Utente 281XXX
Buongiorno dottori. se è possibile, volevo un consiglio riguardo la degenza non molto positiva di mio marito, il quale tre mesi fa, ha subito un intervento all intestino. Spiego brevemente la questione..Dopo varie analisi ed esami, in estate sono stati diagnosticati dei diverticoli che avevano provocato una stenosi d circa 6cm.dopo una cura antibiotica e antinfiammatoria, è stato operato in laparoscopia ma l intervento è risultato piu lungo del previsto in quanto l intestino , molto infiammato, s era attaccato alla vescica, all appendicite ed a tutti i tessuti, per cui solo x scollarli e non provocare ulteriori danni, l operazione è durata quasi sei ore!!!
Il post è stato un continuo di piccole complicanze...prima una fistola all interno della ferita d 2 mm che solo con il digiuno e l antibiotico s è richiusa...poi un versamento al cuore che per fortuna è rientrato...ma ora, a distanza di tre mesi esatti dall operazione, mio marito ancora non si è ripreso...anche perchè ha da 15 giorni una febbre strana (38,5 fino a qualche giorno fa, che a volte passava senza l assunzione di medicinali, mentre da tre giorni si mantiene stabile a 37) e dei forti dolori alla pancia iniziati contemporaneamente all’assunzione del farmaco asacol.
Dalla tac si è evidenziata un ispessimento e flogosi del colon discendente fino all’anastomosi che secondo i vostri colleghi porta la febbre... nelle feci (ancora liquide) sono presenti molti leucociti e muco ma la maggior parte degli esami sono negativi. insomma tutto fa pensare a niente d grave, ma sinceramente sono molto dubbiosa sulla situazione attuale, anche perche mio marito non riesce a recuperare peso.
vorrei chiedere a questo punto.. è probabile la diagnosi e la spiegazione che hanno dato i vostri colleghi???o sono necessari ulteriori esami???la cura che sta facendo può portare tali disturbi?la colonoscopia a tre mesi dall operazione può essere effettuata per vedere le mucose interne ed eventualmente scoprire la presenza di batteri????scusate se sono stata poco precisa nei termini e forse anche un pò prolissa.
cmq la sua attuale terapia è empirica con metronidazolo ed è la seguente: 3 pillole asacol al di + 3 di antibiotico vagilen + fermenti lattici + una supposta la sera sempre d asacol!
vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità e in attesa d risposta vi porgo i miei cordiali saluti!

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La terapia alla quale attualmente viene sottoposto suo marito è compatibile con la diagnosi di malattia infiammatoria dell'intestino. Al di là dunque dei diverticoli infiammati e della complicanza causata di questi ultimi (la stenosi per cui è stato operato) credo che l'attuale situazione derivi proprio da questa malattia, che potrebbe facilmente avere delle caratteristiche di cronicità. Del resto l'intervento subito sembrava inevitabile, visto che una stenosi completa sarebbe incompatibile con la vita... In sintesi credo che l'unica cosa da fare sia proseguire i controlli come suggerito dai Colleghi (anche endoscopici) e ovviamente la terapia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 281XXX

la ringrazio di cuore dott .Spina! proprio oggi gli hanno detto che a breve dovrà fare una colonoscopia per maggiore sicurezza e capire se sotto qualche tessuto , appunto, come spiega anche lei , c è qualcosa da cui deriva la cronicità dell infiammazione! se mi posso permette ancora a disturbarla, le farò sapere!grazie ancora

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Come supponevo...
Va bene, nessun problema, noi siamo qui.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dott spina, sono disperata, xkè stamattina dalla colon ke hanno eseguito a mio marito è emersa un'occlusione proprio sulla parte operata...in pratica quella fistola creatisi dopo l intervento che poi si è richiusa solo mediante digiuno, ha continuato a cicatrizzarsi o non so ke, provocando questa seconda stenosi.ora l hanno ricoverato xkè si rischia il blocco intestinale anche se hanno messo gia le sacche di alimentazione, e solo martedi si proverà a fare un particolare trattamento dilatatorio x evitare la seconda operazione a cielo aperto.m dica, se può,va bene questo iter...????io non so ke dire e pensare...so solo ke sono sconfortata!grazie mille

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Al momento non c'è una vera e propria occlusione (perché altrimenti suo marito sarebbe stato portato di corsa in sala operatoria!) ma una situazione di ulteriore stenosi che spesso, con un termine poco appropriato da un punto di vista chirurgico, può essere chiamata di "sub-occlusione". Al momento l'unica cosa da fare è di monitorare il paziente, come stanno facendo, per cogliere al volo eventuali segnali di peggioramento; e nel frattempo programmare una dilatazione endoscopica, ovviamente se ci si riuscirà e se si farà in tempo. In alternativa, purtroppo, c'e' solo l'opzione chirurgica che suo marito già conosce bene: è chiaro che i Colleghi faranno di tutto per scongiurarla, ma tenga conto che, come la volta precedente, un intervento del genere sarebbe da considerarsi necessario e, di fatto, "salvavita".
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 281XXX

grazie mille dottore!onestamente sono molto demoralizzata xkè temo ulteriori complicazioni..e sinceramente da ignorante in materia , m viene da pensare ke forse sarebbe meglio subito un secondo intervento...anche cn la conseguenza di eventuale sacche x le stomie..(non so se ho scritto bene ).
la parte dove si è creata questa sub occlusione è la stessa di quella di 3 mesi fa...risulta molto infiammata e serrata..e magari proprio essa era la causa della febbre ed i forti dolori...(?)
allora m domando se è necessario un tentativo, e di come ho capito, ripetuto , di dilatazione, o se è piu opportuno un intervento d urgenza...anche xkè mio marito da ormai 4 giorni non riesce a defecare...e questo mi spaventa...
ovviamente saranno i suoi Colleghi a sapere la cosa piu giusta da fare e a valutare il procedimento adatto...
mi scusi dottore, se magari mi sono ancora spiegata male nei termini e ancora una volta sono stata prolissa,mentre invece la ringrazio ancora di cuore e le farò sapere come procede.
cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Se suo marito non riesce a produrre feci non è ancora un buon motivo per sottoporlo ad un intervento d'urgenza, visiti i rischi che questo comporta. Soltanto quando l'alvo sarà chiuso anche ai gas si dovrà prendere per forza una tale decisione, costi quel che costi; ma finché si può ancora sperare in un altro tipo di soluzione è corretto aspettare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente 281XXX

si..ha ragione..è giusto sperare e aspettare!sono tre mesi ke leggo articoli attinenti a tale argomento..e forse sto sbagliando..xkè con la testa e con i pensieri si va oltre!
la terrò aggiornata su tutto.
grazie
cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Posso immaginare la sua apprensione: la situazione non è facile. Ma c'è margine per continuare a sperare!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore...oggi giornata d "se, forse, ma"..mio marito ha fatto un'altra tac..x vedere il livello d infiammazione..i radiologi e d i gastroenterologi dicono ke il processo di dilatazione non ha senso e forse potrebbe peggiorare la situazione in quanto l intestino è messo male con l infiammazione..
i suoi Colleghi, invece, lo vorrebbero tentare mentre mio marito vuole subito l intervento...
io sono veramente demoralizzata e le dico la verità, anke molto spaventata!non so quanto è rischiosa qsto tipo di seconda operazione infatti tra poco andrò a vedere in cosa consiste ..ho capito solo ke l intestino starà a riposo un paio di mesi e quindi sarà necessaria l applicazione di una "sacca", che m auguro sia temporanea!
oggi è stata un altro giorno di tensione...di ansie..di pensieri brutti...il mal di stomaco aumenta, ma si sorride lo stesso per la mia bambina...bho, dottore, certe cose forse non si possono spiegare..
una piccola nota positiva è ke cmq un pò stanotte, un pò oggi, mio marito è riuscito ad andare di corpo...
domani si decide il da farsi...
grazie dottore, come al solito la terrò aggiornata..
cordiali saluti

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Situazione difficile. Per suo marito, per lei, ma anche per i Colleghi, mi creda, che sono chiamati a prendere una decisione tutt'altro che facile, tutt'altro che scontata.
Teniamoci in contatto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#12] dopo  
Utente 281XXX

guardi..io non sono arrabbiata cn i suoi Colleghi e non m permetto a dare colpe e responsabilità a nessuno..(e mi verrebbe anke spontaneo visto ke sono un avvocato e faccio congetture su congetture..), ma da profana, quando si ha la febbre dopo 2 mesi di distanza dall operazione, un pò anormale è...ed è qui, FORSE, ke c è stata una leggerezza e superficialità nell affrontare la situazione..
ora ho solo paura dottore...e tutto quello ke mi viene da dire è ke domenica salgo a roma x stare vicino a mio marito e sperare ke questa volta vada bene...
grazie x avermi ascoltata..
cordiali saluti...

ps.se può..mi dica la verità.. quanto rischio c'è, ke nn vada a buon fine il tutto??grazie

[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sono situazioni che possono essere risolte, ma i rischi ci sono: in tutti i casi siamo di fronte a procedure rischiose, e questo lo sa anche lei. Sulle responsabilità non posso pronunciarmi perché non ho la minima idea di come siano andate le cose: voglio solo ricordarle che il Medico cura, ma e' Dio (o la natura, come preferisce) che guarisce...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#14] dopo  
Utente 281XXX

oddio, nn era mia intenzione "parlare male" dei Medici!è solo un pensiero ke ho fatto, dato ke la situazione attuale non era proprio quella ke immaginavo dopo tre mesi...
in questo momento non sono in grado , nè ho la competenza, di mettere in discussione niente o l operato di nessuno...oggettivamente la realtà è questa..x cui, se il medico cura e dio o la natura guarisce, allora m auguro ke la guarigione ci sia!
m scusi se, in qualke modo, non sono riuscita a spiegarmi...
continuerò ad aggiornarla...
grazie.
cordiali saluti.

[#15]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ma non si deve preoccupare, sono pensieri più che normali. In questo momento uno le pensa di tutte, immagini se non posso comprenderlo!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#16] dopo  
Utente 281XXX

ok..e appunto, le penso tutte!!!ora basta leggere questi articoli anke xkè il mio mal di stomaco aumenta!!!
le farò sapere quando mio marito verrà sottoposto al secondo intervento..
buona serata dottore.
grazie.
cordiali saluti.

[#17]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Bene.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#18] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore...oggi peggio di ieri....stamattina hanno proposto a mio marito d fare una stomia, credo, che però verrebbe applicata nella parte sana dell intestino, sacca ke durerebbe circa tre sett x poi tentare la dilatazione, sperando ke nel frattempo l intestino si sfiammi...non lo so dottore, ke si dovrebbe fare secondo lei...?dire ke sono disperata è poco!!!

[#19] dopo  
Utente 281XXX

dottore, scusi se anke di sabato la vado a stressare ...volevo informarla ke poi alla fine stanno facendo in questo momento il procedimento sopra descritto..non so come si kiama, ma da quello ke ho capito x telefono(xkè io nn m trovo li), metteranno una sacchetta x far riposare l intestino...dopo un mese circa, se questo s sarà sfiammato, proveranno a fare le dilatazioni...altrimenti si opterà x l unica soluzione rimasta ossia l intervento vero e proprio.
bene...è dalle 12 e mezza ke sono entrati in sala operatoria...ancora niente...impazzirò!!!!
grazie
cordiali saluti.

