Utente
gentili dottori,
qualche mese fa ho avuto una condilomatosi vulvare dovuta ad un ceppo hpv a basso rischio. La zona interessata era quella della forchetta.
Controllandomi la zona anale ho notato, cercando di tirare la pelle all'interno dell'ano, come dei minuscoli rilievi di carne, lucidi, davvero piccoli.
La prima a cui ne ho parlato è stata la ginecologa, al tatto non ha sentito niente.
Il venereologo altrettanto.
Entrambi sostengono che non avendo avuto rapporti anali è davvero difficile che si tratti di condilomi.
gentili dottori,
ho già prenotato una visita proctologica con anoscopia, ma nell'attesa volevo porvi delle domande:
è possibile avere condilomi intra anali senza avere mai avuto rapporti anali?
la ginecologa e il venereologo mi hanno detto che in genere chi ha condilomi intra anali ne manifesta anche in zona perianale.
vi ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Quello che le hanno detto corrisponde per lo piu' al vero. Comunque i condilomi anali si possono trasmettere anche per semplice sfregamento, quindi in teoria e' possibile che lo siano. Certo e' che sara' necessaria per forza di cose la visita diretta che ha gia' prenotato per avere certezza della diagnosi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Quanto le è stato detto è vero e possibile, tuttavia la visita proctologoica programmata servirà proprio a dirimere il dubbio. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#3] dopo  
Utente
Dottor Spina la ringrazio per la celere risposta.
Vorrei approfittare per farle delle domande.
è vero che i ceppi a basso rischio provocano lesioni sulla cute mentre quelli ad alto rischio sulle mucose?
Il mio hpv dna test è risultato negativo per ceppi ad alto rischio, quindi, secondo la ginecologa ne ho preso uno a basso rischio.
Il punto è: la zona intra anale dove sospetto di avere la condilomatosi non è "mucosa"?
Mi sembra contraddittorio.
Forse sono io che mi confondo.
Potrebbe spiegarmi?
La ringrazio.

[#4] dopo  
Utente
Ringrazio anche lei dottor Favara per la celere risposta.
Sono davvero preoccupata perchè la storia della condilomatosi vulvare mi ha fatto andare in depressione.
Secondo il mio venereologo (che però non ha potuto farmi una visita approfondita) io potrei avere delle semplici papille anali. Non sapevo esistessero anche delle papille anali.
Ma in genere che aspetto hanno i condilomi intra anali?
Sono in attesa dell'anoscopia che al solo pensiero mi provoca un tale imbarazzo. a volte mi viene la voglia di rinunciare alla visita. Sto davvero male.
Vi rongrazio per le vostre risposte

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Comprendo quanto scrive, tuttavia mi sembra stia facendo tutto correttamente. Un supporto psicologico, se ritiene, potrebbe esserle di aiuto.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
A "basso rischio" vuol dire che non vi sono grandi probabilita' di andare incontro a degenerazione tumorale. Per l'aspetto puo' cercare le immagini presenti su vari siti Internet. Al momento pero' non mi viene in mente nulla che riguardi la sua teoria sulla localizzazione delle lesioni.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com