Utente 409XXX
Buonasera egregi dottori,
Martedí pomeriggio (5 giorni fa) sono caduta sull'asfalto provocandomi due ferite di circa 3 cm,non molto profonde,ma nemmeno superficiali, sul ginocchio destro. Ho immediatamente applicato abbondante acqua ossigenata, fatta vedere al medico che mi ha detto di lasciarla scoperta il più possibile e di non fare l'antitetantica, anche se non avevo effettuato l'ultimo richiamo. Per andare a scuola mettevo sopra le ferite dei cerotti sterili.
Stamattina mi sono svegliata ed entrambe le ferite presentavano una secrezione giallastra e liquida , sicuremente pus. Ho applicato acqua ossigenata ed è comparsa una schiumicina bianca (come le altre volte). Poi mi hanno prescritto una pomata antibiotica da mettere due volte al giorno, e oggi pomeriggio, prima di mettere il cerotto sulla ferita ho applicato il mercuriocromo (quello rosso)
Io ho troppa paura di aver preso il tetano, quasi non riesco a dormire la notte, sento che sia qualcosa di davvero grave. Eppure perché nessuno mi ha consigliato l'antitetanica?

[#1]  
Dr. Francesco Caruso

24% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
AMANTEA (CS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2018
Salve,

In genere l’antitetanica viene consigliata a chi ha una ferita profonda più di un centimetro, sporca.

Se il medico con gliel’ha consigliata evidentemente non era necessaria.

Non c’e peraltro relazione diretta tra pus e tetano. Il pus è probabilmente dovuto ad una ferita medicata male, che necessità di maggiori attenzioni.

Consiglierei almeno due medicazioni al giorno con antisettico topico e continuerei la crema antibiotica, per almeno 5-6 giorni
Dr. Francesco Caruso
Specialista in chirurgia dell’apparato digerente ed endoscopia digestiva