Utente
Buongiorno,
Sono una ragazza di 21 e futura collega (la strada è ancora lunga ma ci stiamo lavorando).

Cerco di essere più concisa ed esaustiva possibile.

Anamnesi: famiglia di mio nonno materno morta sempre per il medesimo problema cardiologico (erano anni diversi e la patologia non è stata indagata) che portava ad ostruzione coronarica.
Mio zio paterno di primo grado morto nel sonno all'età di 51 anni per cause ancora ignote dal momento che nel 2006 non è stata effettuata l'autopsia.

sono sempre stata una ragazza sportiva e ho fatto tante visite cardiologiche.
Ho i referti adesso davanti e mi sono sempre state trovate alterazioni della ripolarizzazione dai primissimi ecg fino ad adesso (diciamo che in alcuni referti non figurano ma non 98% si).
Nel 2016 presenza di corda tendinea anomala in ventricolo sx, ritenuta poi emodinamicamente non rilevante e mai più citata.
Lamento da diverso tempo senso di cardiopalmo di brevissima durata e in un holter del 2016 mi è stato registrato un battito extrasistolico.
Questo senso di cardiopalmo e talvolta oppressione è sempre stato imputato dagli specialisti a queste extrasistoli e a disturbi d'ansia.

Mio padre (fratello dello zio deceduto) presenta il mio stesso identico quadro diagnostico (alterazioni e sensazione di cardiopalmo).
Quando morì mio zio, si sottopose a ecg, holter e scintigrafia con test della dobutamina, tutti risultati negativi.
Dal 2006 (anno degli esami) fino ad adesso, ha effettuato solamente annuali ecg, che riportano la medesima situazione.

Il mese scorso sono andata a fare l'ecg a riposo annuale per attività non agonistica e il medico (che non mi aveva mai visitato) , vedendo le alterazioni della ripolarizzazione, mi ha detto che non è un quadro diagnostico preoccupante ma che non lo reputa normale data la mia età, e quindi mi ha prescritto un ecocolordoppler (l'ultimo lo feci nel 2018 in seguito agli episodi di cardiopalmo, con esito negativo).
Prima di farmi l'esame, ha voluto vedere i referti precedenti dei suoi colleghi.
Vedendo che il primario di cardiologia di un ospedale della mia città (da cui andai per la sensazione di oppressione) riportava queste solite alterazioni come " aspecifiche", senza invitarmi a fare ulteriori accertamenti, lui stesso ha cambiato idea e ha deciso di non farmi fare nemmeno l'ecocolordoppler.

Sono pienamente consapevole che delle alterazioni della ripolarizzazione da sole non siano indicative di Brugada, ma il fatto che siano comunque un'indicazione e che il quadro diagnostico famigliare sia così particolare, mi fanno stare molto in apprensione.
In seguito a una morte del genere, mi sembra strano che a mio padre non abbiano fatto fare un test con Ajimalina o Flecainide, ma forse 14 anni fa si era meno a conoscenza di questa malattia.

Volevo chiedere rassicurazioni o quanto meno delle indicazioni, se secondo voi fossero necessari accertamenti, so che spesso non figura solo da ecg questa malattia.

aspetto risposta e ringrazio

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione significano NON patologiche e sono spesso presenti nelle donne giovani e magre.
Quindi si tranquillizzi.
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta .
non capisco il motivo per il quale il medico mi abbia detto che l’ecg non era molto preoccupante ma non fisiologico per una ragazza della mia età , mentre lei mi dice che questa è una condizione frequente in ragazze giovani e magre .
Inoltre le medesime alterazioni le presenta anche mio padre , uomo e normopeso . Sia le alterazioni che il senso di oppressione .
Non può essere preoccupante la presenza in anamnesi di una morte improvvisa ricollegata ai nostri quadri diagnostici ( mio e di mio padre ) ?
La ringrazio nuovamente

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
A me cio' che le dicono altri Colleghi non interessa.
Se la dicitura e' "anomalie aspecifiche della ripolarizzazione" per definizione NON sono di tipo cardiologico.
E non sono preoccupanti neppure in presenza della anamnesi che lei riferisce.

Detto questo...l' ECG è come un quadro ...occorre vederlo,per sapere se sia bello o meno e non badare al solo giudizio di altri che l hanno visto
Quindi me lo può inviare via mail a condizione che sia completo di dati anagrafici del paziente data e luogo della,struttura ,altrimenti per ovvi motivi medico legali non lo potro' prendere neppure in considerazione .

Mail cecchinicuore@gmail.com
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso