Pressione instabile al solo risveglio e disturbi sonno

Buongiorno,

Ho 52 anni, pesavo 120 kg.
ora 96 kg.


Molto stressato lavorativamente, ho fatto un ecocolordoppler per fare attività sportiva.
il refertante disse che è nella norma ma vede una cuore un pochino affaticato.
Provo la pressione ero molto agitato ed era molto alta.

Il medico di famiglia mi prescrive Bivis 20/5 e la cardiologa mi prescrive Aloneb 12, 5/5.

Non ho riportato danno d’organo.

Dopo 2 mesi, il medico toglie l’idroclorotiazide e mi dà il solo nebivololo (Lobivon 5 mg.
).

Nel frattempo cammino ogni giorno 1 ora a passo veloce, mangio in modo salutistico e perdo 23 kg.
E riduco lo stress.

Dopo due mesi, riduco la pastiglia di Nebivololo, prendendo ogni mattina un quarto della medesima.


Alla sera invece prendo sempre il Bivis 20/5.


Noto tuttavia che, al risveglio, ho il viso in fiamme, la pressione che balla.
Vado da uno specialista che, mi toglie l’amlodipina e quindi non più Bivis bensì solo Olmesartan ma di 40 mg.
Con l’intenzione di abbassare la dose a 20 o 10.


Andrebbe tutto bene tranne che, dall’inizio della cura - quasi un anno mi sveglio sempre 1 volta la notte e non per urinare.
Inoltre, dopo il risveglio notturno (la pressione va quasi sempre bene perché la provo) quando mi ricorico e cerco di dormire altre ore fino al momento di alzarmi, in quel momento ho il viso caldo e la pressione che balla un pochino.
(138/82).
Poi mi alzo, mi muovo, mi lavo e vesto e torna normale.


Quindi il mio problema consiste nel post risveglio notturno (attorno alle ore 3 o 4)
Durante la giornata sto benissimo.

Può essere un effetto paradosso del farmaco?
(troppo forte?)

Per dormire ho provato delle gocce di EN ma non voglio entrare in questo circolo vizioso.
Quindi, ho iniziato a prendere melatonina 2 mg.

Registro il respiro notturno; a volte russo a volte no; ma il risultato mattutino è sempre lo stesso.
Non penso di avere apnee notturne.


Vi ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 77k 2,8k 2
Mi pare che la componente ansiosa giochi un fattore importante e che la terapia attuale sia buona per lei.
Blandi ansiolitici al bisogno possono esserle sicuramente utile per un sonno ristoratore

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dott. Cecchini, per la veloce risposta.

Ritengo che lei, quindi, non consideri il dosaggio attuale di 40 mg. di olmesartan medoxomil troppo alto e possibile causa di un effetto paradosso, giusto?

In ogni caso, penso di "provare" a scendere nelle prossime settimane a 20 e, con perdita di altro peso, a 10 mg.

Grazie e cordiali saluti
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 77k 2,8k 2
40 mg di banale olmeaartan per un paziente di un quintale è un dosaggio medio basso

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test