[#20]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Anche quello che sta facendo in queste ore è un'intervento vero e proprio: lo scopo è quello di deviare le feci verso una sacca applicata esternamente al corpo. In questo modo si lascia a riposo la parte a valle del tubo digerente, non più percorsa dalle feci, sperando in una sua guarigione. Tra un mese (ma non è infrequente che questo intervallo diventi più ampio) si potranno prendere decisioni diverse a seconda di come il paziente risponderà alla procedura attuata.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#21] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottor spina...finalmente sono un attimo piu rilassata...
mio marito fino a quando sn riuscita a rimanere in contatto cn sua sorella, stava cosi cosi, ovviamente era pieno d dolori ma credo sia normale...cn lui ho parlato un minuto anke xkè purtroppo, x mancanza d posti, l hanno dovuto mettere in terapia intensiva dove sa benissimo ke nn si può parlare.. domani lo dovrebbero spostare...
spero ke questo tentativo sia stato il piu idoneo viste le sue condizioni...anzi m ha detto il suo Collega kirurgo, ke l intestino non era infiammato cosi tanto come si supponeva...questo penso sia positivo x un riposo dello stesso piu tranquillo...la stomia applicata(ora mi viene il dubbio se a destra o a sinistra!) effettivamente, come lei sopra ha affermato, dovrà essere tenuta qualche mese in piu...
comunque domani sarò a roma e mi renderò conto di questa situazione..
appena potrò la terrò ovviamente aggiornato, ma nn avendo il pc con me, sicuramente mi rifarò sentire tra qualche giorno.
io la ringrazio ancora dott.spina..
cordiali saluti

[#22]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Anche se in corsia ci fosse stato un letto libero la scelta di monitorare un paziente operato, almeno per la prima notte, nel Reparto di Terapia Intensiva sarebbe stata comunque una scelta saggia; direi spesso opportuna, in certi casi. In sostanza ne deve essere contenta, anche se capisco che la voglia di parlargli o di stargli vicino può essere tanta.
Adesso comunque c'è soltanto da attendere. E sperare per il meglio, naturalmente...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#23] dopo  
Utente 281XXX

buonasera Dott. Spina, come sta?
io sono tornata stamattina e ancora devo capire se sono rientrata fiduciosa o piu scoraggiata di prima..
la situazione di mio marito è la seguente: sabato durante l intervento ,i suoi Colleghi hanno trovato nuovamente una parte infiammata, dal sigma sul quale si era intervenuti la prima volta, fino alla parte superiore dell intestino, anke se nn so quanto è lunga, ma so di certo ke nn è tanto forte come invece supponevano i radiologi.
la colostomia è stata fatta a destra e credo sia ascendente ..la stomia ha già iniziato a funzionare parecchio, solo oggi poca cosa...mentre ancora da dietro, quando si alza, sta espellendo un pò di sangue misto a muco e residui ke hanno detto sono normali xkè pur pulendo tutto l intestino, un pò di materiale è rimasto!!!
la sua terapia attuale è fatta da antibiotici, una flebo di ferro e cortisone,ke mi hanno detto servirà x sfiammare bene la zona colpita...
ancora si sta alimentando con una sacca di 2000 calorie e solo oggi a pranzo gli hanno passato un pò di semolino..
lui ha , a distanza di 5 giorni , un pò di dolori di pancia, a volte fittarelle, a volte veri e propri movimenti intestinali, ma soprattutto , ed è questo ke mi manda ko, la febbre, ke solo martedi è arrivata a 38, 5, sennò, anke fino a poco fa si mantiene non superiore a 37,5, ma non è costante...
l addome lunedi pomeriggio era duro, poi molto morbido o come dite Voi, "trattabile" ed ank io l ho sentito.
già ho imparato a lavare e cambiare la sacca...non ho avuto impressione di vedere o toccare l intestino ..sono stata molto forte ..
se può darmi un parere, lei cosa ne pensa di questa situazione???
grazie e cordiali saluti.
ps..mi sono dimenticata di dirle ke martedi ha fatto anke un'ecografia ed è emersa una'ansia intestinale a sinistra..

[#24]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Quest'ultima frase è incomprensibile: che vuol dire che "è emersa una'ansia intestinale a sinistra"? Tutti noi abbiamo le anse intestinali, sia a destra che a sinistra: probabilmente quest'ansa di cui lei parla presentava qualcosa di anomalo, ma non si capisce cosa...
Per il resto bisogna essere fiduciosi: la situazione rimane difficile, anche per via della febbre, come giustamente ha rilevato anche lei. E soprattutto bisogna convincersi che quanto è stato fatto riflette fedelmente l'unica strada terapeutica possibile, visite le condizioni pre-operatorie. Niente ripensamenti, quindi: non c'era scelta, c'era da salvare una vita... Adesso speriamo che suo marito si riprenda!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#25] dopo  
Utente 281XXX

non so cosa significa quest ansa intest.cosi hanno detto i medici quando è andato a fare questa eco.io con il suo Collega chirurgo ho parlato solo la prima sera ke sono arrivata, poi ha avuto un problema e solo domani tornerà in ospedale per cui non so se ha già visto l ecografia..
la febbre secondo me non può essere ancora di post intervento...loro la spiegano xkè persiste l infiammazione...
ma mi domando se quest ultima mai se ne andrà...la degenza è lunga...
grazie cordiali saluti

[#26]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Le sue sono considerazioni tutte sostanzialmente corrette. Ora c'e' comunque solo da attendere e sperare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#27] dopo  
Utente 281XXX

una cosa è certa...se da qui a 10 giorni persiste la febbre, qualcosa di sbagliato o di anomalo c'è..intanto tutti gli esami sono negativi..fin ora..!
anke se x un pò la vita mia e di mio marito si modificherà, l unica cosa ke ci resta è l attesa,la pazienza...e la speranza!
lui non sta accettando di avere questa stomia esterna..anke xkè è inutile nasconderlo ma è un disagio...
ma la forza di volontà a volte aiuta anke a star meglio fisicamente x cui ha ragione lei, nn c resta ke attendere e sperare!!!!
se tutto andrà bene in ospedale,poi si penseranno alle famose dilatazioni...in un centro specializzato in questa tecnica!
grazie, cordiali saluti

[#28]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certamente. Comunque la febbre non durerà dieci giorni: i Colleghi troveranno il modo di debellarla prima...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#29] dopo  
Utente 281XXX

speriamo!!!!cma la tengo aggiornata...
buona serata
grazie
cordiali saluti

[#30]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Senz'altro!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#31] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dott. volevo dirle ke ieri quando parlavo di ansa intest. forsee m sono sbagliata--cioe i medici l hanno definita ansa distesa in quanto ancora non era partita la peristalsi...
la stomia sta funzionando ormai da giorni...e le urine sono molto abbondanti...stamattina niente febbre...
grazie e cordiali saluti
ps .una domanda se mi può rispondere...è vero ke nn è possibile effettuare una risonanza sull intestino o cmq sull addome???xkè sono dei tessuti molli???io mi ricordo ke quando mia madre si operò al surrene x una ciste di natura benigna dopo eco e tac subito il Chirurgo le consigliò una risonanaza con mezzo di contrasto sulla addome...mio marito ha eseguito solo 7 tac ed ecografie... grazie

[#32]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La RMN vede meglio alcune strutture, la TC altre, l'Rx altre ancora: dipende da qual'è lo scopo che si desidera raggiungere: nel caso di suo marito anche io credo che la RMN sia sostanzialmente inutile.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#33] dopo  
Utente 281XXX

ok grazie dottore! ogni volta ke lei mi dice qualcosa mi sento un pò piu coraggiosa!!! ci sentiamo piu tardi se ho delle novità..so ke stamattina hanno fatto molti prelievi...io invece sto cercando i centri migliori dove esegure il trattamento dilatario e non solo ...mi sto documentando sulla colostomia e su tutto quello ke ad essa è relativa: stile di vita, dieta e igiene!!
grazie
cordiali saluti

[#34]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Speriamo piuttosto che tutta la cultura che si è fatta sulla colostomia diventerà presto inutile perché il transito intestinale naturale verrà ripristinato...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#35] dopo  
Utente 281XXX

buondi dottore!io continuo sempre ad informarmi ed a documentarmi...
stamattina mio marito era sfebbrato, ieri hanno anke tolto l antibiotico...
la sacca alimentare da 2000kalorie domani sarà tolta ma cmq già da ieri ha iniziato a mangiare qualcosa!
la stomia funziona...si riempe spesso e anke l urina è abbondante..
sta solo prendendo una pillola di calcio ed una di ferro, valori ke cmq stanno rientrando nella norma e una pillola di cortisone con copertura poikè hanno detto i suoi Colleghi ke x bocca il cortisone agisce meglio sull intestino.....(?)
dopo natale è previsto un clisma...e dopo capodanno ossia piu o meno dopo 15 gg dall operazione una nuova colonoscopia...
lui un pò si abbatte..un pò sembra reagire...è dura accettare a 40anni una stomia...ma con i miei discorsi e le mie ricerke lo sto tranquillizzando....
ci aggiorniamo in caso di novità importanti....
grazie e buon sabato!
cordiali saluti

[#36]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Senz'altro. Piuttosto cerchi di rinfrancarlo spiegandogli che la stomia sembrerebbe essere a carattere temporaneo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#37] dopo  
Utente 281XXX

si , sarà temporanea..e x forza!tutto fa sperare a questa temporaneità!!!certo...ora bisogna solo sperare ke l intestino si sfiammi un pò e ke le dilatazioni abbiano successo!
cordiali saluti

[#38]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ma sì, suo marito è giovane, si riprenderà...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#39] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio Dottor Spina..
la disturbo anke vigilia d Natale...bè, intanto le volevo augurare buone feste e ringraziarla di tutti i consigli ke mi sta dando...rileggevo i messaggi precedenti...e in uno di questi mi ha scritto ke la febbre non durerà piu di dieci gg...invece ancora c'è purtroppo...minima, ma c'è!e mi danno xkè mi spavento ke sotto sotto ci sia qualcosa ke nn si riesce a capire...magari un'altra stenosi...bò, nn lo so, dico cavolate xkè dopo ke sono passati tre mesi da quando mio marito ha messo piede in ospedale, (a volte) sono veramente senza forze.
mio marito m ha detto ke tutti i valori delle analisi sono normali, tranne uno(di cui non ricorda il nome),e ke appunto indica questo stato infiammatorio...
pensi ke volevano dimetterlo ....ma x fortuna poi nn l hanno fatto..
mi domando...ma quest intestino si sfiammerà prima o poi????(se è veramente questo ke provoca la febbre...?)
ke brutto natale...
cmq io continuerò a scriverle sperando di non disturbarla...
buon natale di cuore
grazie
cordiali saluti

[#40]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il valore elevato nelle analisi del sangue potrebbe essere la VES, un indicatore aspecifico che può impiegare settimane e a volte mesi per tornare normale. Invece sulle possibili complicanze può anche darsi che lei abbia ragione, ma comunque era il 20 dicembre quando le scrivevo che non durerà dieci giorni, e da allora ne sono passati solo 4!
Cordiali saluti e Buon Natale!
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#41] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore!le volevo dire solo ke mio marito è stato dimesso stamattina.
sta benino ...niente febbre e x fortuna fame, visto ke da 80kg è arrivato a 65!!!e forse proprio xkè è diventato cosi magro l unico fastidio ke ha è il mal di skiena...diciamo ke il letto di un ospedale nn è comodissimo!
il 29 dovrà cacciare le stecche intorno alla stomia..ke mi ha detto si sta restringendo...sembra ke cominci ad accettarla..
se ci sn novità le faccio sapere...
grazie e cordiali saluti!

