Fastidio al petto dopo pasti abbondanti

Salve! Da qualche anno soffro di un fastidio/fitta al petto localizzato a sinistra.
Solitamente il dolore/fastidio dura qualche minuto e solitamente non è molto intenso o doloroso, inizialmente è leggero e a poco a poco aumenta di intensità e poi si placa gradualmente (è accaduto solo 2 volte che si presentasse più intensamente del solito e quelle volte ho avuto capogiri molto forti e sensazione di svenimento).
Il fastidio è sempre localizzato nello stesso punto, non cambia mai di posizione e si presenta esclusivamente a riposo. Ci sono periodi in cui si presenta spesso (quasi ogni giorno) e periodi in cui non si manifesta neanche una volta (anche per mesi interi).
Talvolta si presenta quando dormo durante la notte, in particolare quando sono disteso a pancia in giù e soprattutto si presenta dopo pasti abbondanti, dopo aver bevuto molta acqua o quando fa particolarmente freddo.
Quasi sempre il fastidio è accentuato dall’inspirazione e soprattutto durante l’espirazione.
Nei primi attimi in cui si manifesta il fastidio percepisco dei capogiri improvvisi che durano qualche secondo.


Ho effettuato ECG, Ecocardiogramma, ECG sotto sforzo, analisi del sangue, rx al torace.
Tutto nella norma, nelle analisi del sangue risulta colesterolemia a 205.
All’eco è risultato pattern diastolico da alterato rilasciamento del Vsx (E/A = 0, 75), sdoppiamento sistolico di 2mm al pericardio, minimo rigurgito mitralico e lieve rigurgito della tricuspide.

Pressione 130/80

Ho timore che possa essere angina... vorrei chiedervi inoltre se è normale avere un alterato rilasciamento del vsx a questa età.
Avreste ulteriori accertamenti da consigliarmi?

Soffro un po’ d’ansia quindi potrebbe essere quella la causa, però non mi spiego come mai il fastidio si presenti quasi sempre dopo aver bevuto molta acqua o dopo pasti abbondanti.

Grazie mille in anticipo per le eventuali risposte e per il servizio che offrite.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Sono tipiacemnte sintomi NON cardiaci sia per tipo che per durata, da come lei li descrive

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie tante, infine vorrei chiederle se ci sia qualcosa da fare per risolvere l’alterato rilasciamento del vsx. Potrebbe tornare a valori normali con attività fisica costante e riducendo il peso?
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76,1k 2,8k 2
Il peso che lei indica e' normalissimo.
L'attivita fisica costante che fa bene e' camminare un'ora al giorno, usare la bici come mezzo di trasporto e di svago, il nuoto...

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie! Buona giornata

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test