Utente 243XXX
Buongiorno a tutti ho 26 anni,
Da circa 10 giorni sono molto irregolare con le feci alterno dei momenti di feci dure con momenti di mal di pancia e feci più molli.
Ho notato anche la presenza di muco giallognolo, e la sensazione è quella di non riuscire mai a svuotarmi del tutto con presenza a volte di areofagia.
Il mio medico mi ha dato delle pastiglie di carbone vegeta che sto assumendo da circa una settimana ora le sto integrando con dei fermenti lattici, lui ha detto che dipende da un 'eccessivo movimento dell'intestino.
Inoltre non so se può centrare ho la lingua spesso patinata di colore giallo.
A questo punto non so cosa fare il mio medico mi ha detto che si potrebbe ma non mi consiglia una colonscopia perchè non ci sono altri aspetti che fanno pensare a qualcosa di grave.
Io vorrei sapere cosa può essere e che consigli mi date a tal merito.
Per concludere volevo dire anche che mi capita spesso anche dopo aver urinato nonostante mi asciughi bene di perdere delle gocce in modo particolare l'ho notato se dopo essere andato in bagno mi siedo.
In passato avevo fatto una ecografia e mi avevano trovato una leggera prostatite mi anno detto molto frequente tra i giovani, adesso il mio medico mi ha consigliato un orinocultura esame microscopico delle urine e una vsita urologica.
secondo voi sono collegate le due cose ho un po di paura nella mia famiglia non ci sono precessi di tumore al colon o alla prostata ( a parte mio nonno che ha 76 anni), spero che mi possiate dare un aiuto.
Grazie e saluti

[#1]  
2287

Cancellato nel 2006
Egregio sinore, concordo con il suo curante nell'indicazione all'esecuzione di una colonscopia anche se i sintomi da ei descritti sembrano ipotizzare la presenza di una sindrome del colon irritabile. Tale sindrome è un evento estremamamente comune ed è frequente soprattutto nei soggetti ansiosi. Vista la sua età starei tranquillo, ma mi sottoporrei comunque a tale esame. Successivamente sarebbe utile una valutazione gastroenterlogica più che chirugica. Per quanto concerne la sintomatologia urinaria sarebbe invece opportuna na rivalutazione urologica al fine di escludere una ripresa di fenomeni infiammatori alla prostata. Stia comunque tranquillo e cerchi di avere una dieta regolare. Cordiali saluti.
Dr. Kurihara

[#2]  
Dr. Enrico Guarino

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
AFFILE (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Caro Utente,dai sintomi che tu descrivi possiamo escludere a priori un problema neoplastico ma sono perfettamente d'accordo con i colleghi che consigliano l'esecuzione di una colonscopia questo soprattutto perchè la presenza di muco insieme ad un'alterazione della consistenza delle feci (anche se non hai descritto se sono aumentate le scariche) possono fare sospettare una patologia infiammatoria intestinale cronica. Queste patologie tendono ad acutizzarsi durante periodi di stress. Per quel che concerne la sintomatologia urinaria sicuramente può essere ricondotta ad un problema prostatico ma se siamo difronte ad un caso di proctite(infiammazione dell'ultimo tratto del intestino) si possono facilmente associare problemi di tipo urinario come ad esempio il tenesmo vescicale (stimolo frequente ad urinare)
enrico guarino
medico chirurgo
dr.enricoguarino@gmail.com

[#3] dopo  
Utente 243XXX

Vi ringrazio per le vostre risposte, io sono un soggetto ansioso e comunque "stressato" quindi in parte questo sicuramente contribuisce, la cura anche con i fermenti lattici sembra funzionare sono molto più regolare e non ho avuto problemi di muco, per fine luglio ho una visita dall'urologo precedeta degli esami chimici fisici e microscopici nonchè l'urinocultura che dovrò ritirare questo giovedì.
Per la colonscopia non so se aspettare o richiedere anche quella.
Vi terrò aggiornati.
Saluti e grazie