[#42]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sono proprio contento! Per quanto riguarda la regione lombare vedrà che a casa andrà meglio. Speriamo invece che presto si potrà eliminare la stomia...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#43] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore..e tra una canzone di vasco e l altra studio le stomie e le dilatazioni...leggo ke ci sno varie tecnike di dilatazione...questo passaggio penso verrà fatto tra qualke mese quando l intestino si spera si sfiammi..ma leggo anke(sui forum) ke nn sempre questo procedimento è efficace...ma se mi metto a pensare ke nn sia mai nn va tutto come deve andare e quindi ipotizzare il terzo intervento, impazzisco!credo...ke ora...la migliore cura e la migliore terapia siano la pazienza e la fiducia...vero??
grazie e cordiali saluti

[#44]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Senza dubbio. Smetta di leggere e stia vicina a suo marito: per il momento sembra la cosa più saggia che si possa fare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#45] dopo  
Utente 281XXX

ha ragione dottore...a volte sono troppo curiosa...anke a distanza, cerkerò di stare vicina a mio marito come posso!
grazie cordiali saluti

[#46]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' la cosa migliore da fare, adesso!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#47] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore..
domani mio marito toglie le stecche intorno alla stomia...
la schiena va meglio...
l appetito sta tornando e la stomia funziona: si riempe spesso e le feci non sono piu liquide...
ma il suo morale è sottoterra!!!
oggi mi diceva ke aveva letto qualcosa sulla colostomia e su tutto il resto...in pratica ha iniziato a capire cosa gli sta succedendo ...e il cammino ancora è molto lungo...
era pieno di paure sul buon fine delle dilatazioni... e sulla risoluzione della stenosi...io nn sapevo come tranquillizzarlo, essendo anke lontani, le parole forse nn bastano...
spero di essere all altezza della situazione...
grazie
cordiali saluti

[#48]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Come le dicevo in questa fase c'e' poco da fare dal punto di vista medico. Molto è invece il supporto psicologico del quale suo marito avrebbe bisogno, ed è proprio per questo che le avevo scritto di stargli vicino il più possibile.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#49] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dott.Spina e buon anno!!!
l aggiorno un pò..mio marito tutto ok, la colostomia funziona e lui dice ke si è ristretta..anche le sacchette sno piu piccoline...
venerdi eseguirà una rettoscopia..in realtà è stato il gastroenterologo a volerla...bho...speriamo che non sia controproducente a distanza di 20 gg dal secondo intervento..
le farò sapere...
speriamo che questo 2013 inizi con delle belle e confortanti notize...
grazie e cordiali saluti

[#50]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Bene, mi pare che siamo sulla strada giusta. Ciò che si potrà valutare con la rettoscopia riveste ovviamente grande importanza: vedremo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#51] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dott.Spina
oggi mio marito è andato all appuntamento con il gastroenterologo...
il quale dopo la rettoscopia ha ritenuto opportuno fare il primo tentativo di dilatazione...( il suo Collega chirurgo invece m aveva detto, dopo il secondo intervento, che questi tentativi si sarebbero potuti fare minimo dopo 2 mesi visto ke era necessario che l intestino si sfiammasse bene..)
se oggi hanno fatto la prima dilatazione forse una nota positiva c è...
ma ce n è anke una negativa...ossia il Dottore gastroenterologo è stato molto chiaro e non gli ha assicurato il buon fine di questi procedimenti in quanto la stenosi è molto serrata...il 16 gennaio proverà di nuovo...e oggi da 8 mm , è stato dilatato fino a 15 mm...quindi cmq fino a quella data bisogna ancora aspettare e ovviamente sperare che quanto meno la dilatazione mantenga...
altrimenti...e ovviamente lei lo sa....bisogna intervenire di nuovo chirurgicamente.
quindi saremmo al terzo intervento e forse quello piu complesso visto che ora la stomia è temporanea...ma nn sia mai qualcosa dovesse andar storto, si rischierebbe la permanenza.
volevo farle una domanda...sempre se può rispondermi...dalla sua esperienza, pensa ke avendo messo la sacca tre mesi fa, durante il primo intervento, questa seconda stenosi(peraltro sullo stesso punto sul quale si è intervenuti), si sarebbe cmq formata??? o avendo messo prima l intestino a riposo , molte complicanze s potevano evitare???mi rendo conto che forse nn è opportuno fare certi ragionamenti..ma per me è molto importante...
grazie dottore-
cordiali saluti

[#52]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non è che non è opportuno fare certi ragionamenti, il fatto è che è impossibile prevedere cosa sarebbe successo se le cose fossero state fatte diversamente. Bisogna anche pensare, dico per dire, che intervenire in un momento diverso avrebbe potuto portare a conseguenze peggiori, magari ad altre complicanze; non si può prendere in considerazione solo l'ipotesi che tutto sarebbe andato meglio! In sintesi quindi, non potendo prevedere ciò che sarebbe successo, bisogna accontentarsi di sapere che ora le cose vanno benone, visto che tutto sommato le notizie che mi ha scritto sembrano confortanti...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#53] dopo  
Utente 281XXX

E' vero dottore, è impossibile prevedere le conseguenze , positive o negative, che potevano esserci se la sacca fosse stata messa prima...ma sa, io nn capendo niente di medicina e di questo particolare ambito , ho però un mio personale giudizio ...e molte conferme me l hanno date i suoi Colleghi...
lei mi dice che le notizie che le ho dato sembrano confortanti e questo, le dico la verità, mi rincuora molto...
anche perchè questa maledetta stenosi all inizio del secondo intervento era chiusa 3 mm, poi fino oggi era 8 e il medico l ha dilatata a 15...x cui , anche se effettivamente i tessuti nn sono perfettamente sani, è giusto sperare che questi tentativi funzionino e diano buoni risultati.
mi scusi, ma le mie paure sono tante e viverle a distanza è ancora piu brutto...
grazie mille
cordiali saluti

[#54]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certo, e' ovvio. Probabilmente ci sarà tempo per discutere sui "se" e sui "ma". Gli eventi però a questo punto ci chiedono di avere fiducia, e lei ora questo deve fare...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#55] dopo  
Utente 281XXX

Buongiorno Dottore!
Volevo chiederle se il procedimento di dilatazione può portare un pò di febbre..(fino a poco fa 37)..
il Dottore gastroenterologo ha prescritto 2 diversi tipi di antibiotico..la pillola di cortisone la prenderà x altri pochi gg xkè poi mi ha detto mio marito che al momento della seconda dilatazione gli inietteranno direttamente del cortisone nel tessuto delle pareti intestinali..
La febbre , credo, può derivare ora, dal fatto che cmq ieri un pò quest intestino è stato toccato e magari irritato...e proprio x questo la scelta dell antibiotico...oddio, ogni giorno un ragionamento nuovo, un'ipotesi giustificabile...gli avevo anke consigliato di tornare giu in calabria visto ke in teoria ha una sett libera...ma onestamente se la febbre continua, è meglio stare a roma...anche xkè questo freddo nn è indicato...era solo un'idea x tirarlo un pò su!!!!
grazie e cordiali saluti

[#56]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'idea era buona, ma forse è preferibile che rimanga nei pressi dell'Ospedale dove ci sono i Colleghi che in caso di complicanze inaspettate possono seguirlo da vicino. E poi oggi a Roma è una bellissima giornata di sole, con temperature quasi primaverili!
Passando dalla temperatura esterna a quella corporea direi che 37,0 °C non è da considerarsi febbre, tuttavia dato il caso mi pare corretto l'utilizzo dell'antibiotico a scopo profilattico.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#57] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore!le volevo dire ke mio marito sta benino...e ha pure deciso di scendere in calabria anche se x pochi gg..
l aggiornerò durante questo week end!
grazie e cordiali saluti

[#58]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Fantastico, direi! Complimenti, mi pare stia facendo passi da gigante...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#59] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore! la volevo informare che ho trovato mio marito molto, molto meglio rispetto alla prima degenza!ha un bell appetito e la stomia funziona bene.
stamattina però dall ano è uscito del muco trasparente, tipo gel...infatti un pò mi sno agitata ...secondo lei è una cosa x cui bisogna preoccuparsi????cmq per il resto sembra che vada tto ok, la temperatura si mantiene 36,4 e la terapia antibiotica abbinata al cortisone è quasi finita.grazie mille
cordiali saluti

[#60]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Potrebbe trattarsi di un fenomeno del tutto normale in quanto, anche in assenza di transito, le cellule parietali del moncone rettale producono comunque liquidi, che poi fuoriescono appunto dall'ano naturale. Ovviamente, come sempre, la prego di prendere con la dovuta cautela ciò che le ho scritto, e piuttosto di verificarlo alla prima occasione utile domandando conferma ai Colleghi che abbiano la possibilità di visitarlo "dal vivo".
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#61] dopo  
Utente 281XXX

grazie mille dottore!
come sempre, troppo gentile!
le farò sapere..
cordiali saluti

[#62]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Va bene!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#63] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottor Spina,i miei gg con mio marito sono purtroppo trascorsi in fretta e già domani ritorna a roma per controllo, visita e seconda dilatazine mercoledi matt.
diciamo che la presenza mia e di nostra figlia è stata un bel toccasano x affrontare quest ennesimo scoglio, ma è dura riprendere la nostra vita normale e quotidiana...me ne rendo conto...
cmq sta accettando, credo, bene la stomia,xkè ovviamente, x tutti, l importante è ke si risolvi il vero problema..
e cmq si è parecchio ristretta rispetto a come l ho vista un mese fa...nn mi fa impressione...anzi,sno stata brava assistente nel cambio placca!ma si, ci abitueremo tutti...
sno stata in pensiero solo un giorno xkè ha avuto mal di stomaco...delle fitte...diceva ke era il classico dolore di mal di pancia quando mangi qualcosa ke ti fa male...e secondo me, visto la fame ke ha, è stato proprio cosi visto ke con il cibo un pò sta approfittando;ma cn una punturina di spasmex è passato tutto...gli servirà da lezione!
ora dottore, incrociamo le dita x mercoledi!!!
ovviamente le farò sapere!
grazie
cordiali saluti

[#64]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi sembrano tutto sommato buone notizie... In bocca al lupo per mercoledi'!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#65] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore...ancora in attesa...mio marito è entrato alle tre....so ke doveva fare anke un clisma....la cosa sarà lunghetta forse....
attendiamo...a dopo....
grazie
coediali saluti

[#66] dopo  
Utente 281XXX

caro dottor Spina, notizie pessime!!!sono cosi demoralizzata e confusa che non capisco niente!la morale è che bisogna assolutamente fare il terzo intervento, in pratica uguale al primo.
mio marito nn mi ha saputo dire in termini tecnici cosa è emerso dopo il clisma...mi ha detto solo ke a causa di una parte di intestino "morta", parlava di ischemia e di nn passaggio del sangue, le dilatazioni nn porteranno a nessun risultato positivo.
ma nn sono riuscita a capire se questa ,chiamiamola ischemia , si è formata durante questo mese in cui lui ha iniziato a portare la sacca o era già evidente prima!
nn lo so....arrivo a pensare ke nn ci hanno capito niente dall inizio!
grazie
cordiali saluti

[#67] dopo  
Utente 281XXX

ps: dottore, se può rispondermi....ma un'eschemia intesinale si può formare dopo un intervento di colostomia????cioè...se l intestino è a riposo, cme si forma un'eschemia?????allora devo pensare ke potrebbe andare avanti e bloccare tutto???
io invece penso, da ignorante, ke la seconda stenosi si sia formata xkè già c era sta parte morta e andava tolta...mi scusi, mi scusi tanto! ma sto impazzendo!!!!
grazie
cordiali saluti

[#68] dopo  
Utente 281XXX

dottore...mi scusi.....ma un'altra domanda gliela devo fare xkè io ora mi fido solo di lei.....e non dei suoi Colleghi.....
ma con una colostomia e quindi con un intestino a riposo, quest'ischemia, può andare avanti lo stesso??????cioè, visto ke questa parte morta dell intestino non è stata tolta, può provocare ulteriori danni?????
e poi....secondo lei.....quanto tempo dovrebbe passare prima di questo terzo intervento????il suo Collega che ha operato nell ospedale x, dice anke tra 4, 5 mesi.....
il gastroenterologo dell ospedale y, dice pure prima.....
grazie
cordiali saluti

[#69]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'ischemia è il mancato arrivo, totale o parziale, del sangue in un certo organo, causata a sua volta da diversi possibili motivi. La parte di organo non perfuso dal sangue ovviamente va incontro a morte: accade per una parte del cuore nell'ischemia cardiaca (infarto), può accadere qui con un'ischemia intestinale. La stenosi è invece un restringimento, in questo caso del lume intestinale, che rende difficoltoso o ostruisce completamente il passaggio delle contenuto fecale. Difficile però a questo punto rispondere alle sue domande, perché gli elementi che ci ha fornito non sono sufficienti per darle un parere: avrei bisogno di qualche elemento in più, speriamo ne possa avere nei prossimi giorni. Si ricordi però che dall'inizio né i Colleghi, mi pare, né tantomeno io stesso, le abbiamo mai nascosto che la situazione era e rimane difficile. Il che non vuol dire perduta o disperata. Ma difficile senz'altro si'.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#70] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore, è vero lei ha perfettamente ragione perchè mi rendo conto che non è semplice dare e ricevre informazioni on line e soprattutto in presenza di elementi diciamo dubbi e imprecisi..
il problema principale è ke mio marito non sta bene(ieri sera e oggi anche febbre alta).
Il suo Collega e il Dottore gastroenterologo hanno solo detto ke la stenosi è stata provocata da questa ischemia intestinale (la stenosi è di 2 cm e la parte morta di 8 cm).
Nella situazione in cui si trova mio marito, è forse giusto aspettare ke recuperi un pò di forze( da 80kg è sceso a 67 kg) .
la mia preoccupazione è l eventuale progressione dell ischemia....
Ma sono sicura ke si risolverà anche questa volta, per forza...
grazie
cordiali saluti

[#71] dopo  
Utente 281XXX

ps.. ecco, appunto, leggevo alcuni articoli pubblicati su questo motore di ricerca...leggevo altri consulti...ed ecco perchè ho timore...
la mia domanda è semplice...con la stomia, c è il rischio che l ischemia vada avanti???e il termine ischemia che mi fa paura...
grazie
cordiali saluti

[#72]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Come le ho detto, l'ischemia è il mancato arrivo del sangue in un certo organo. Non è tanto importante l'ischemia in sé, quanto i danni che essa eventualmente provoca. Tanto per farle un esempio: lasciare il cervello senza sangue, anche per pochissimi minuti, provoca danni cerebrali gravi e irreversibili; un arto invece può rimanere senza sangue per periodi molto più lunghi senza che questo causi il benché minimo problema. Cerchi di capire piuttosto se ci sia una vera e propria necrosi del tratto intestinale interessato o meno...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#73] dopo  
Utente 281XXX

ok...tra un poco riceverò via fax i risultati di ieri.....
grazie
cordiali saluti

[#74] dopo  
Utente 281XXX

i referti sono un pò lunghi.....cercherò, sperando di scrivere le parti significanti, di riassumere il tutto....
RETTOSCOPIA +DILATAZIONE ENDOSCOPICA IDROSTATICA
del 4 .01.2013
nulla di rilevante all spezione anale e esplorazione rettale.
a circa 10cm dal margine anale esterno si evidenzia il lume della verosimile anastomosi colo- rettale termino-terminale K&G che appare edematosa e stenotica.a tale livello è presente orifzio di circa 8mm di diametro rivestito da mucosa superficialmente ulcerata.
nel retto nient'altro da segnalare.

la dilatazione si esegue sotto controllo endoscopico con dilatatore idrostatico su guida eclipse fino a 15mm.dopo, si transita con il colonscopio di calibro ridotto 11,5 mm.
il lume presenta tessuto disepitelizzato e lardaceo, con abbondante fibrina. sospetta fistola non secernente.


RETTOSCOPIA + DILATAZIONE ENDOSCOPICA IDROSTATICA CON CONTROLLO RX
del 16.01.2013
esame eseguito con gastroscopio e sotto controllo radiologico.
nulla di rilevante all spezione anale e esplorazione rettale.
a circa 12 cm dal margine anale esterno si evidenzia l anastomosi colo-rettale che appare substenotica e con tratto a monte di diametro ridotto, rivestito da mucosa superficialmente ulcerata e con orifizio esito della pregressa fistola.
nel retto nient altro da segnalare ove la mucosi è trofica.
attraverso l anastomosi si inietta m d c che dimostra la presenza di una stenosi lunga 2 cm con tratto a monte inizialmente dilatato e di calibro sempre piu ridotto fino a colon discendente.nel colon traverso presenza di coproliti.
la stenosi viene dilatata con successo potendo esplorare il colon a monte.
confermata presenza della fistola sovra anastomotica, della pseudodilatazione del tratto colico a monte della stenosi sovra anastomotica e la presenza di una stenosi concentrica del colon discendente medio non superabile con il gastroscopio.
il tratto del colon esplorato a monte della anastomosi è disepitelizzato, biancastro con residui di fibrina e aspetto globalmente ischemico.
CONCLUSIONE: stenosi di anastomosi colo rettale. eseguita dilatazione di anastomosi colo rettalle fino a 15 mm. verosimile ischemia del colon anastomizzato, per un tratto di 15 cm con fistola iuxta anastomotica e stenosi del discendente distale.



FINE!!!e menomaleee!!! secondo me, nn capendo niente, la situazione è drastica!!! stenosi ovunque!! ma perchè si creano...????
mi scusi per le troppe parole!
grazie
cordiali saluti

[#75]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
C'e' da capire come evolve l'anastomosi, ma l'ipotesi di doverla rifare è purtroppo da considerare seriamente, così come la possibilità che si debba procedere ad un ano artificiale definitivo. Che le hanno detto in merito ai prossimi passi?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#76] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno!per un attimo il cuore si è bloccato appena ho letto ano artificiale!(ma è sinonimo di stomia permanentre???)
un altro suo Collega,sempre dell ospedale x ,anke se di altro reparto cioè chirurgia oncologica, ha suggerito l operazione non prima di due mesi....ha rassicurato sul fatto ke quest'ischemia non adrà avanti o che cmq non comporterà altri danni...
ma secondo lei può trattarsi di una causa genetica????( visto ke ho una figlia mi preoccupo)
cioè.. queste stenosi perchè tendono a formarsi????perchè è proprio "difettoso" l intestino o perchè il primo intervento doveva concludersi con la stomia e quindi evitare, visto che già lo era, che continuasse l infiammazione e aggravare la situazione??
guardi dottore...io non mi capacito....mio marito prima della prima vera forte colica( 3 aprile 2011), è sempre stato regolare, giocava a calcio tre volte a sett, mangiava di tutto e solo qualche volta ci concedevamo qualche cibo "spazzatura"...da quando lo conosco ha avuto degli attacchi di dolori di pancia, ma una tantum, che si risolvevavno con la diarrea(non abbiamo mai pensato a dei problemi cronici intestinali..); l unico vizio/sfizio erano 5 sigarette al giorno..
da allora, abbiamo fatto tantissime analisi e solo il ferro risulatava bassino!ieri sera rileggevo i referti di l anno scorso...(colonoscopia, tac e clisma(gennaio- febbraio 2012)...
non porta niente di tutte queste complicanze...
come è possibile che sia peggiorata cosi la situazione???
mi sto dannando, le dico la verità!!!!
grazie
cordiali saluti

[#77]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Questo post è talmente lungo e va avanti da così tanto tempo che al momento non riesco a raccapezzarmi in merito alla causa prima di tutto, ma se non vado errato c'era di base una malattia infiammatoria. Il rapporto tra queste ultime, l'ereditarietà e la genetica è molto ma molto complesso e dibattuto: lei che è brava a navigare su internet potrà trovare parecchi articoli a riguardo nella letteratura scientifica. Per fargliela breve però è indubbio che un familiare di un paziente affetto da una malattia infiammatoria ha di certo qualche probabilità in più di contrarre anch'esso la malattia, anche se il sesso di sua figlia dovrebbe mitigare un po' questo aumento di probabilità, visto che le donne, pur non essendo esentate, sono tuttavia meno colpite.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#78] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore..effettivamente i post sono 77!!!!
cmq ho studiato tanto....letto, riletto e ricostruito!!!!
mio marito è partito da una situazione abbastanza importante in quanto pur essendoci una stenosi di 5 sm , tutto il contorno era infiammato!dopo il primo intervento e la resezione della stenosi, sull anastomosi si è formata ulteriore restringimento, FORSE provocato dall ischemia e dalla poca vascolarizzazione nella zona...(ecco FORSE la diarrea dopo 2 gg dall intervento).(cause dell ischemia che nn si capiscono e probabilmente nn si capiranno mai se dipese da "errori tecnici o di competenza" o dai tessuti particolari propri dell intestino di mio marito)
ovviamente nn essendo a riposo da subito, l intestino ha continuato a funzionare male e ad infiammarsi...quindi secondo intervento ma questa volta con stomia.
ormai quel pezzo di intestino è troppo provato , x nn dire marcio, e dilatazioni non possono essere risolutive per cui la necessità della nuova anastomosi, sperando ke ci sia lo spazio necessario per tagliare ancora....
ma mi auguro ke questa volta, si pensi ad aventuali complicanze e si mantenga lo stesso , la stomia, x il tempo necessario e x precauzione.
questa è il mio pensiero...forse una ricostruzione troppo da giurista visti i miei studi....
e infatti rinuncio x ora a quelli ke interessano ereditarietà o genetica!
grazie
cordiali saluti

[#79]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Col tempo penserà anche agli aspetti ereditari e genetici. Intanto posso dirle che le malattie infiammatorie dipendono per lo più dalle caratteristiche del paziente, quindi inutile cercare chissà dove le ragioni di tutto ciò. La Medicina può agire tentando di arginare i processi, con competenza maggiore o minore, forse riuscendoci o forse no, ma senza poter completamente arrestare i processi della natura.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#80] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottor Spina! anche questa volta ha ragione...
ora la cosa piu saggia da fare, nonostante i frequenti momenti di sconforto e di rabbia, è quella di risolvere nel modo piu efficace possibile la brutta situazione in cui si trova mio marito...quello ke è fatto è fatto...
l importante da ora in poi è agire di nuovo con forza, coraggio e molta pazienza...
dopo la febbre alta di 2 gg fa, gia ieri e oggi si sente un pò meglio, temperatura max 37,2! solo a momenti, bruciore di stomaco per la cura antibiotica che deve fare x 5 giorni..
poi, se tutto procede bene, niente farmaci fino all intervento...secondo lei, se può rispondermi, va bene questo iter?
ovviamente i caso di news importanti, le farò sapere...
grazie
cordiali saluti

[#81]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Direi proprio di sì. Mi pare che i Colleghi stiano procedendo nella giusta direzione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#82] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottor Spina,volevo aggiornarla nuovamente sullo stato di mio marito..
Intanto è ritornato in Calabria, da una settimana non assume alcun farmaco e diciamo che sta bene, (a parte qualke dolorino di stomaco ogni tanto..)
Il suo Collega Chirurgo ,(di altro ospedale..) ha suggerito di fare l operazione dopo almeno sei mesi dal primo intervento, (dobbiamo decidere se farlo o meno subito dopo pasqua sperando quindi di trascorrere l estate piu o meno tranquilli...)
Ha detto che il paziente non dovrà prendere troppoi chili...(deve essere max 70, 72..) e ha spiegato che appunto, non sarà un intervento tanto facile..
Quindi farà un clisma o una colonoscopia per sapere bene il pezzo di intestino "morto" da togliere e ha detto anche che se non ci dovesse essere la lunchezza sufficiente per ricucire, si può anche pensare a una deviazione...ecco appunto...io non ho capito che significa questo termine..cioè,da quanto mi ha riferito mio marito, non ha parlato di ano artificiale, ma di risistemare in qualche modo l intestino..
Il Suo Collega lo ha tranquillizzato molto ed è stato abbastanza chiaro su quello che è successo prima e su come si dovrà procedere ora...molto probabilmente dovrà continuare a portare la stomia anche dopo per non caricare un intestino decisamente provato!
Volevo chiederle...se può rispondermi...che significa deviazione?!
cioè ci sono altri modi per aggiustare una tale situazione che non sia la stomia a vita??? possibile che non ho letto niente durante tutti questi miei mesi di studi????scusi l ironia, ma in realtà sono molto preoccupata e tendo a sorridere sempre x evitare di cadere nello sconforto costante!!!!mi sa che tra qualche mese mi ricoverano in psichiatria!!!!
grazie mille
cordisli saluti

[#83]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Purtroppo credo che per "deviazione" il Collega intendesse appunto una stomia con ano artificiale permanente. Non voglio però scoraggiarla: forse mi sto sbagliando, per cui è opportuno chiedere maggiori spiegazioni al Collega, prima di disperarsi...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#84] dopo  
Utente 281XXX

grazie Dottore...scoraggiata lo sono cmq...ma faccio finta che non sia cosi...
mio marito mi diceva che il Suo Collega parlava di accorciare il percorso dell intestino...ma le dico la verità, non so precisamente cosa gli ha detto anche perchè ancora nn lo ho visto di persona, in quanto siamo di due città diverse della calabria e solo domani lo potrò raggiungere a cosenza, visto che noi abitiamo a rc.
Appena avrò piu chiara (spero), la situazione, le scrivo subito...
Io cmq ho chiesto a mio marito se il Chirurgo aveva prospettato questa brutta ipotesi...e lui mi ha detto di no...se ci fosse stata una remota possibilità, non era tenuto a saperlo???dio mio....che periodo brutto!!!
E che brutti pensieri...
grazie
cordiali saluti

[#85]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certamente quello di informare il paziente sul suo stato di salute e sulle procedure da adottare è uno dei primi compiti del Medico. Al momento però non farei ipotesi: forse ci sono stati dei fraintendimenti per via della distanza, quindi meglio però attendere notizie più sicure quando vedrà di persona suo marito e i Colleghi che lo seguono.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#86] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore!
è già una settimana che finalmente sono di nuovo insieme a mio marito, il quale , vista la situazione in cui si trova.diciamo che sta bene
mangia relativamente tutto e la stomia funziona perfettamente.
però le volevo fare una domanda ...l altro ieri e ieri,ha avuto per 5 min, un dolore interno ma leggero all ano.
poco fa ha sentito uno stimolo da dietro e ha mandato un pò di sangue e muco insieme, nn liquido.
mi chiedo se può essere conseguenza di quel dolore e magari una emorroide...cioè può succedere o è cosa anomala???
inoltre le volevo dire , a proposito del terzo intervento, che il suo Collega Chirurgo , nel spiegare l operazione che dovrà affrontare ad aprile, ha parlato di "cambiare" il percorso dell intestino nel caso in cui tagliando la parte morta, non dovesse riuscire a ricollegarlo da sopra a sotto!
questo più o meno quello che gli è stato detto...
credo che cmq x il resto vada tutto bene...mio marito a parte qualche momento di rabbia x la situazione, sta reagendo bene...è motivato e ha iniziato a muoversi un pò di piu...la stomia è tranquilla e di colore bello rosso!!!!cmq non so se qui a cs o quando torniamo a rc, lo porto in un centro x farla controllare...mi sembra una cosa che deve essere tenuta d occhio prima dell operazione.
grazie mille
cordiali saluti!

[#87] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore!le volevo dire ke mio marito sta benino ormai...a metà marzo visita x stabilire dettagli terza operazione..
grazie
cordiali saluti

[#88]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi sembra veramente una bella notizia. Dopo tante sofferenze credo che un po' se lo sia meritato anche lei...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#89] dopo  
Utente 281XXX

grazie dottore, anche se ho costantemente in testa il pensiero della terza operazione!!!
cmq le volevo fare due domande...se può rispondermi...
ho deciso di far fare un'eco a mio marito poichè qualche volta, soprattutto quando si alza, accusa un doloretto leggero sul pube - parte sinistra, in corrispondenza della stenosi...
premetto che la stomia funziona benissimo e spessissimo e che anche di peso , mio marito sta recuperando bene(e difatti l ho pure messo a dieta visto che il suo Collega Chirurgo nn lo vuole tanto ingrassato)...
mi domandavo...è possibile ke questo dolore sia provocato da un accumulo di aria localizzato in quella zona????zona leggermente gonfia e ke toccandola si sgonfia...mio marito pensava ad un'ernia....ma penso ke se fosse cosi, si vedeva a vista d occhio!!!!
e poi...una domanda tecnica e di curiosità , ke nn c entra con tutta questa storia....
è normale che dopo un intervento di resezione dell ileo , nn abbiano messo il drenaggio???
in questo periodo diciamo ke l argomento intestino mi perseguita....
anke mio cugino è stato operato, ma qui.. lui è affetto dal morbo di crohn da anni...dopo l operazione nn aveva il drenaggio e beveva coca cola x canalizzarsi....io dopo tutti questi studi ero stupita....mah, ogni Chirurgo avrà la sua tecnica....
scusi le mie chiacchere...
grazie
cordiali saluti

[#90] dopo  
Utente 281XXX

ps.. sto leggendo tante cose...le volevo ricordare che la stomia è a destra, ascendente, mentre il dolore che ha mio marito in questi gg è a sinistra...mi sto convincendo che potrebbe essere un'ernia...ma dall eco si vede???o secondo lei è meglio che lo faccio "palpare" da un suo Collega?
grazie, cordiali saluti

[#91]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non so se l'ecografia possa servire a dirimere il suo dubbio: la cosa più sensata è che prima si faccia visitare spiegando il problema, poi sarà il Collega (se davvero dovesse essere necessario) a decidere di proporre eventuali indagini strumentali. Per quanto riguarda il drenaggio e il resto la risposta se l'è un po' data da sola...: ogni Chirurgo ha la sua tecnica! Ma ricordi anche che ogni paziente è diverso da un altro, quindi lo stesso Chirurgo sarà indotto a comportamenti differenti a seconda di chi sta curando in quel momento...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#92] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!
Effettivamente sarebbe meglio prima una visita e poi eventualmente un esame piu approfondito, ma il Chirurgo di cui solo a rc mi fido è fuori e riceve lunedi, x cui venerdi facciamo cmq l eco e poi in caso si decide anche perchè nn sia mai esca qualcosa , sarebbe piu opportuno ritornare a roma!!!!(mamma... speriamo di no!!!).
Forse mi preoccupo troppo ma oggettivamente un pò di gonfiore e dolore c'è, x cui meglio nn trascurare nulla visti i precedenti!!!!!
Magari sarà solo aria....e se è un'ernia, pazienza...tanto ormai siamo pronti a tutto!!!!
le farò sapere!
grazie come sempre!!!
cordiali saluti

[#93]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il problema sarà che senza una visita preventiva l'ecografista non saprà cosa andare a cercare... Ad ogni modo attendiamo i risultati.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#94] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore...
intanto grazie x la sua frase"attendiamo i risultati"....mi sento veramente molto sicura e meno sola ogni volta che mi dà le sue spiegazioni...
cmq effettivamente con una prescrizione specifica sarebbe stato meglio, ma domani mio marito farà un'eco sull addome completo...se c è qualcosa mi auguro si veda...
e poi, cmq, il gonfiore è evidente...l ecografista nn si può sbagliare....
mi convinco sempre piu ke sia ernia....nn appena si stanca, anche solo x cambiare placca e sacchetto della stomia, accusa doloretti...
domani le farò sapere...
grazie di nuovo
cordiali saluti!

[#95]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'ernia si vede meglio con una visita che non con l'ecografia, però è indubbio che per una panoramica dell'addome, pur senza uno "scopo" preciso, l'ecografia può tornare utile.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#96] dopo  
Utente 281XXX

...ed infatti.....sono riuscita a prendere un appuntamento con il suo Collega prima di lunedi!
domani alle 9.30 il "verdetto"!!!meno male che scherzo...c è da esaurirsi con tutti questi interrogativi!!!
e meno male che c è mia figlia che mi fa sorridere sempre!!!!
secondo me è la laparocele...sto studiando, figlia permettendo, questo tipo di complicanza post operatoria....
grazie
cordiali saluti!

[#97]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'ecografia non emetterà nessun verdetto, tutt'al più darà un piccolo aiuto per chiarire meglio qualche particolare. Quindi stia tranquilla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#98] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore! forse ieri sera mi sono spiegata male..
alle 9.30 di questa mattina sono riuscita a prendere appuntamento con il suo Collega Chirurgo, x cui prima faremo la visita e poi eventualmente l ecografia..ecco perchè scherzosamente parlavo di verdetto!!!!
le farò sapere piu tardi quindi....
buona giornata! grazie
cordiali saluti

[#99]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ah, ok, mi scusi... Non avevo proprio capito, pensavo che lei intendesse l'appuntamento per l'ecografia... Beh, meglio così, ci faccia sapere.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#100] dopo  
Utente 281XXX

buonasea dottore...
sconforto su sconforto....
verdetto: ernia inguinale, nn di grosse dimensioni ma esistente e ingombrante x la prossima, vera e piu importante operazione.(confermata anke dall ecografia ke abbiamo fatto li direttamente!)
il suo Collega di qui è stato molto, molto chiaro sulla situazione attuale di mio marito che come sappiamo nn è facile ma è stato anche fiducioso sulla guarigione...
secondo il suo giudizio bisognerebbe toglierla prima del 3 intervento x poter poi concentrarsi bene solo su quello visto ke sarà delicatissimo.
inoltre il dolore c è..x cui è meglio nn peggiorare la situazione!
io....ko!!!ma DEVO essere anche in questo caso forte!x mio marito e x carol, mia figlia!
grazie
cordiali saluti

[#101]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Veramente sfortunato suo marito... Che dire? Il problema dell'ernia andrà comunque risolto, bisognerà vedere se farlo prima o dopo, ma questa decisione spetta ai Chirurghi che seguono il suo caso. Io, nel mio piccolo, le voglio dare un piccolo suggerimento: e se invece che "prima" o "dopo" quest'ernia si facesse "insieme" all'altro intervento? Non è un'eventualità impossibile, e per molti versi garantirebbe una serie di vantaggi... Ne parli con i Colleghi!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#102] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!
la sfortuna ormai è di casa...ma allo stesso tempo penso e consolo mio marito dicendo che un'ernia non deve demoralizzarci ancora, xkè è una fesseria rispetto a quello che si dovrà fare durante il terzo intervento..
x quanto riguarda i tempi...ci sono purtroppo opinioni diverse o cmq ancora non coincidenti...
cerco di spiegarmi meglio...
il suo Collega di qui, visitandolo ieri e spiegandoci le difficoltà del caso, ci ha consigliato di toglierla subito..(anestesia locale, 10 min , una notte in clinica, e tranquillità mentale di mio marito...)(e se fosse x me, gli farei fare tutto l intervento, conoscendo la competenza e l esperienza che ha in tale campo)....(ma nn entriamo in merito altrimenti mi arrabbio di nuovo...)
mio marito è seguito a rm da nuovo e altrettanto competente Collega...il quale giustamente,se nn lo visita, nn può esprimersi ed eventualmente decidere se togliere quest'ernia insieme all intervento grosso...ha solo però detto che se dà fastidio, può cmq toglierla qui!
cioè, mi conceda e mi scusi x il termine poco elegante...è un casino!!!!anche un'ernia, sta diventando un "consiglio di stato"
ovviamente x un'ernia è quasi inutile salire a rm e aspettare magari che in ospedale ci sia un posticino e ritardare poi l operazione grossa programmata piu o meno x metà aprile...
però, d altra parte, io credo che solo x motivi di giustizia, coerenza e responsabilità nella e x la scelta che si è fatta di restare a rm, anche un cosi stupido e piccolo intervento, debba essere eseguito da un'unica equipè...lo so che è brutto di nuovo distaccarsi dalla famiglia...ma appunto, bisogna accettare i pro e i contro della situazione!
in ogni caso, qualunque sarà la decisione di mio marito, sarà sempre appoggiato da me!!!!
oggi decide...tanto, il Chirurgo di qui, ci ha dato piena disponibilità... x il Chirurgo di li, basta contattarlo e sabato prox lo visiterebbe, anticipando anke la visita che cmq gli avrebbe fatto x definire i dettagli dell operazione!!!
che bel sabato oggi.....
grazie
cordiali saluti!

[#103] dopo  
Utente 281XXX

L operazione dell ernia si farà qui a rc !
grazie
cordiali saluti

[#104]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' una decisione che mi sento di condividere: il vantaggio di non doversi spostare è senz'altro innegabile. Le consiglio però di non sottovalutare l'intervento di ernia inguinale, perché si tratta comunque di un vero e proprio intervento chirurgico; poco importa che sia in locale o meno: le cose dovranno essere fatte lo stesso con la massima attenzione, giacché rischi e complicanze sono sempre in agguato. E se il Collega sul serio ci mette 10 minuti... beh, è un vero fenomeno!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#105] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!
anch'io diciamo che mi sono convinta che è meglio fare qui quest intervento...mio marito sarà piu rilassato con noi vicino...
la clinica è pure sotto casa e i vantaggi sono appunto tantissimi!
X quanto riguarda i "10 minuti"...era un modo di dire...
x sdrammatizzare la situazione visto che quel giorno mio marito era andato in panico!!!
ovviamente è sempre un'operazione, con i suoi tempi, rischi e complicanze!
domani pom dobbiamo ritornare dal suo Collega x organizzarci...chiaramente le farò sapere...
oggi qui è una bellissima giornata di sole...
difronte ho la sicilia e un mare stupendo.....x un attimo, mi sembra tutto meno difficile...
buona domenica
grazie
cordiali saluti

[#106]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'ottimismo è sempre una buona base di partenza, perché mette il paziente (e i suoi cari...) nelle condizioni psicologiche migliori per affrontare un passo importante come un intervento chirurgico.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#107] dopo  
Utente 281XXX

buonasera Dott.Spina.
Queste le novità: domani mattima esami x l epatite, giovedi mattina tutti gli esami necessari x sottoporsi ad intervento chirurgico e lunedi prox operazione in anestesia locale!
molto probabilmente il taglio sarà fatto vicino a quello che già c'è sul pube anche perchè l ernia è proprio li...e poi verrà cucito normalmente e non cn la "retina" che ovviamente avevo letto su internet!!
cosi ha spiegato il suo Collega che si è cmq riservato di valuatre la situazione in quel momento!
cosa ne pensa???
grazie
cordiali saluti

[#108]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Penso che sia una strategia condivisibile: speriamo vivamente che la sua realizzazione si riveli altrettanto valida!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#109] dopo  
Utente 281XXX

buonasera Dottor Spina!
Allora, mio marito è stato operato stamattina..il suo Collega ha detto ke è andato tutto bene...
L anestesia è stata locale e qsto ha traumatizzato ancora di più il mio povero marito...dopo l intervento infatti era tesissimo ma poi x fortuna si è tranquillizzato....ha bevuto solo del tè e stranamente mangiato un gelato...(?)..
qualke dolore c era ma mi auguro niente d importante anke xkè se iniziamo a lamentarci x un'ernia...nn oso immaginare tra qualke mese...mio marito ha ormai una soglia del dolore bessissima...lo comprendo ma lo incoraggio anche sgridandolo un pò...
le farò sapere il rientro a casa ke è previsto x domani.
grazie
cordiali saluti

[#110]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'anestesia locale, spesso prima degli interventi chiesta a gran voce da molti pazienti, si rivela poi non sempre al livello delle aspettative. Comunque ormai è fatta! Avanti così...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#111] dopo  
Utente 281XXX

infatti...avanti cosi!da roma l altro suo Collega ha detto ke qui l intervento di ernia bisognava farlo in anestesia locale e il Chirurgo di qui ha confermato...visto ke tra un mese o poco piu, x forza bisognerà fare la generale...certo...se sapevo gli compravo i tappi!!!
ovviamente nn è la stessa cosa anke e soprattutto psicologicamente...ma io, durante il mio cesareo, mi sn veramente divertita!fosse stato x me avrei visto tutto!!!
grazie
cordiali saluti

[#112]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Probabilmente lei si è divertita perché per il parto ha fatto l'epidurale, non la locale... L'anestesia locale non è mai una prima scelta in interventi di questo genere, però posso convenire sul fatto che, in casi particolari come potrebbe essere quello di suo marito, sia meglio evitare ove possibile l'anestesia generale.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#113] dopo  
Utente 281XXX

Ha ragione..epidurale!nn so se sono stanca..ma in qsto momento nn riesco ad individuare la vera differenza tra le due...se nn mi addormento faccio un pò di ripasso su internet!!!
concordo sul caso direi e magari anke sfortunatissimo di mio marito!
grazie
cordiali saluti

[#114]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Beh... In estrema sintesi l'epidurale addormenta completamente tutta la parte inferiore del corpo, la locale invece solo la piccola zona che viene infiltrata dal chirurgo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#115] dopo  
Utente 281XXX

si ,si, leggo...grazie, sempre gentile lei!
ps sopra volevo dire "direi particolarissimo"
ecco appunto...sn stanca!
l aggiorno domani
grazie di nuovo
cordiali saluti

[#116]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Va bene. Si riposi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#117] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!
il paziente è tornato a casa ieri in mattinata...tutto ok...
le spiego la situazione..
ferita asciuttissima, ho visto quando gli hanno cacciato il drenaggio e hanno medicato la parte..il Medico è soddisftatto, mi ha detto ke ha fatto un'ottima riparazione, ma nn ci sono punti..
5 giorni di augmentin e all occorrenza toradol punture( una gliel ho fatta ieri sera e stanotte ha riposato benissimo, si è pure girato di lato!)
l unico fastidio...dice...è un bruciore tra testicoli e inguine...non dolore ma bruciore...il suo collega ha detto ke è normale...
stavo leggendo delle sue spiegazioni in merito all intervento di ernia sul forum...c è qualcuno che ha accusato gli stessi sintomi...
è vero ke mio marito ormai ha una soglia di sopportazione del dolore molto bassa...ma qualke dolore se lo deve pure tenere...è sempre un taglio!
lunedi prox abbiamo il controllo...
cosa ne pensa???
grazie
cordiali saluti!
ps la stomia ha iniziato a funzionare regolarmente!

[#118]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
I dolori riferiti da suo marito in questa fase sono da ritenersi normali. La bella notizia è comunque senz'altro quella della stomia che funziona regolarmente!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#119] dopo  
Utente 281XXX

si, sicuramente la cosa positiva è il funzionamento della stomia.
il bruciore sto leggendo che è un sintomo normale...mi sono dimenticata di dirle che è stato fatto un intervento Bassini...lo sto leggendo ora ma ci sono troppi termini tecnici e non capisco niente!!!
ma secondo lei...è preferibile (per un miglior recupero) sforzarsi si stare in piedi nonostante il bruciore o stare piu a riposo possibile???
certo....
non credo proprio che x il 23 mio marito sia in grado di salire a rm x la visita con il suo Collega....
ma alla fine non c'è fretta...anzi secondo me è bene recuperare benissimo prima di affrontare un ulteriore stress!!!
grazie
cordiali saluti

[#120]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' senz'altro preferibile, in questa fase, stare a riposo e anzi evitare di affaticare sia la regione sia l'intero organismo, già non poco provato dai recenti eventi...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#121] dopo  
Utente 281XXX

grazie...ma in corso c'è una lite tra me e mio marito....io penso ke dovrebbe stare seduto, anche un pò.....e nn sempre sdraiato come fa lui, xkè poi quando si alza è una tragedia!!!!!
in piedi ha questo bruciore fortissimo che a seconda delle posture ke assume, scompare subito....mah....!
cmq nn c'è febbre....quindi sn tranquilla....
grazie
cordiali saluti
ps ma questo intervento bassini non è forse un metodo troppo antico???

[#122]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Che la Bassini sia una procedura utilizzata da tanti anni è verissimo; ma è altrettanto vero però che si tratta di un metodo ancora estremamente valido; che ha peraltro il non banale vantaggio di non dover utilizzare una protesi; la quale, vuoi o non vuoi, è pur sempre un corpo estraneo introdotto nell'organismo...
Per quanto riguarda la "lite" in famiglia mi trovo costretto a dare ragione a suo marito: per il momento è meglio andarci piano con gli sforzi!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#123] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore!!! mio marito ha fatto la visita di controllo...
tutto ok, il suo Collega è molto soddisfatto e ha pure cacciato i cerotti:
la ferita è sottilissima e asciuttissima (mio marito però tornando a casa se l è voluti rimettere!)
ha detto che ovviamente ancora dei piccoli fastidi di dolore ci saranno ma che x il resto è tutto apposto e che chirurgicamente è tutto tranquillo!
ora dopo un pò di relax,ci prepariamo per il prox intervento...
cmq, questo suo Collega di qua ha aggiunto, (ovviamente x la sua esperienza) che la stomia dovrebbe essere mantenuta anche dopo, almeno x un mese e mezzo!
le dico solo una cosa....mio marito è andato in crisi totale...ma non x la stomia....ma xkè non sa proprio cosa fare!!!!
grazie
cordiali saluti

[#124]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Rimettere i cerotti sulla ferita potrebbe anche andar bene, ma solo dopo aver opportunamente medicato, altrimenti è una procedura controproducente.
Per il resto l'unica cosa da fare è affidarsi ai Colleghi i quali, senza nulla togliere a suo marito, hanno senza dubbio le competenze per poter prendere una decisione nel suo esclusivo interesse.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#125] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore.
Dopo il controllo di lunedi tutto sta andando piu o meno bene..piu o meno xkè l umore di mio marito è molto "ballerino"....è molto depresso xkè sa ke si sta avvicinando la terza operazione e pensare di rivivere certe situazioni lo abbattano parecchio...
inoltre in questi ultimi 3 giorni è particolarmente nervoso x la stomia....
le spiego...
la stomia funziona benissimo, forse anche troppo!ma da qualke giorno, soprattutto la sera ,tende ad aumentare...mentre la mattina è proprio piccolina.
(stamattina x es. abbiamo cambiato la placca...all inizio era grande e poi piano piano si è richiusa).
stavo cercando su internet delle informazioni a riguardo... ma invano, poikè non ho trov niente...
magari lei mi può dare una risposta...
le variazioni delle dimensioni della stomia, possono dipendere dall alimentazione ke magari può irritare l intestino...o anke dal fatto che mio marito può stancarsi durante la giornata ...o semplicemente è un fenomeno del tutto normale che dipende dai normali movimenti dell intestino???
grazie
cordiali saluti

[#126]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' un fenomeno che entro certi limiti, può essere considerato normale. Stia tranquilla, e faccia star tranquillo anche suo marito!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#127] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore! mio marito oggi è andato al centro stomizzati qui a rc...effettivamente c'è un leggerissimo prolasso della stomia ma niente di importante, almeno fin'ora!
complicanza che può succedere e che deve essere tenuta sotto controllo....
le devo fare una domanda però...ma è normale che la stomia funziona cosi tanto????quasi 3 sacchetti al giorno!!!!!il prolasso può essere dipeso da questo????
speriamo che nn ci siano altre sorprese almeno fino a quando nn verrà di nuovo visitato....
grazie
cordiali saluti

[#128]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Stia tranquilla: la stomia è tutt'ora molto recente e l'intestino deve ancora regolarizzarsi; é normale, anche se ovviamente molto dipende anche dalla dieta, che vi siano giornate nelle quali la produzione di feci è particolarmente abbondante.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#129] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio Dottore! anche se in ritardissimo, buona Pasqua passata!è da un pò che non m faccio sentire perchè sono stata impegnatissima con il lavoro e con mia figlia che non si è fatta mancare niente(febbre, vaccino e disturbi legati alla dentizione!)
Allora, il nostro paziente sta bene, si è ripreso dall intervento di ernia e la stomia, x quanto un pò prolassata(la sera è veramente grande), funziona benissimo!in settimana si decidono le sorti del prox intervento...
Nn le nascondo ke è molto ansioso,confuso su chi lo dovrà operare e triste, xkè se la scelta sarà di nuovo roma, si dovrà, x un periodo,dividere da nostra figlia!
io sono molto , molto positiva!sono sicura che tutto si risolverà x il meglio!
le farò sapere tra qualche giorno cosa abbiamo deciso!
grazie
cordiali saluti

[#130]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ormai non può esimersi dal continuare a raccontarci come procedono le cose... Forza!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#131] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!stamattina mi sono svegliata con una domanda per lei..(sempre se può rispondermi..)
E' da qualche giorno che penso se questo intervento comporterà la ricanalizzazione immediata o se sarà necessario un altro periodo di riposo x l intestino anke se lo stesso dovesse presentarsi in buone condizioni e completamente sfiammato (4 mesi di stomia saranno pur serviti!).
ovviamente mi rendo conto che dare una risposta piu o meno certa lo si può fare solo quando mio marito sarà steso sul lettino della sala operatoria con tutta la pancia aperta!!!!
ma secondo la sua esperienza e in base a tutte le complicanze che ha avuto mio marito in questi 6 mesi, lei cosa pensa a riguardo???
sarebbe piu opportuno tutelarsi con , magari, un altro mese di sacrificio- stomia??o semplicemente , non lo so, provare con un pò di giorni di digiuno?
Tutto il ragionamento è certamente subordinato al buon fine dell intervento..ma sn sicura che questa volta riuscirà perfettamente!
grazie
cordiali saluti

[#132]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ma se non vado errato adesso dovrebbe fare proprio l'intervento di ricanalizzazione... o mi sbaglio?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#133] dopo  
Utente 281XXX

magari dottoree!!!effettivamente l ho confusa con tutti questi messaggi!!!!riassunto:
dopo i vani tentativi di dilatazione , si sono accorti che a monte della cucitura del primo intervento, laddove hanno operato e cucito in laparoscopia, togliendo 18 cm di intestino, si è formata un'ischemia.Quindi , in pratica, si dovrà fare lo stesso lavoro della prima volta...(come si dice, anastomosi??) ma questa volta a cielo aperto.
secondo i suoi colleghi l intesitino è abbastanza per ricollegare le parti...(anche questo pensiero oggetto delle mie paure).
la stomia è stata fatta a destra ed è ascendente...proprio, hanno detto, per tentare di fare dall altra parte le dilatazioni!
mi sono riuscita a spiegare?
grazie
cordiali saluti

[#134]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mah, a questo punto non sono sicuro di aver capito cosa dovranno fare. E' meglio che chieda al Chirurgo qual'è la sua intenzione, non vorrei dirle una cosa per un'altra...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#135] dopo  
Utente 281XXX

mi dispiace e mi scuso se l ho confusa e non mi sno spiegata.
in sostanza si dovrà fare l intervento della prima volta, quindi resecare la parte di intestino sulla quale non solo c'è stenosi ma anche ischemia.la parte di inetstino interessata è quella su cui la prima volta si è intervenuti, in quanto sulla cucitura si è creato nuovo e piu serrato restringimento.quindi la stomia era inevitabile, visto che da li non c era passaggio.
ecco perchè le ho domandato se dopo che viene resecata quest altra parte di intestino, la stomia è secondo lei di nuovo necessaria.
grazie lo stesso.
cordiali saluti.

[#136]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sono io che mi scuso con lei: dopo tutti questi post avevo un po' perso il filo...
La decisione finale è chiaro che si potrà prendere solo nel corso dell'intervento, ma sembra più saggio, visti anche i precedenti, optare per una stomia di protezione. Canalizzare direttamente adesso mi pare un po' un'azzardo. Poi, ovviamente, mi posso sbagliare...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#137] dopo  
Utente 281XXX

grazie dottore!la sua risposta è già sufficiente ai miei interrogativi...
domani mio marito ha la visita a roma.. ....
anche il suo Collega di qui ha dato la stessa sua risposta... anzi,lei ha parlato di "azzardo"...lui addirittura di "atto criminale" se si dovesse decidere d togliere la stomia!!!(è stato esagerato!!!)
cmq, cme abbiamo detto, tutto è subordinato all intervento e a come si presenta l intestino..
le farò sapere...
grazie
cordiali saluti

[#138]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Beh, l'espressione può essere più o meno colorita, ma la sostanza è la stessa.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#139] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore!nn vedo l ora che sia domani x sapere cosa hanno detto a mio marito....x problemi xsonali nn sono potuta salire anch io...ma diciamo che ormai è un pò piu preparato dell altra volta...pero le volevo fare un'altra domanda..
lasciando stare il caso particolare di mio marito...vorrei sapere se in questo tipo di intervento al colon, il passaggio temporaneo della stomia è una prassi o dipende sempre dai casi???
in questi mesi ne ho sentite tante...e molte xsone cn problemi simili hanno portato la sacca..
grazie
cordiali saluti

[#140]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Nessun intervento segue la "prassi", perché ogni caso fa storia a sé. E mentre per alcune operazioni di piccola chirurgia si può intravedere a volte un'eccezione a quanto le ho appena scritto, di certo non è possibile standardizzare un'intervento di alta chirurgia come quello che va ad affrontare suo marito. Le procedure si studiano a tavolino, ma poi si applicano con le correzioni del caso in sala operatoria, e alla fine due interventi uguali è davvero difficile trovarli. Più che una prassi direi che la stomia in questi casi è un passo prevedibile, senz'altro dettato da precedenti esperienza della Chirurgia che "consigliano" l'Operatore (ma potrei dire quasi che lo "obbligano") a comportarsi in tal modo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#141] dopo  
Utente 281XXX

ok, grazie dottore!
effettivamente le decisioni si prendono nel corso degli interventi..
In ogni caso la visita è andata bene...ossia il Suo collega vuole prima una tac ed un clisma(dall ano se è possibile altrimenti dalla stomia..) per sincerarsi dell attuale stato dell intestino, se c'è ancora o meno infiammazione.
poi , per quanto riguarda l intervento in sè, ha detto che se da un lato sarebbe preferibile fare tutto in un'unica fase, per far ripartire l intestino, dall altro, non ha escluso la possibilità di lasciare la sacca per ancora un pò, nel caso in cui le circostanze lo richiedano!
mi sembra che come ragionamento non faccia una piega...
io credo che alla fine la sacca è relativa e marginale, nel senso che è necessario che l operazione vada bene...che poi si debba fare il sacrificio della stomia, beh, si affronta e si fa, nonostante la stagione estiva è piu dura ad affrontare in tali situazioni..
la scelta dell operatore spetta solo a mio marito...non importa se sarà un collega di roma o un collega di rc, l importante è risolvere la cosa!!!
grazie mille
cordiali saluti

[#142]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Questo è l'atteggiamento giusto! Molti pazienti si preoccupano soltanto della stomia, quando invece le preoccupazioni, come ormai lei ha ben capito, vanno ben al di là delle noie che può procurare una sacca...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#143] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio Dottor Spina.
Non so se devo essere tranquilla o arrabbiata...
Dnq mio marito ha iniziato a fare tutti gli esami...
Quelli del sangue sono risultati perfetti( ves e pcr normalissimi, x cui si escluderebbero infiammazioni e infezioni...)
Cuore, torace ok....
Poco fa ha eseguito la tac....
ed ecco che inizio ad agitarmi....
non risulterebbero infiammazioni(anche se non capisco l uso del condizionale da parte dei medici...); però non si riesce a refertare nel senso che non riescono a vedere l intestino che sta a riposo proprio perchè tale. per cui hanno bisogno anche del clisma(che cmq doveva fare) x refertare la tac...
Domanda:può essere una risposta plausibile????cioè effettivamente la tac può non arrivare a vedere questa parte d intestino????
grazie
cordiali saluti!

