Utente 294XXX
Buonasera, nel mese di febbraio durante ad una partita di calcetto avverto fastidio zona vicino inguine sinistra. Mi fermo per 3 sett riprendo a giocàre ma il giorno dopo la partita il dolore persiste. Nel mese di luglio avverto ancora dolori durante partita che però persistono successivamente nella quotidianità. Eseguo ecografia ma non emergono problematiche muscolari, unici aspetti rilevati sono i seguenti:
Accenno ad impegno adiposo omentale all'ostio interno del canale inguinale durante valsalva.
Note di entesopatia adduttoria a livello pubico omolateralemente.
Utili inquadramente clinico per eventuali approfondimenti e la terapia del caso.
Vado dal mio medico di base e lui è più propenso per una punta di ernia inguinale, mi prescrive fortilase e riduco completamente il dolore a riposo ( non ho più fatto sport)
Per appurare se si tratti di ernia inguinale o pubalgia, dovrei andare da un medico chirurgo? O meglio un nuovo esame diagnostico?
Grazie
Fabio

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non servono altri esami.
Per una diagnosi corretta di ernia inguinale e' sufficiente la visita chirurgica.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 294XXX

Grazie dottore andrò dal chirurgo, visto che il dolore è iniziato dopo una partita di calcetto, l'ernia puo venire anche con la pratica di questo tipo di sport?
Grazie