Utente 487XXX
Buongiorno, chiedo un consulto in quanto i medici che ho consultato e le notizie online non rispondono ai miei dubbi.
Ormai da più di 5/6 anni (non saprei datare esattamente l'inizio del problema, risale a molto tempo fa) convivo con una cisti sebacea sul gluteo destro, questa, che si presenta con un diametro di 2 cm in media, mi ha sempre dato problemi, alterna lunghi periodi (anche di 8/9 mesi) in cui si presenta dura ma completamente indolore, abbastanza sotto pelle da procurarmi una perenne zona livida intorno ad essa della dimensione di un pugno (indolore ma decisamente anti estetica), per poi infiammarsi, fase in cui raddoppia le sue dimensioni e mi provoca dolore e pus.
Durante questi anni sia mediante professionisti, che in autonomia, ho provveduto a incidere la cisti, che, finita la fase acuta, tende a "scomparire" quasi del tutto al tatto, per poi, dopo diversi mesi, ripresentarsi e così via in un ciclo infinito.
Il mio medico di base che ha potuto osservare la cisti in tutte le sue fasi mi ha indirizzato diverse volte dal chirurgo, il quale non ha mai risolto in modo definito la soluzione.
A questo punto sono in procinto di fissare un nuovo appuntamento con il chirurgo (questa settimana la cisti è nuovamente esplosa lasciando poco o niente dietro di se), il mio intento è quello di risolvere una volta per tutte il problema che risulta a tratti mooolto fastidioso.
Sia il medico di base che il dermatologo (ma anche notizie online) suggeriscono l'asportazione della sacca della cisti chirurgicamente, ma possibile che il chirurgo non mi proponga questa alternativa?
Ci tengo a dire che la zona del gluteo colpita sta risentendo delle continue "disavventure", infatti la parte si presenta livida e con un grosso buco, al momento la cisti è gia suppurata e ha espulso tutto (spero) il pus, presentandomi a breve dal medico posso chiedere esplicitamente che intervenga chirurgicamente per rimuovere la causa scatenante del problema? anche se al momento la cisti sembra risolta? io so che il problema si ripresenterà, come dovrei comportarmi? anche in vista di un fattore estetico.
Vi ringrazio in anticipo per il vostro aiuto.
Cordialmente

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
la cisti non sarà "risolta" finché non si provveda alla sua asportazione.
La semplice incisione con drenaggio del contenuto non ha altro risultato che ottenere la momentanea risoluzione della fase acuta suppurativa che tornerà inevitabilmente a ripresentarsi fino a che la cisti in toto non verrà rimossa, preferibilmente in un momento in cui non manifesti fenomeni infiammatori al fine di ottenere una gurigione più agevole della ferita con minori esiti cicatriziali.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente 487XXX

Gentilissimo, pertanto mi chiedo, visto che a breve mi recherò nuovamente dal chirurgo, anche se al momento la cisti si presenta "svuotata" e priva di pus si potrebbe intervenire chirurgicamente o è necessario che questa si riformi per intervenire prima dell'infiammazione,

La ringrazio della celere risposta e del servizio che offrite,
Cordialmente

[#3]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2000
Il chirurgo che La visiterà avrà modo di valutare se le condizioni locali siano tali da consigliare l'intervento (assenza totale di infiammazione) o se convenga attendere.
Questa valutazione è purtroppo per noi impossibile a distanza.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/