Utente cancellato
Buongiorno
Da qualche tempo soffro di prurito e bruciore dopo la defecazione.
Dal 2001 ad oggi (ultima volta nel 2008) ho avuto due episodi emorroidali l'ultimo con un piccolo trombo curati con Daflon.
Ad oggi
1 - non ho pedita di sangue
2 - forte prurito / bruciore all'atto e dopo defecazione
3 - quanto sopra mi è già succeso in passato
4 - ho letto su internet delle cose molto poco tranquillizzanti sul prurito / bruciore anale.
A seguito degli episodi emorroidali avuti, è possibile che si manifesti questo sintomo?
Per rendere molli le fei prendo da ormai 2 anni le pastiglie lassative le 12 erbe (3 al giorno)e ogni volta che vado in bagno cerco di lavarmi e/o di usare delle salviettine fresh & clean
Ringrazio per la vostra risposta
Buona giornata
Utente 108135

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Probabilmente la sintomatologia da lei descritta, che si manifesta alla defecazione, è legata alla malattia emorroidaria e, come in molti casi, anche all'uso di lassativi e prodotti igienizzanti
Una visita diretta ed una proctoscopia permetteranno al collega, che la visiterà, di poter confermare questo sospetto, di poter fare una precisa valutazione del suo problema emorroidario ed indicarle la terapia.
Ci tenga informati.
Saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Certo che è possibile. Una visita credo sia indicata per confermare la diagnosi e proporre una terpia. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#3] dopo  
108135

dal 2019
Buon giorno
Molte grazie per le sollecite risposte
Distinti Saluti
Utente 108135

[#4]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di nulla.
Saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#5] dopo  
108135

dal 2019
Buongiorno
Solo per informarvi che mi sono sottoposto a visita proctologica con il seguente esito:
eritema della cute perianale e del perineo irradiato al solco intergluteo.
rima (vima?) anale normale
tono sfinterico un po aumentato
non ragadi
alla proctoscopia emorroidi congeste, modesta proctite.
Terapia:
Antrolin pomata 2 applicazioni / giorno
Lavaggi con Fisian liquido
Distinti Saluti
Utente 108135

[#6] dopo  
108135

dal 2019
Buongiorno
La presente nota solo per aggiornarvi.
Mi sono sottoposto a visita proctologica con il seguente esito:
Eritema sulla cute perianale e del perineo, irradiato al solco intergluteo. Rima (vima?) anale normale, tono sfinterico un po aumentato, non ragadi.
Alla proctoscopia emorroidi congeste, modesta proctite.
Terapia:
lavaggi con Fisian liquido
Antrolin pomata 2 applicazioni / giorno
Distinti Saluti
Utante 108135

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Grazie per l' aggiornamento.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#8]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente

I sospetti sono stati confermati dalla visita specialistica.
In molte occasioni l'uso o l'abuso di prodotti per l'igiene intima e dei lassativi esacerbano la sintomatologia legata alla malattia emorroidaria di base ed innescano queste fastidiose dermatiti perianali.
E' buona norma evitare le autoprescrizoni, i consigli dell'amico o del farmaciata.
Far sempre precedere la visita all'uso dei famaci.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#9] dopo  
108135

dal 2019
Buongiorno
Torno mio malgrado a disturbarvi per quanto segue:
Da lunedì scorso 25/07 ho cominciato ad avvertire fastidio nella zona anale che ho attribuito alla ricomparsa (ne ho già sofferto e sempre nella stessa posizione) di emorroidi, poi ieri 27/07 a seguito sforzo durante l' evacuazione ho perso un po di sangue e la cosa mi ha allarmato.
Ieri sera al rientro dal lavoro mi sono accuratamente lavato e con le dita ho sentito un piccolo rigonfiamento (come la volta precedente) nell'ano.
Dopo la perdita di sangue rosso vivo di ieri mattina, non ho più avuto particolari problemi, ieri sera e questa mattina la carta igienica era velata di rosa, e a seguito evacuazione di questa mattina (ieri però ho preso 3 pastiglie alle erbe per ammorbidire le feci) non ho perso sangue (no ho dovuto spingere); poco fa a seguito controllo ho trovato la carta leggermente velata di rosa molto chiaro. Da ieri sera dopo essermi lavato ho applicato una pomata di nome Antrolin che avevo a casa.
Precedentemente, in questi ultimi 3-4 anni ho sofferto di episodi emorroidali (sempre confermati da visita proctologica), uno abbastanza forte nel 2008 con una piccola trombosi emorroidaria e perdita di sangue durata qualche settimana e curata con Daflon poi l'episodio di cui ai messaggi precedenti. Una costante della mia evacuazione è il bruciore ed il dolore (non sempre ma spesso).
Purtroppo, come avrete già intuito, sono anche un soggetto che si spaventa; a seguito dei precedenti episodi penso di avere una mia storia emorroidaria, ma vorrei anche un parere da parte vs. l'anonimato di questo sito mi rende più facile ammettere la mia insicurezza su questo tipo di argomenti.

[#10]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La nuova sintomatologia suggerisce la necessita' di una rivalutazione proctologica, senza allarmarsi.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Penso che tale sintomatologia sia legata al suo, già diagnosticato, problema emorroidario.
Vista la frequenza con la quale tale sintomatologia si ripresenta, concordo sulla necessità di una rivalutazione del suo problema per una eventuale soluzione chiururgica.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
108135

dal 2019
Grazie molte Dottori per la pronta risposta
Distinti Saluti
Utente 108135

[#13]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di nulla.
Restiamo in attesa di sue notizie
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#14] dopo  
108135

dal 2019
Buonasera,
Mi sono sottoposto in data odierna a visita proctologica con il seguente esito:

Rima anale normale
Tono sfinterico accentuato
esiti di trombosi emorroidaria nel canale anale a ore 19

Il Proctologo che mi ha visitato è lo stesso della visita precedente, questa volta non ha ritenuto necessario l'utilizzo del proctoscopio.

Terapia consigliata:
Antrolin pomata 2 volte / giorno
Daflon 500 4 cp / giorno per 7 gg.

Distinti Saluti
Utente 108135

[#15]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Segua i consigli di chi ha eseguito la visita.
Auguri di pronta guarigione
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#16] dopo  
108135

dal 2019
Buongiorno e grazie per la sua risposta, seguirò sicuramente i consigli ricevuti.
Approfitto ancora del suo tempo e me ne scuso solo per sottoporle alcune domande / riflessioni:
A seguito di quanto sopra e dell’esito dell’ultima visita ritengo di essere affetto da malattia emorroidaria giusto?
Essendo tale malattia vascolare, ed essendomi sottoposto a safenectomia, posso ritenere che le emorroidi sono frutto di una mia predisposizione a disturbi vascolari?
A che età bisogna sottoporsi a colonscopia?
Distinti Saluti
Utente 108135

[#17]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La malattia emorroidaria è legata al cedimento del rivestimeno della parete rettale che permette lo scivolamento verso il basso ed all'esterno del tessuto emorroidario. La dilatazione e la congestione dei vasi, che costituiscono il tessuto emorroidario,è dovuta a tale dislocazione a differenza della patologia varicosa della safena, dove il danno e nel vaso a carico delle strutture valvolari presenti in tale distretto venoso.

L'età, alla quale un individuo deve sottoporsi a colonscopia, dipende dalla sintomatologia o dai fattori di rischio come la familiarità per malattia neoplastica. Inoltre la colonscopia è consigliata in tutti quei pazienti asintomatici che presentano una positività di sangue occulto nelle feci.
In linea generale in pazienti che non presentano sintomi o fattori di rischio dovrebbero effettuare una ricerca di sangue occulto, secondo alcuni programmi di screening, dopo i 50 anni ogni due anni fino al 69 anno.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#18] dopo  
108135

dal 2019
Molte grazie Dottore per la pronta risposta
Distinti Saluti
Utente 108135

[#19]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di nulla
Saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#20] dopo  
108135

dal 2019
Egr. Dottori buongiorno, mi permetto di disturbarvi ancora in merito alla malattia emorroidaria, ieri a seguito di evacuazione indotta con un microclisma, mi si e gonfiata un emorroide esterna dolente alla palpazione e secondo me grossa (la si sente bene col dito tra i glutei). Prima di andare a dormire ho preso 2 daflon 500 come prescrittomi in precedenza, il proctologo che mi ha visitato in passato riceve di venerdi, fino ad allora io prenderei 6 daflon giorno e magari delle pastiglie tipo 12 erbe per mantenere le feci molli ed evitare sforzi all evacuazione, e'corretto? Camminare puo aiutare lo sgonfiamento o riassorbimento dell'emorroide?
Grazie per l'attenzione e distinti saluti

