Utente
Buon giorno, sono una donna di appena 30 anni, peso 52kg e sono altra 1.68 e 3 anni fa ho iniziato a vedere una vene dietro la coscia destra e dei capillari all esterno del polpaccio sinistro, dopo di che la cosa è peggiorata, ovvero vedo vene ovunque come se la pelle fosse in trasparenza, ho eseguito 3 visite da tre medici diversi e nussuno a trovato nessuna insufficienza venosa, la vena dietro la coscia mi dicono essere reticolare, ma nulla di che, il problema è che per me il disagio è enorme, quasi da mandarmi in depressione e pensare solo ed esclusivamente alle vene, anche nelle braccia hanno iniziato ad essere molto visibili.
Premetto che nessuno in famiglia ha problemi di insufficienza.
Vorrei qualche consiglio o come muovermi, perché sentirmi dire che le mie sono solo fisse non mi basta, perché conosco il mio corpo e so che non c erano, inolte so sta formando anche un po' di ritenzione.
Grazie, spero che qualcuno sappia consigliarmi o indirizzarmi, o meglio ancora tranquillizzarmi

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
i sintomi da lei lamentati sono molto comuni anche in soggetti della sua età ed anche in assenza di franche manifestazioni di insufficienza venosa, rappresentando in questo caso un problema prevalentemente estetico.

Le indico degli articoli sull'argomento che potrebbero esserle utili:

https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/97-eliminare-capillari-teleangectasie.html

https://www.medicitalia.it/blog/chirurgia-vascolare-e-angiologia/1511-vene-e-capillari-la-stagione-migliore-per-curarli.html
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2]  
Dr. Attilio Marchese

24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Buongiorno signora,
molto probabilmente lei presenta una condizione di insufficienza venosa meritevole di attenzione, sia per i disturbi funzionali che per il disagio che le procura il suo inestetismo, in considerazione della sua giovane età. Ma non deve disperare, i rimedi ciao e, eccome! In linea di massima per i disturbi funzionali dovrà assumere dei flebotropi per os ed indossare delle idonee calze elastiche. Per l’eliminazione degli inestetismi sono invece previste sia tecniche iniettive (scleroterapia, fleboterapia rigenerativa tridimensionale), che la fototermocoagulazione dei piccoli vasi con laser. Tutte le tecniche sono idonee, se in mani esperte, ad attenuare il problema estetico e ridurle il disagio. Quindi non disperi, e si affidi ad uno specialista della sua regione di residenza.
Prof. Attilio Marchese

[#3] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.. Quello che mi lascia perplessa è che ogni anno sembrano sempre peggio, che riesco a vedere moltissime vene delle mie gambe, e mi chiedo continuando così dove andrò a finire, non penso si possa intervenire su tutte le vene e non penso non ci siano dei rischi. Per quanto riguarda la trap sono mto scettica in quanto non trovo nessuno sia informato abbastanza, e la trovano un po' una tecnica non propriamente efficace. Io non so cosa fare i medici dai cui sono andata mi consigliano di aspettare magari un altra gravidanza, ma ad oggi che ho 30 anni mi vergogno mettere i pantaloncini.

[#4]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
la comparsa di teleangectasie è purtroppo progressiva, soprattutto se sostenuta da un quadro di insufficienza venosa con interessamento di collettori venosi importanti, motivo per cui una valutazione generale del suo sistema venoso è indispensabile prima di programmare qualunque trattamento, che non andrebbe rimandato a tempi eccessivamente lontani.
Riguardo la TRAP mi trovo personalmente in accordo con le sue impressioni e preferisco attenermi alle linee guida delle società scientifiche del settore.
Per quanto attiene il problema delle gravidanze le indico un mio articolo sull’argomento:

https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/91-varici-gravidanza.html
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#5]  
Dr. Attilio Marchese

24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Gentile signora, le varici rappresentano una patologia cronica, degenerativa ed evolutiva con la quale dovrà confrontarsi per tutta la vita. Può scegliere se strappare con la chirurgia, bruciare con il laser o chiudere con la scleroterapia le varici presenti in questo momento (il che non impedirà ad altre varici di riaffacciarsi nel tempo, ma nel frattempo avrà avuto minori fastidi ed una gamba di migliore aspetto), oppure non fare nulla e lasciare avanzare il nemico senza frapporre barricate.
Mi permetto infine di non condividere il suo scetticismo verso la TRAP, tecnica ormai ampiamente diffusa, nonostante i suoi detrattori. Per correttezza non posso indicarle le mie pagine web dedicate alla fleboterapia - TRAP, ma potrà facilmente orientarsi sul web per approfondire l’argomento. Affianco ormai da anni la TRAP alle altre tecniche flebologiche, con buoni risultati.
In caso di gravidanza potrà sicuramente affrontarla meglio in caso di insufficienza venosa ben controllata da una bonifica delle sue attuali varici.
Cordiali saluti
Prof. Attilio Marchese

[#6]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Mi permetto solo di aggiungere che chirurgia (con tecniche tradizionali o termoablative) e scleroterapia hanno indicazioni diverse anche se talvolta complementari.
Il suo caso non è detto debba richiedere la prima opzione.
P.S. senza alcun intento polemico, la chirurgia attuale (quando indicata e per chi la sa praticare) prevede tecniche gentili e con ottimi risultati estetici.
Al contrario vi sono condizioni che la scleroterapia da sola non è in grado di emendare.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#7] dopo  
Utente
Si può agire su tutte le vene visibili? Perché è come se si vedesse sempre di più tutto il sistema venoso, e io è una cosa che non riesco ad accettare, ogni giorno sono li che mi guardo le gambe e i chirurgi vascolari da cui sono andata mi dicono che non c'è nulla che non va e che la circolazione è perfetta

[#8]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Quando necessario si può intervenire sulle vene superficiali, ma è opportuno che lo si faccia con corretta programmazione e tecnica adatta.
Non mi è chiaro l’atteggiamento rinunciatario di chi ha avuto modo di osservarla dal vivo.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#9] dopo  
Utente
Dicono che non è ancora il caso di toccare nulla, in quanto non c'è insufficienza venosa, magari iniziare a farlo in una seconda gravidanza. Il problema ripeto è che sta diventando imbarazzante, come se la pelle fosse quasi trasparente

[#10]  
Dr. Attilio Marchese

24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
OLBIA (SS)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Mi risulta difficile comprendere le motivazioni che hanno spinto gli specialisti che l’hanno sinora visitata alla più assoluta inerzia terapeutica. Le soluzioni esistono, e dovranno essere calibrate al suo specifico caso clinico. Difficile potersi esprimere oltre senza una presa visione diretta della sua situazione clinica
Prof. Attilio Marchese

[#11] dopo  
Utente
Mi hanno detto che posso fare le sclerosanti nei capillari, ma la vene visibili, una più di tutti dietro la coscia destra visto che non trovano sia malata inutile toccarla, il problema è che è proprio un pugno Nell occhio e la cosa mi disagia da appunto non mettere i pantaloncini