancora avuto modo di approfondire.
Che sia anche questo che contribuisce?
Grazie

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Un TSH così elevato sta a significare un ipotiroidismo e quindi potrebbe essere la spiegazione di tali disturbindella conduzione
probabilmente, anzi certamente, il farmaco va cambiato.
ne parli con il suo cardiologo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Certamente non sono medico, ma per logica concordo completamente con lei. Anche con il mio medico di base si era pensato tempo fa a sospendere completamente il cordarone, in considerazione anche del fatto che dopo l'ablazione fatta nel 2012 ho avuto solo 4-5 casi sporadici e brevi di FA. Inoltre nel caso capitassero ancora, sono sempre coperto da Xarelto e Plavix.
La ringrazio quindi del suo suggerimento, che mi conforta, e ne riparlerò "delicatamente", con il mio aritmologo.
Cordialmente.

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Magari sostituirlo con la flecainide, come il suo CArdiologo sapra' di certo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza