Utente
salve ho subito un intervento per una ginecomastia vera il 14 -03-2012 presso la mutua di un ospedale vicino pisa.
il medico in questione mi aveva assicurato che oltre alla ghiandola mammaria mi sarebbe stato asportato anche il grasso, e ciò mi rendeva al quanto felice se non che la prima volta che mi sono potuto vedere ho fatto notare al mio medico che un miglioramento c'era stato ma guardando le foto in internet sinceramente mi aspettavo molto di più, visto che lo stesso medico nel pre operatorio aveva dichiarato che pur essendo una ginecomastia vera era più grasso che altro.a 15 giorni dall'operazione sinceramente guardandomi non mi ritengo affatto soddisfatto inquanto osservandomi di profilo, dall'alto, e frotalmente per me è evidente che ci sia sempre la stessa quantità di grasso.
ho controllato le foto che mi ha fatto la mia ragazza davanti ad un foglio millimetrato nelle varie posizioni ed alla stessa distanza il prima ed il dopo e la differenza evidente è unicamente l'assenza di di quel effetto appunta del capezzolo data dal ghiandola mammaria......giunge quindi la mia domanda
quanto ancora dovra sgonfiarsi il mio petto visto che inserendo una siringa sotto il capezzolo non è uscito nessun siero?
E se la cosa risulta anche a voi anomala cosa posso fare?

[#1]  
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli

36% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
TORINO (TO)
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Gent.le utente,
premesso che 10 giorni sono pochissimi per valutare il buon esito dell'intervento, ma occorre attendere almeno 3-6 mesi per la completa risoluzione del gonfiore e dell'edema post operatorio, mi pare ci si sia un po' di confusione: se è ginecomastia vera, ossia un aumento della ghiandola mammaria (rilevabile anche con un ecografia preparatoria) si esegue un determinato intervento, se è una pseudoginecomastia (o ginecomastia falsa) si esegue una lipoaspirazione della zona mammaria per avere la risoluzione del problema. Solo il suo chirurgo può sapere che tipo di intervento Le è stato eseguito e i tempi di ripresa.
Si rivolga con fiducia al chirurgo che l'ha operata.
In bocca al lupo,
Cordialmente
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli
Chirurgia Plastica ed Estetica
www.dottoressapozzuoli.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie della tempestiva riposta dottoressa.
Se potessi contattare il mio chirurgo sono sicuro che certamente riuscirebbe a tranquillizzarmi,ma purtroppo recatomi all'ospedale per levare i punti sono stato informato che il mio medico si è momentaneamente assentato dalla professione per gravi problemi personali.
Nel analizzare la situazione lo stesso chirurgo mi ha detto che pur essendoci la ghiandola mammaria la mia ginecomastia era composta per lo più da adipe.
riconosciuta come ginecomastia vera e quindi operabile tramite muta credevo mi sarebbe stato asportato sia la ghiandola che il grasso come mi era stato detto......ecco il perchè del mio dubbio..
Operandosi tramite mutua mi viene rimosso solo la ghiandola o anche l'adipe che forma l'inestetismo???

[#3]  
Dr. Marco Loiacono

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
STATI UNITI D'AMERICA (US)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Gentile utente.
quasi tutte le ginecomastie sono miste, ovvero hanno una componenete sia adiposa che ghiandolare.
Credo che lei debba ancora attendere che tutto l'edema post-oepratorio si sia riassorbito (cosa che può richiedere diversi mesi) e poi valutare insieme al suo chirurgo (se entrambi lo ritenete opportuno) una revisione per una lipoaspirazioned el grasso residuo.
buona giornata
Dr. Marco Loiacono
Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica
www.nuova-chirurgia-estetica.it