Utente
Buongiorno sono un uomo di 65 anni ho l'ernia inguinale bilaterale, quella destra presente da una decina d'anni trascurata ha raggiunto notevoli dimensioni circa 9 cm per 7, ora la vorrei operare perché diventa rischiosa per complicazioni, quella sinistra semmai la opererò in seguito essendo ancora piccola.
Recentemente ho fatto vedere l'ernia alla mia dottoressa medico di base e le ho chiesto dell'intervento, sapendo che questo tipo di operazioni vengono fatte in day surgery, il mio medico mi ha fatto capire che viste le dimensioni richiede una degenza in ospedale.
Io sono ancora reduce da un intervento turp alla prostata e attenderò ancora un po' fino a ripresa completa da questo intervento ma poi voglio operare l'ernia.
La mia domanda è se effettivamente per un ernia particolarmente voluminosa è necessario che si faccia un ricovero ordinario con giorni di degenza o comunque si può fare il day surgery?

Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
L'intervento per ernia inguinale può essere eseguito in Day surgery sia in anestesia spinale che in anestesia locale. Tuttavia spetta al Chirurgo valutare la fattibilità e la sicurezza dell'intervento fatto in giornata in base alle dimensioni dell'ernia e alla presenza di altre patologie. Nel suo caso potrebbe essere presa in considerazione la plastica contemporanea bilaterale delle ernie in laparoscopia che richiede, in genere , una notte di degenza e consente di correggere entrambe le ernie. A fronte di un'anestesia generale , più impegnativa di una locale o spinale, si ottiene una ripresa post operatoria più rapida rispetto all'intervento per via anteriore tradizionale bilaterale.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia

[#2] dopo  
Utente
Non so se riesco a farmi fare l'intervento in laparoscopia poiché il servizio sanitario tende a non passarlo almeno per le ernie inguinali, certo sarebbe la soluzione ottimale per entrambe le ernie. Si possono operare per via anteriore entrambe le ernie contemporaneamente? Credo non lo facciano solitamente e forse ci sarebbero più problemi nel post operatorio. quanto a ripresa e dolore. Non soffro di altre patologie ma penso che come è capitato in un precedente controllo che mi propongano di operare la prima ernia quella voluminosa e successivamente la seconda. Leggo nella sua risposta che contano le dimensioni dell'ernia circa il day surgery, da cui presumo entri in ballo anche la dimensione dell'incisione che nel mio caso potrebbe essere più ampia. Ho trascurato l'ernia per paura degli ospedali, ora un po' passata dopo aver dovuto fare 5 giorni di degenza per la turp, poiché avevo una ritenzione urinaria ripetuta e sono stato costretto a operarmi. Ora mi sono reso conto del pericolo ernia che potrebbe complicarsi e voglio fare l'intervento appena possibile. Comunque non credo, ma questa è una mia opinione da profano, che se non si può fare il day surgery con dimissioni in giornata o una notte in clinica si vada oltre una seconda notte di degenza salvo particolari complicazioni.

[#3]  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Credo che la scelta dell'intervento in laparoscopia dipenda dalle preferenze e dall'esperienza del chirurgo più che dall'approvazione del SSN. Tuttavia si può eseguire anche l'intervento bilaterale contemporaneo per via anteriore , magari in anestesia epidurale. La ripresa è più lenta ma il risultato a distanza è identico. Quanto alle notti di degenza vale quello che le ho già detto: in genere basta una notte dopo l'intervento salvo problemi particolari.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia