Utente 161XXX
dove si trovano le papille anali? quante ne abbiamo? e quale è la loro funzione?l'asportazione di 1 o più papille cosa può comportare? grazie

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Le papille anali si trovano in corrispondenza della linea dentata (quella che separa l'epitelio dalla mucosa) e sono di frequente riscontro nella popolazione. La loro importanza deriva dal fatto che possono ingrandirsi ed arrecare fastidio alla defecazione, nel qual caso puo' esserne indicata la rimozione. Possono associarsi ad altre condizioni morbose del canale anale (per esempio alle ragadi) e vanno distinte da altre escrescenze di diversa natura (marische emorroidarie, condilomi, etc.).
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 161XXX

Gentile Dr.
Grazie x la risposta celere!
Dato il bruciore anale interno + sensazione di irritazione insopportabile ho fatto 1 videoproctoscopia digitale: Da questa è emerso che c’è infiammazione su ca 3 cm del canale anale e mi è stata riscontrata una "lesione polipoide (lesione malpighiana?) sopra una emorroide"! A parere del medico il mio retto la riconosce come corpo estraneo da espellere. Sec. lui questa lesione è la causa dell 'nfiammazione della mucosa Mi ha detto di
continuare con cortisone x sfiammare e poi è da togliere questa lesione.
Quando il medico mi tocca con la sonda questa escrescenza mi fa malissimo. Questo punto lo sento tutto il giorno (durante la defaczione, anche se non c'è defecazione, durante il passaggio di aria) come avere un pungiglione nell’ano! mi sento tutta irritata per tutto il giorno!! Non sembrano esserci ragadi o altre cose, solo un po’ di congestione. (mi sono già operata di THD 1 anno fa!)
Ho fatto già tutti gli esami proctologici possibile, dai quali non è emerso granché!
Dopo 9 settimane di Topster (6 di clismi + 2 di stop + 3 sett di supposte) al controllo (da un altro medico per avere un secondo parere) mi è stato detto che l’infiammazione non c’è più, la mucosa è di colore rosea, ma ci sono ancora alcune papille anali ipertrofiche di cui una appunto dolorante
1) Mi chiedo perché un medico parla di ”lesione polipoide ” e non di papilla anale, mentre l’altro dice che è 1 papilla anale ipotrofica?
come si fa a capire come dice lei se si tratta di una papilla o 1 marischa emorroidaria o 1 condiloma? Dispongo anche di un video + foto qualora lei fosse a disposizione per vederle con i suoi occhi!

2) Mi permetto di chiederle alcuni chiarimenti in merito all’intervento stesso:
A) Il medico della video- proctoscopia diceva che avrebbe “sacrificata” tutta la emorroide sulla quale si trova questa “lesione”, tagliando a cono, e riposizionando successivamente la mucosa incisa sottostante: questo perché avrei sentiti meno dolore post –ope. E poi essendo io soggetta al rigonfiamento delle emorroidi , avrei altrimenti sentito sempre in futuro tirare la cicatrice del taglietto sopra l’emorroide. L’intervento sarebbe senza epidurale, solo con anestesia locale.
B) L’altro toglierebbe solo la papilla stessa
Volevo sapere secondo lei quale metodo è “più giusto” ? o in che modo mi opererebbe lei?
Grazie mille!!

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
1. La papilla anale ipertrofica si presenta simile ad un polipo ed e' quindi per questo motivo che viene detta anche "polipo anale". La diagnosi differenziale con marische o condilomi si basa sull'osservazione diretta da parte di uno Specialista.
2. Rimuovere la papilla puo' essere sufficiente, ma se c'e' anche un'emorroide si puo' cogliere l'occasione per toglierle entrambe. Non saprei dirle pero' come mi comporterei io: per questo bisognerebbe visitarla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 161XXX

Salve!
Soffro di gonfiore addominale (causa stitichezza; prendo 12 bustina di Movicol al giorno, mangia tante fibre, frutta e verdura che poi mi causano gonfiore!). Quindi praticamente tutti i giorni soffro di flatulenza.
Questo continuo “stimolo” della parte al passaggio dell’aria potrebbe causare nel tempo infiammazione del canale anale o l’infiammazione delle papille anali?
E’ da 2 anni che sto cercando la causa di questa infiammazione, avendo già fatto tutti gli esami + terapie possibili, mi sto scervellando per capire cosa può essere!
Grazie

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
12 bustine di Movicol? Spero sia un errore di scrittura...
Comunque il passaggio di gas non e' responsabile delle infiammazioni anali.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 161XXX

mi scusi volevo scrivere mezza bustina!

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ah, ecco... Mi pareva!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente 161XXX


Salve Dott
come già accennavo ho 1 (forse 2) papille anali ingrossate, infiammate. Una è molto doloroso al tatto.La sento tutto il giorno (anche se non c’è evacuazione, come avere un pungiglione all’interno dell’ano).
Dopo 8 + 8 settimane di Topster, l’infiammazione del canale va meglio, ma la papilla NON è migliorato molto. La sento di meno, ma la sento!Quindi avrei deciso di farmela (o farmele) asportare.
Le chiedevo in che cosa consiste l’asportazione? Viene tagliata? Poi viene anche dato un punto? Il post intervento è molto doloroso? Cosa mi devo aspettare?
La cicatrice che si formerà può causare problemi negli anni?
Quali possono essere le eventuali conseguenze negative (se proprio devo pensare negativo!)?
Grazie

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Normalmente si puo' asportare con il bisturi, poi la ferita viene chiusa con un punto di sutura: se ben condotto questo intervento non causa periodi post operatori particolarmente gravosi, ne' complicanze di rilievo per il paziente.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente 161XXX

Salve Dr.
Mi è venuto 1 dubbio atroce
Cerco sempre di tenere le feci morbide, mangio molte fibre (All brains, semini
di lino, pane e biscotti ai cereali etc), frutta e verdura!
Le feci hanno 1 consistenza (non è dissenteria) , però vedo che a pulizia dopo
l’evacuazione è molto “lunga”. Ma non è che x caso le feci troppo morbide vanno ad “intasare” le cripti che poi si infiammano e mi hanno infiammato anche la papilla? Fa senso questo?
Chiedo questo perché alcuni medici (in certi momenti) mi avevano anche riscontrato una criptite. Mentre altri dicevano che la criptite non ha senso!
Grazie per la sua apprezzatissima opinione

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Stia tranquillo: non sono le feci morbide a causare eventuali guai...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#12] dopo  
Utente 161XXX

Salve Dr! Mi permetto di sottoporre alla sua attenzione 1 quesito da parte del mio
medico curante: in alcuni dei referti precedenti mi era stata riscontrata 1
criptite. E’ mai stata presa in considerazione l’infiammazione delle cripti sia
pure in assenza di ascesso (eco endoanale è negativa)? Criptite che potrebbe essere diventata cronica e resistente
alla terapia topica e necessitare di intervento?grazie


[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi scusi, ma come posso risponderle alla prima domanda? Io non lo so se e' stata presa in considerazione l'infiammazione delle cripte: dovrebbe domandarlo al suo Curante... Alla seconda domanda rispondo invece che la cronicizzazione e la resistenza ai farmaci sono fenomeni teoricamente possibili.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#14] dopo  
Utente 161XXX

mi scusi ha ragion, ho posto male la domanda!come si fa la diagnosi della criptite? si vede con sicurezza con 1 anoscopia?

[#15]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Con l'anoscopia e' possibile vedere le cripte di Morgagni congeste e le papille ipertrofiche, per cui in linea di massima la diagnosi di criptite si puo' fare con questo mezzo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#16] dopo  
Utente 161XXX

grazie. in generale, la criptite è la conseguenza delle papille ipertrofiche o è la criptite che causa le papille ipertrofiche? cioè secondo lei una volta che mi hanno tolto le papille ipertrofiche ho qc speranza che si risolva anche la criptite?grazie

[#17]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'intervento consiste nelll'incidere e/o diatermocoagulare la cripta infiammata, ma e' un metodo che si utilizza soltanto quando la terapia medica davvero non riesce ad ottenere risultati.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#18] dopo  
Utente 161XXX

Salve Dr!
Mercoledì scorso ho fatto 1 piccolo (?) intervento : x quello che ho capito mi hanno tolto 1 polipo, 3 malformazione anali e 1 emorroide.
3 giorni dopo l’intervento si era formata esternamente 1 piccola punta gialla (medico ha detto FIBRA?) che mi ha dovuto incidere. Da quando è stata incisa si è formato un nodo gonfio, grosso duro e dolorosissimo. una piccola piccola punta gialla è rimasta.
Ora sono in uno stato pietoso! Oltre al dolore delle ferite interne (evacuazione è terrificante!!!), ho questo nodo esterno. Ma sec lei di che cosa si tratta?
Sec lei posso fare delle punture di Prisma x scioglierlo? In passato ho già fatto il Prisma e mi sono trovata benissimo!
Dopo l’intervento mi potrebbe dare problemi di sanguinamento? Ho ancora qc piccola perdita di sangue
Grazie


[#19]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sanguinamento e dolore sono del tutto normali in questa fase. Di certo non posso darle indicazioni terapeutiche senza visitarla, ma in ogni caso credo che dovrebbe avere ancora un pochino di pazienza...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com