Utente 427XXX
Buongiorno dottori, allora, mio padre ha 58 anni e due problemi alle palpebre: gli xantelasmi (in totale sono 4/5, piccoli), e le borse sotto agli occhi abbastanza pronunciare e con tanto di zampe di gallina.

Faccio una premessa molto importante: mio padre lavora molto, tutti i giorni tranne la domenica e per parecchie ore, con uno stipendio anche basso, quindi non è disposto a fare chissà che interventone, a rimanere in riabilitazione per più giorni, o a spendere chissà quale cifra. È una persona estremamente impegnata che vuole cercare di ritagliarsi un po’ di tempo per migliorare un po’ la situazione, ma non può permettersi di fare qualcosa di troppo debilitante, invasivo, o eccessivamente costoso.
Quindi, vorrebbe sapere se esistono tecniche alternative (anche se meno efficaci), per permettere anche solo di migliorare la situazione, che gli permettano di tornare subito a lavoro con un aspetto decente e che non siano troppo debilitanti.

Ho già consultato un mio vecchio chirurgo che però ha parlato di blefaroplastica, e ha parlato di 6/700 euro, beh non sono un esperto ma mi sembra che sia un intervento abbastanza impegnativo e anche il prezzo sarebbe altino.
Su Internet per gli xantelasmi ho letto della radiofrequenza, che pare essere meno invasiva, ma non ho capito bene in cosa consiste.
Cosa importante: a mio padre interessa principalmente la rimozione degli xantelasmi, riguardo le borse invece, se non esistono tecniche meno invasive e difficoltose, si può anche sorvolare.

Mi affido a voi dottori (e, nel caso vi troviate a Salerno o Napoli, potrei anche portarvi direttamente mio padre, visto che non ha ancora un chirurgo di riferimento).
Se volete, consigliatemi i trattamenti e le tecniche più adatte al suo caso e alle sue necessità, grazie!

Ps: Stesso discorso, nel caso esistano trattamenti mini-invasivi e semplici per le rughe, zampe di gallina ecc...

[#1]  
Dr. Federico Tamborini

36% attività
8% attualità
16% socialità
VARESE (VA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la prima cosa che consiglierei per suo Padre è studiare l'assetto lipidico del sangue. Spesso xantomi e xantelasmi sono il campanello più visibile di una displipidemia misconosciuta. L'indicazione, in caso di conferma di alterati livelli di trigliceridi o colesterolo nel sangue, è correggerli con dieta e terapia medica. Ne va della sua salute, non solo della sua estetica.
Sono comunque a disposizione dei trattamenti meno invasivi della escissione chirurgica per rimuovere questi inestetismi ma i costi sono maggiori da quelli indicati come alti da lei.

Cordialmente,
Dr. Federico Tamborini
tamborini.federico@gmail.com