Iperventilazione a riposo_ragazzina

Buongiorno,

mia figlia di 17 anni pratica nuoto agonistico.
Alla visita medico sportiva di un mese fa le trovano un problema di iperventilazione a riposo (dato entro i limiti ma border-line) in certi momenti.
Le fanno rifare a distanza di un mese la prova sotto sforzo in modo diverso (più lenta ma per più tempo) e il dato è sempre lo stesso.
Allora decidono di metterle l'holter, dato riconfermato.

Ora chiedono a me e a marito un ecg per valutare se sia un problema di tipo famigliare.

Spiego alla dssa che mia figlia è una ragazzina ansiosa (da settembre a giugno frequenti mal di pancia) cosa di cui si era accorto anche il medico dietologo che la segue quando le ha fatto un test con un dispositivo medico (PPG STRESS FLOW della biotekna) dicendomi che aveva una respirazione da persona che rimugina molto sulle cose e le aveva dato da fare degli esercizi di respirazione tre volte al giorno.
Il medico sportivo esclude che si tratti di ansia.

Gli esami del sangue (emocromo, potassio e tiroide) risultano a posto.
Chiedo se per escludere un problema cardiaco posso farle una visita cardiologica ma mi risponde che non troverebbe nulla di più di quello che hanno visto loro dai tracciati.

Dato che non riesco molto a comunicare con la dssa che sta seguendo la pratica di mia figlia (forse a causa mia), vorrei gentilmente una vs opinione su questa situazione.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 107.3k 3.6k 3
"... dicendomi che aveva una respirazione da persona che rimugina molto sulle cose e le aveva dato da fare degli esercizi di respirazione tre volte al giorno.
Il medico sportivo esclude che si tratti di ansia..."

Quindi quel medico contraddice se stesso.
Inoltre non vedo alcun motivo di preoccupazione.

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,

in realtà sono due medici diversi: uno è un dietologo che la segue per il discorso nutrizione-sport e ritiene sia un fattore d'ansia, l'altra è il medico dello sport che le ha fatto la visita medico sportiva che ritiene l'ansia non c'entri nulla.
Il problema è che di fatto non ci rinnova il certificato agonistico e chiede un ecg a noi genitori.
Non riesco veramente a venirne a capo.

Grazie
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 107.3k 3.6k 3
Le ragazze ed i ragazzi di quella et a' vengono medicalizzati in eta' cosi' precoce da rovinare loro l'esisteza.
Questa ragazzina crescera' con l'idea di essere ammalata grazie a questi signori.
Per tale motivo quando sara' il tempo considerera' una eventuale gravidanza come una malattia perche' circondata da dannati aggeggi elettronici ed esami del sangue

Io non so lei, ma io alla sua eta giocavo a pallone,mi distruggevo i menicschi e le ginocchia cadendo di bicicletta correvo come una lepre e quando ero stanco mi fermavo sorridendo perche' non ero bravo come i miei amici.
Ora si sottopongono questi ragazzi a test inutil e psicologicamente pericolosi.
Lasci loro correre nei prati e fare a botte.
Siamo animali...nel senso migliore del termine

cecchini (ho cresciuto sei figli..)

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione e infatti non le ho detto che ora tocca a me e al padre sottoporci ad un ECG perchè il medico che l'ha in carico non riesce a prendersi la responsabilità di mandare avanti o meno il certificato per un dato che comunque è al limite ma dentro i parametri
E lei nel frattempo non puo' fare una cosa che le piace che non sarà correre per i campi ma che comunque ha scelto di fare in maniera autonoma.
Grazie Dottore
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 107.3k 3.6k 3
Ma lasciatyela in pace a godersi la sua gioventu'----santo cielo

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso