Utente 562XXX
Buongiorno.
A seguito di un esame endoscopico mia moglie è stata sottoposta ad un intervento emicolectomia eseguito con tecniche di avanguardia e che hanno favorito un rapido recupero funzionale ( e di questo saremo sempre grati ai medici che hanno operato questa scelta).
Altro elemento di positività è emerso dal successivo esame istologico che ha scongiurato conseguenze degenerative sui tessuti asportati.
Nell'intervento sono inoltre stati asportati diciannove linfonodi pericolici con iperplasia reattiva.
La domanda che ci facciamo è la seguente: quale era la funzione dei linfonodi asportati, e in subordine quali eventuali possibili anomalie funzionali potrebbe avere mia moglie?
Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, i linfonodi grossolanamente, sono delle vie di drenaggio di cellule infiammatorie o neoplastiche di un organo, quindi la loro asportazione insieme all'organo interessato dalla specifica malattia ha un ruolo diagnostico e stadiativo prognostico. Da un punto di vista funzionale a livello del colon non succede nulla. Mentre la non asportazione sarebbe un problema per i motivi che le ho sopra detto.
Saluti
Dr. sergio sforza
http://www.medicitalia.it/sergiosforza