Utente
Buongiorno,
mia mamma di 78 anni (ipertesa e con artrosi) da circa una settimana lamenta dei dolori al petto SOLO di notte dopo un po' che è sdraiata.

Il medico di base non sa dire cos'è le ha prescritto un RX al torace (però da fare nei prossimi 10 giorni e l'appuntamento le è stato fissato la prossima settimana).

Nel frattempo le avrebbe suggerito di andare in P.
S. se sente tanto male durante la notte.

Avete qualche altro consiglio...?

In famiglia siamo un po' preoccupati.

Grazie.

Barbara

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
L' angina notturna e' molto rara e puo ' essere presente nei pazienti con vistosi edemi declivi che in posizione sdraiata possono essere riassorbiti e quindi aumentando la volemia aumentare il carico del lavoro del cuore.

E' quindi una evenienza estremamente rara e diagnosticabile (presenza di edemi vistosi alle gambe di giorno).

E' molto piu' probabile che la paziente abbia dei problemi gastroesofagei (ernia jatale, reflusso gastro esofageo) che tipicamente si manifestano in posizone sdraiata e di notte perche' aumentando il tono vagale aumenta la secrezione gastrica.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dott. Cecchini,
La ringrazio molto della risposta.
Mia mamma mi ha precisato prima che il dolore inizia a sentirlo dopo un'oretta circa che è sdraiata...parte dallo sterno e si irradia (in entrambe le direzioni) fin all'altezza del seno...
Se è quello che ipotizza Lei i raggi lo rileveranno?
Grazie ancora e buon pomeriggio.
Cordialmente.
Barbara

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
sicuramente no
parli con il suo medico per valutare la opportunita di prescrivere farmaci anti acidi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Cecchini,
dal RX al torace sono emersi degli aspetti distelectasici del parenchima basale sovradiaframmatico e perirale inferiore bilaterale.
Lieve opacamento della base polmonare sinistra.
Non si riconoscono focolai di addensamento parenchimale.
Cuore ai valori grandi di norma.
Aortosclerosi.

Mia mamma è fumatrice e soffre di bronchite cronica ed in passato ha avuto un episodio di polmonite piuttosto "grave".

...che ne pensa del referto?

Grazie e buona giornata.
Saluti.
Barbara

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Beh se sua madre e' affetta da bronchite coronica, una pregressa polmonite che si vede anche alla radiografia e continua a fumare cosa vuole che pensi?

e non smette di fumare e' del tutto inutile fre esami...

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Perfettamente d'accordo con quello che pensa Lei (anche se non esplicitato...capisco che non possa offendere così direttamente mia mamma).
Mi creda che non è così semplice farle capire alcune cose...fino ad ora non ci sono riuscita io e nemmeno i Suoi colleghi.
Per il dolore che avverte cercherò di farle seguire i Suo suggerimenti e prenotarle una visita gastroenterologica...
Grazie di tutto.
Cordialmente.
Barbara

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Io non offendo nessuno, ma se una persona con gravi problemi polmonari continua a fumare e' del tutto inutiole che prosegua nelle indagini, perche' ovviamente peggiorera' sempre progressivamente.

E' anche vero, questo si , che ad 80 anni una persona sia del tutto consapevole dei suoi diritti di fare cio' che vuole degli anni che le restano, ci mancherebbe.

Cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso