Come limitare i sintomi dell'insufficienza venosa se gli integratori non funzionano

Buongiorno.
Ho 31 anni e da tre anni circa soffro d'insufficienza venosa.
Ho una vena molto evidente nella parte interna del polpaccio, che in alcuni periodi è anche dolente.
Non ho mai indagato o fatto nessun esame, mi ha vista soltanto il mio medico di base.

Mi capita sporadicamente di avere gambe gonfie e doloranti, questo problema l'ho in parte risolto con un integratore a base di diosmina (assumo crioven).

Nonostante l'assunzione dell'integratore, sempre più spesso noto dei nuovi capillari evidenti sulle gambe e soprattutto sulle cosce, in questo sembra che purtroppo l'integratore non mi stia aiutando.
Porto anche le calze preventive a compressione graduata.

Cerco di svolgere attività fisica ma non riesco a farlo in modo costante, perchè il mio lavoro mi costringe a stare molte ore seduta o peggio in piedi.

Il mio medico mi ha prescritto Prisma in compresse, da assumere per circa due mesi ed alternare con l'integratore che già assumo.

Potrebbe aiutarmi?
Ci sono altri principi attivi che possano essere efficaci per il mio problema?
[#1]
Dr. Lucio Piscitelli Chirurgo vascolare, Chirurgo generale, Chirurgo d'urgenza 6k 227 22
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
quanto descrive merita senza dubbio una valutazione specialistica con ecocolordoppler, poichè i sintomi riferiti e soprattutto l'evidenza di dilatazioni venose indicherebbroe una condizione che potrebbe richiedere provvedimenti ulteriori.
L'insufficienza venosa non complicata non rientra nelle indicazioni del farmaco che sta assumendo (Mesoglicano).

Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test