[#21]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non facciamo prescrizioni,.
Il dosaggio dei farmaco indicato è stato ridotto a due compresse nelle 24ore. Dosaggi maggiori non hanno dimostrato una aumentata efficacia.
Il tutto è anche riportato nel bugiardino del prodotto.
È la sedentarietà a nuocere.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#22] dopo  
108135

dal 2019
Buon giorno Dottore e grazie, nel frattempo, proprio questa mattina il trombo che fino a ieri era duro e dolente deve essersiin parte rotto, ho perso sangue rosso vivo ma sto molto meglio.
Ora al tatto ho ancora un piccolo rigonfiamento ma ripeto piu piccolo rispettoa ieri e morbido, penso che la situazione stia evolvendoverso una risoluzione.
Potrebbe essere utile una pomata lenitiva a questo punto?
Grazie ancora per l'interessamento
Cordiali Saluti

[#23]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ottimo. No, a ferita aperta farei solo semicupi.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#24] dopo  
108135

dal 2019
Buonasera dottore, un ultima cosa, il sanguinamento rosso vivo dura da questa mattina
e'normale in questi casi? si risolve da solo? al tatto come dicevo il trombo e'di consistenza piu morbida, il mio timore e'che si riempia di nuovo tornando ad indurirsi.
Grazie
Distinti saluti

[#25]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si,di solito si ferma da solo in breve tempo.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#26] dopo  
108135

dal 2019
Buonasera e grazie
Buon fine settimana

[#27] dopo  
108135

dal 2019
Dottore buongiorno, va molto meglio, ieri ho camminato a lungo senza problemi / dolore, resta solo l'imbarazzante emorragia continua più o meno copiosa in vari momenti della giornata (+ copiosa alla mattina appena sveglio, meno dopo aver camminato). Questa mattina ho parlato col mio medico di base relativamente al sanguinamento; mi ha detto di aspettare ancora qualche giorno e che dovrebbe risolversi; il fatto è che tale sanguinamento è abbondante e continua da venerdì scorso 21 giugno (oggi ho ripreso il lavoro ma ho dovuto utilizzare un assorbente)
Sono sicuro che il sangue proviene dal trombo in quanto lo stesso è più piccolo e non duole e inoltre, dopo essermi accuratamente pulito, appoggiandovi sopra la carta igienica la stessa si sporca.
Vorrei solo condividere con lei quanto segue:
1) la posizione del trombo che è continuamente sollecitato dai movimenti può essere causa del fatto che si rimargina lentamente?
2) se il trombo non è completamente assorbito / svuotato può continuare lo stillicidio giusto?
3) con le dovute cautele può essere utile cercare di spremerlo quando faccio il bidet?
Mi scusi per il disturbo e grazie

[#28]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si certo, è una zona delicata.
Si, ma lentamente si ferma.
Non è utile traumatizzare.

Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#29] dopo  
108135

dal 2019
Grazie molte Dottore
Buona giornata

[#30] dopo  
108135

dal 2019
Buonasera, la presente per informarla che mi sono sottoposto a visita proctologica con il seguente esito:
esiti di trombosi emorroidaria da strozzamento ulcerata a ore 19/20
tono sfinterico aumentato
si evita la proctoscopia programmata al prossimo controllo a fine settembre
terapia: mi e'stato sospeso il Daflon, il medico ha detto che 6 Daflon/giorno per 15 gg era una cura troppo importante, mi ha prescritto l'uso della pomata Antrolin per il tono sfinterico e mi ha detto che devo tenere le feci morbide
Mi ha detto inoltre che mi restera'una marisca.
Ad oggi non ho piu sanguinamento ed il trombo, al tatto durante l'igiene si sta riducendo.
Ho solo tre domande:
generalmente in quanto tempo si riassorbe completamente il trombo?
la marisca e'una cicatrice?
Io ho un vita purtroppo sedentaria (ufficio piu, causa distanza, 2 ore giorno di macchina), faccio 2-3 ore alla settimana di camminata nordica e non uso mai gli ascensori, quale e'l'attivita'fisica piu indicata?
Grazie e distinti saluti

[#31]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Dipende dalle dimensioni, in genere un mese.
No, la marisca è una appendice cutanea perianale.
Puo' fare l' attività fisica che desidera, se non ha sintomi. Certo bicicletta e moto sarebbero da limitare o evitare.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#32] dopo  
108135

dal 2019
Grazie molte Dottore e Buona Serata