Utente 554XXX
salve,

in seguito ad una caduta sul ghiaccio il dito medio della mano destra è cominciato a gonfiare ed è stato a fine marzo.
Ho cominciato a mettere del ghiaccio ed ho continuato le attività sciistiche per quella settimana con il risultato che un giorno gonfiava e l'altro sgonfiava. tornato a casa ho fatto un'ecografia perchè mi avevo escluso la rottura ed hanno rilevato un'infiammazione prescrivendomi riposo ed una stecca col quale boccarlo. Il risultato con la stecca era che mi aumentava il dolore e gonfiava di più quindi l'ho lasciato libero. dopo 3 mesi mi ritrovo ancora il dito un pò gonfio dolorante e non riesco a chiudere la mano completamente, ho di recente fatto anche una radiografia da cui non risulta nessuna frattura.

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

il vecchio trauma ha certamente creato un danno capsulo-legamentoso, anche se di modesta entità e non rilevato dall'ecografia.

Deve fare la kinesi-terapia passiva (2-3 volte al giorno) per eliminare l'attuale rigidità articolare, che poi divetta irreversibile.

Conviene farsi vedere da uno specialista:

https://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html

Buona giornata.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale