Utente 369XXX
Buongiorno,
Sono una ragazza di 27 anni che da sempre lotta con il problema di avere una fronte troppo alta.

Ho provato molti tipi di acconciature ma purtroppo con scarsi risultati, per via del tipo di attaccatura con molte "rose" che mi impediscono di portare la frangia e, come dice la mia parrucchiera, la mia attaccatura sembra quella di una persona afroamericana (per intenderci).

Purtroppo devo dire che sono poco informata sull'argomento, per questo volevo chiedere a voi gentilissimi esperti se un trapianto può essere indicato in questo caso.

Sono venuta a conoscenza di una tecnica che permette il trapianto dei propri capelli, ma ho una perplessità a cui non ho trovato risposta in internet:
Questa tecnica che prende i capelli da dietro la nuca (scusate ma non conosco il gergo tecnico!) Si effettua prelevando solo i bulbi, oppure anche il capello annesso? Per intenderci, il mio dilemma è se dopo il trapianto bisogna aspettare che il capello ricresca (e quindi con il disagio del dover nascondere l'intervento) oppure si possono prelevare capelli "interi" e quindi dopo il post operatorio già si ha la capigliatura definitiva.

Spero di essere stata il più chiara possibile.
Attendo risposta,

Cordialmente
Francesca

[#1]  
Dr. Dario Graziano

44% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
NOVARA (NO)
VERCELLI (VC)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
gentile utente, il capello viene trapiantato ma molto corto
pochi mm.
cordiali saluti
Dr. Dario Graziano
Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva
ed Estetica
www.dariograziano.it

[#2]  
Dr. Andrea Marsili

20% attività
20% attualità
0% socialità
CAPANNORI (LU)
PISA (PI)
LIVORNO (LI)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2018
Il trapianto viene effettuato prelevando bulbi con i capelli dalla nuca e trapiantandoli dove necessario; nella nuca si ha una cicatrice trasversale ben coperta dai capelli mentre i capelli cominciano a crescere dopo un certo periodo ma non si notano cicatrici evidenti sulla fronte. L’intervento viene effettuato in anestesia locale. Distinti saluti dott Marsili
Dr. andrea marsili