Utente 570XXX
Salve a tutti ho 22 anni e il 4 ottobre 2019 sono stata operata in Turchia di ptosi palpebrale congenita all’occhio sinistro e in aggiunta ho fatto un cat eye sollevamento di tutti e due gli angoli esterni degli occhi in quanto sono cadenti.

Attualmente il mio occhio sinistro risulta effettivamente più aperto rispetto a prima ma ho un problema con la chiusura completa dello stesso.
Il dottore mi ha detto che per un paio di settimane di notte rimane un po’ aperto e la chiusura non sarà totalmente simmetrica con l’occhio sinistro.
Ad oggi è passato più di 1 mese.
È l’11 novembre e io mi sono
operata il 4 ottobre.
Ho guardato e provato a cercare una marea di informazioni su internet e noto che tutti dopo 3 settimane hanno gli occhi senza gonfiori.
Penso di aver fatto anche una piccola infezione all’occhio sinistro perche la palbebra risulta sempre molto gonfia la mattina quando mi sveglio,
e cigliegina sulla torta la mi palpebra affetta da ptosi ha una doppia piega bruttissima
il dottore mi ha detto di mettere la cortimicina

Le mie domande. . ma soprattutto preoccupazioni sono.
ho un lagoftalmo?
Sono appassionata di trucco riuscirò ad avere le mie palpebre lisce come prima e non con quell’orribile doppia piega?
Riuscirò a chiudere le palpebre perfettamente in modo simmetrico? Quanto tempo ci vuole?
non voglio fare un secondo intervento.
Se qualcuno sa queste informazioni vi prego con il cuore in mano di rispondere.
Se volete vi mando la mia Email per farvi vedere la condizione degli occhi.

andreea.codreanu18@yahoo.com

[#1]  
Dr. Dario Graziano

48% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
NOVARA (NO)
VERCELLI (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
gentile utente, non è possibile dare una risposta sensata, si faccia visitare dal suo chirurgo o da un chirurgo della sua città
cordiali saluti
Dr. Dario Graziano
Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva
ed Estetica
www.dariograziano.it

[#2] dopo  
Utente 570XXX

Le posso inviare le foto della condizione! Attualmente sono all’estero! Volevo un consulto da medici italiani dato che il chirurgo (turco) che mi ha operata ha detto di continuare con la cortimicina.