Utente 275XXX
Buongiorno, sono qui a chiedere un consiglio su come posso muovermi nel cercare di risolvere un problema all'inguine destro senza far troppi esami e magari esami inutili .
Da qualche mese ho dolore nella zona inguinale destra , è difficile spiegare correttamente la zona, praticamente tutto l'inguine da prossimità testicoli a zona anca, non è un dolore fisso nello stesso punto, a volte l'ho sento pure sul pube( sempre lato destro) . Saltuariamente ho anche un dolore sempre nel lato destro dell'addome, da sotto alle costole fin giù a unirsi con inguine. A volte dolore posteriormente ( esattamente al centro della natica)
IL dolore pare mi si accentui stando seduto, con una sensazione di caldo, di bruciore nella zona. Camminando, tossendo non pare aumenti , anzi a volte nell'attività fisica pare che neanche ci sia.

Esami effettuati:
eco addome completo- tutto regolare
2 eco inguinali - in una è risultato nulla nell'altra è risultato in regione pelvico inguinale la presenza di una formazione erniaria con colletto di circa 0.7 cm , apprezzabile peraltro soltanto durante Valsalva
Visita chirurgica, all'esame obiettivo dice che non c'è nessuna ernia
Seduta fisioterapista, mi dice che non ci sono problemi di mobilità dell'anca

Questo è ciò che ho fatto eseguito in questi mesi, praticamente il caos più totale....

Avrei alcune domande:
- come è possibile che l'ernia non sia confermata in tutti i casi? può arrecare questo tipo di dolori? io non ho mai avuto tumefazioni e/o rigonfiamenti in zona
- il dolore potrebbe essere causato da problemi posturali e/o di schiena?
- che esami e /o specialisti mi conviene contattare? chirurgo, fisiatra o esami strumentali? Quali?

Grazie per il Vostro tempo e per il meraviglioso servizio creato. In attesa di una vostra sicura risposta porgo distinti saluti

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
la regione inguinale rappresenta un punto al quale si irradiano sensazioni dolorose o parestetiche relazionabili alle più svariate patologie genitourinarie e muscoloscheletriche (queste ultime frequenti negli sportivi).
L'ecografia, a causa della particolarità della regione anatomica, tende a sovrastimare presenza e dimensioni di un'ernia.
Sta di fatto che anche la presenza evidente di un'ernia non consente talvolta di attribuire ad essa con certezza assoluta i sintomi lamentati dal paziente.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/