Utente 428XXX
Salve ,
Mio marito ( 47 anni ) ad ottobre del 2015 è stato operato x un tumore alle vie biliari . Ad oggi la situazione che si sperava che migliorasse è diventata a livello fisico molto difficile tanto più che gli è stata accettata l inabilità al lavoro da parte dell' Inps . Abbiamo fatto gli esami del sangue e quelle delle urine pochi GG fa ( era da ottobre 2017 che non li faceva dato che ha una gran paura che il tumore possa ripresentarsi ). Le riporto qui i valori che non vanno bene .
Globuli bianchi 10,96 (3,60-10,50)
Linfociti 16,4 (20-44)
Neutrofili 8,44 (1,50-7,70)
Ves 30 (-11)
Glucosio 114 (60-110)
Colesterolo HDL 33 ( +35)
Alt GPT 107 (-50)
PCR 72 (-50)

Esami urina
Colore oro
Aspetto opalino
PH 5
Chetoni 15 (assenti )
Uribilinogeno 2 (-1)
Leucociti 15 (-10)

Le chiedo a questo punto che esami ulteriori dovrebbe fare . Abbiamo in programma un eco completo .
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
È importante capire la situazione epatica almeno con un'ecografia e, se necessaria, con una TAC.


Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 428XXX

salve ,
le riscrivo nuovamente dopo un ricorvero (22 maggio) a seguito della ricomparsa del prurito , feci gialle .
L'agobiopsia , peritoneo ha segnalato :
massa di 5 cm in peritoneo , adiacente all'anastomosi .frustolo agobioptico di tessuto fibroso con infiltrazioni di adenocarcinoma scarsamente differenziato di compatibile origine delle vie biliari.
la pet :
ha evidenziato comparsa di una neoformazione ipermetabolica in regione mesogatrica sinistra , in prossimita della catenella chirurgica (suv max 9.6), di una adenopatia ipercaptante superoposteriore rispetto a tale reperto , di due aree confluenti di focale iperaccumulo in regione ilare epatica in prossimità dei punti metallici e un'altra areola anteromedialmente ad esse. Possibile altra adenopatia lungo la piccola curvatura gastrica .Tali reperti appaiono compatibili con localizzazioni di patologia eteroplastica ad elevato metabolismo glucidico . Si osserva inoltre una nodulazione allungata preepatica anteriore di non chiara pertinenza anatomica ma in prima ipotesi sulla superficie del diaframma (suv max 3,2) di sospetto analogo significato .
Alle dimissioni ci hanno detto che la situazione è molto grave e che fare cicli di chemioterapia sarebberero inutili , quindi solo cure palliative per alleviare sia dolore che il prurito incessante .
Le chiedo un suo parere ...Grazie

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi dispiace, ma devo purtroppo concordare con i collegi. Non ci sono più margini di terapia.

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 428XXX

Grazie per la risposta ... a questo punto vorrei solo capire quanto secondo lei potrà ancora sopravvivere in quanto abbiamo una figlia piccola e vorrei avere il tempo di preparala . Vedo che ogni giorno è sempre peggio e che perde peso in pochi giorni .
Grazie se potrà rispondermi .