[#144]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certo, la semplice TC non è un esame molto adatto per studiare l'intestino. La risposta che le hanno dato è più che plausibile.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#145] dopo  
Utente 281XXX

ok, grazie dottore!allora attendiamo il clisma di domani....
forza e coraggio....per forza!
grazie
cordiali saluti

[#146]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
In bocca al lupo!
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#147] dopo  
Utente 281XXX

buonasera Dottor Spina..
non c è niente da dire....
nè referto tac, nè referto clisma...quest ultimo non si è potuto fare dall ano poichè non riuscivano a passare...(da ignorante penso sia un segno negativo..)...
dalla stomia nn l hanno voluto fare xkè "non se la sono sentiti"....
grazie
cordiali saluti

[#148] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore...
le volevo solo dire che mi auguro che tutta questa storia finisca presto e mio marito torni tranquillo come una volta!
grazie
cordiali saluti

[#149]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certo sarebbe meglio affrontare il caso con il maggior numero di esami diagnostici possibile, ma non deve disperare solo per questo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#150] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore!
domani le saprò dire qualcosa in piu poichè abbiamo la visita cn il suo Collega chirurgo...e questa volta ci sarò pure io!
l operazione verrà fatta qui da noi...
tra avanti ed indietro ed una valigia e l altra, abbiamo deciso di prendere questa strada...
da roma abbiamo :
- tutti gli esami di pre - ospedalizzazione, che risultano ok..
- una visita cardiologica molto approfondita
- ed una tac con un referto e un cd (no infiammazione ma nn visualizzazione dell intestino).
sicuramente faremo altri esami che il suo Collega aveva accennato tempo fa quando abbiamo fatto l ernia..(clisma dalla stomia e , se mi ricordo bene, ancke colon...)
cmq domani vediamo ...e speriamo di iniziare a chiudere qui questo brutto periodo!
grazie
cordiali saluti

[#151]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Farsi operare nella propria città è una cosa che condivido sempre. Tra gli altri, offre l'indubbio vantaggio che il paziente può essere seguito meglio anche dopo la dimissione, evitando che i piccoli imprevisti si trasformino in drammi a causa della distanza fisica tra il chirurgo e il paziente stesso. Tutto il mio appoggio a questa decisione, dunque!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#152] dopo  
Utente 281XXX

sono perfettamente d accordo con lei!
e..
non so come ringraziarla di questo suo appoggio che durante questi mesi mi ha dato!
domani le farò sapere i successivi passi..farò finta di raccontarle un nuovo caso ma avente per oggetto la stessa argomentazione!
mi auguro che non ci siano piu nè imprevisti e nè drammi!
la positività, la forza , la fede e la famiglia, possono essere quei particolari e speciali elementi che aiutano una persona in difficoltà a risollevarsi prima!
grazie mille
cordiali saluti

[#153]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Forza e coraggio allora!
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#154] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore!
allora , ieri, dopo un'ora e mezza di colloquio, si è deciso il giorno dell operazione:8 maggio!!!!visto i ponti del 25 e dell'1, il Chirurgo preferisce fare l operazione in quella settimana...
ma da qui all 8, riposo assoluto visto che la stomia tende sempre di piu a prolassarsi!
dunque mio marito è terrorizzato in quanto ieri il suo Collega gli ha dovuto spiegare tutte le varie ipotesi e situazioni che si possono presentare nel corso dell operazione...
ci ha fatto dei "disegnini" per meglio capire e la conclusione di tutto è la seguente:sperare che ci sia abbastanza colon discendente visto che la diagnosi della seconda ed ultima dilatazione lo lascia un pò perplesso...
dottore, ho una paura che non le so spiegare!!!!!!!!!!!
cerco di fare la forte e di tranquillizzarlo ma il timore è troppo evidente nei miei occhi!!!!
il suo Collega non ha parlato di ano artificiale....ma la mia paura piu grande è proprio questa brutta parola!!!!!
lui farà tutti gli esami il giorno prima dell intervento, compresa una colon dalla stomia per capire piu che altro la qualità della mucosa!
non ha ritenuto necessario fare il clisma o un'altra tac...xkè, ha detto, che è inutile prendere misure e "torturare" ancora il paziente!
insomma, tutti i quesiti si potranno sciogliere nel corso d intervento!
grazie
cordiali saluti

[#155]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Purtroppo prima di ogni intervento c'è una certa percentuale che comunque rimane incognita, quindi direi che è quasi una prassi che i dubbi finali possano essere sciolti soltanto sul tavolo operatorio. Del resto gran parte dell'esperienza del Chirurgo viene utilizzata proprio per adattarsi alle situazioni che, per quanto preventivamente studiate a tavolino, in corso d'opera riservano sempre sorprese. Anche buone, sia chiaro: le sorprese non sempre sono cattive. Anzi, se dovessi dare una percentuale direi che sono più i casi che si presentano meglio del previsto rispetto a quelli che invece riservano brutte sorprese. Non posso dunque fare altro che rinnovarle il mio "forza e coraggio". E in questi giorni di brevi feste pensate a svagarvi un po'...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#156] dopo  
Utente 281XXX

Buongiorno dottore e grazie per le parole!
io, nonostante la mia tanta paura, sono fiduciosa che tutto si risolverà!
anche il suo collega ha fatto questo stesso discorso per cui speriamo bene veramente!
per quanto riguarda lo svago...ci ho già pensato....magari qualke giorno al mare potrà essere d aiuto a tutti...
l aggiornerò in caso di novità!
grazie
cordiali saluti

[#157]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Almeno psicologicamente dovete cercare di arrivare all'intervento al 110%!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#158] dopo  
Utente 281XXX

buon primo maggio Dottore!!!una settimana all intervento....
ansia...ma solo x l attesa....credo....
grazie
cordiali saluti

[#159]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Buon primo maggio anche a voi, anche se ormai è un po' tardi...
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#160] dopo  
Utente 281XXX

buonasera Dottore!
è arrivato il giorno finalmente! da ieri mio marito è ricoverato a villa s.g...
ha fatto esami pre ospedalizzazione...ok
pomeriggio colon sia dall ano ke dalla stomia..
dunque: dall ano hanno confermato la stenosi ma prima d questa ci sono 10 cm...
dalla stomia sno riusciti a passare tranquillamente( l esame è stato eseguito da un endoscopista sotto controllo del chirurgo)...l unica cosa è che hanno rilevato la presenza di tanti residui di feci....presumo quelli accumulati prima della stomia e che poi nn sono stati tolti(e mi auguro che nn abbiamo provocato danni)
domani sarà il primo...lui apparentemente sembrava tranquillo(la bimba lo ha aiutato tanto)
io mi sento stranamente serena...
domani è anke festa della Madonna e mi affido a lei(oltre ke alle mani del suo Collega e della fortuna!)
ovviamente le farò sapere tutto!
ora mi fumo la mia sigarettina relax e poi ...speriamo ke la notti passi subito!
grazie
cordiali saluti

[#161]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Speriamo che vada tutto bene...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#162] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno Dottore, scusi se ieri sera nn le ho scritto ma dopo una giornata lunga come quella di ieri, sono tornata a casa distrutta e dopo aver addormentata la "cavallina" di mia figlia sono crollata anch io!!!!!
allora.....BELLE NOTIZIE!!!!!!
l intervento è andato bene ed è durato anche relativamente poco rispetto a quanto il suo collega mi aveva detto se cmq ci fossero state delle difficoltà!
una buona parte de colon discendente era inservibile poikè ischemizzata ma sno riusciti a fare l anastomosi utilizzando solo il discendente, infatti la fortuna è stata anche questa!
non c era una particolare infiammazione e la stomia ovviamente è rimasta al suo posto, quindi a destra!
la prima notte è andata piu o meno bene...non tanto il dolore della ferita quanto il fastidio del sondino....(però oh, i dolori si devono sopportare e il sondino si sa che da fastidio! le urine ok!)
il suo collega mi ha spiegato che quando c 'è una malattia diverticolare, nel caso di resezione della stenosi con i diverticoli, si taglia una gran parte di colon, quasi come se fosse una massa tumorale, per evitare recidive.
al primo intervento sno stati tolti solo 18cm e sulla sutura x altro fatta in laparoscopia, si è formata questa stenosi che poi è andata in ischemia serrandosi di brutto creando tutto ciò!
ieri hanno pulito tutto e tolto il pezzo morto ma grazie a dio sn riusciti ad utilizzare lo stesso colon disc evitando di toccare il trasverso!!!!
che dire...può essere che incominciamo ad avere un pò di fortuna!!!!!
sono state le ore piu brutte della mia vita ma la mia serenità ci ha premiati!!!vediamo ora cme si evolve il post...
che ne pensa???
appena posso l aggiorno!
grazie
cordiali saluti

[#163]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sono contento di quello che mi scrive, ma bisogna ancora pazientare per cantare vittoria: la prima settimana del post-operatorio, come purtroppo sa, può sempre riservare sorprese e a volte è una fase delicata quanto l'intervento stesso. Quindi abbia fiducia e naturalmente tifiamo per voi!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#164] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno Dottore!
le ultime novità sono le seguenti: ieri mattina tolti catetere e sondino.hanno sospeso anche antibiotici....
temperatura(il mio incubo!) ok.....
lunedi ho capito che faranno un clismetto....ieri il suo Collega ha detto che visto il caso un pò particolare di mio marito e visti i precedenti, vorrebbe fare un clisma di controllo, io penso x capire come si sta rimarginando il tutto....di solito lo avrebbe fatto piu là, ma in qsto caso preferisce farlo lunedi...
speriamo bene...
cmq lui già si è alzato e ha pure camminato....inizia a tirare la ferita ma questi sono dettagli che hanno poca importanza...il dolore nn mi preoccupa x niente!!!!
grazie
cordiali saluti

[#165]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Bene, pare che stavolta la strada sia quella giusta...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#166] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno Dottore!
anche oggi le do delle buone notizie...
mio marito domani verrà dimesso!
ancora ha solo il drenaggio che cmq è pulito e la temperatura solo in certi momenti è 37...
ma ieri ha fatti il clisma dall ano ed tutto perfetto! non ho potuto assistere all esame ma il suo Collega è stato molto contento del risultato.ha pure iniziato a mangiare qualcosa e la stomia funziona, anche se ancora va molto bile..cmq, tutto sommato non credo che le cose stiano andando come prima...
speriamo che continui sempre cosi!
buona giornata
grazie
cordiali saluti

[#167]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi pare che suo marito stia addirittura precorrendo i tempi... Bene dunque, avanti cosi'!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#168] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio Dottore!
stamattina visita di controllo: tutto ok!
hanno tolto i punti e non hanno messo neanke un cerottino...
la ferita è bella lunga e la dobbiamo curare solo cn acqua e sapone neutro..e ovviamente l infermiera sono io!
tra una settimana circa dobbiamo tornare x parlare con il suo Collega e capire quando fare l altra...e nel mentre dovrebbe arrivare l esame istologico..
mio marito sta bene e la stomia funziona..
dunque,come dice lei, avanti cosi!
buon sabato!
grazie
cordiali saluti

[#169]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi piacerebbe congratularmi con lei e con suo marito, ma non lo faccio per scaramanzia: le complicanze, anche a distanza di giorni dall'intervento, purtroppo possono sempre accadere, per cui é meglio starci zitti e continuare a tifare per suo marito anche nei prossimi giorni/settimane...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#170] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio Dottore!
...sa , io ho il maledetto vizio di leggere troppo e di essere troppo curiosa....
e dopo aver visto su un sito un intervento di chiusura di stomia.., volevo farle una domandina...
ma tecnicamente c'è differenza tra ricanalizzazione e chiusura di colostomia o ileostomia???leggo che il post di questo intervento è bruttino...ma dopo quasi un anno di" studi di questo genere", lo so ke è tutto soggettivo...
questo messaggio, diciamo, è solo per una mia curiosità...
grazie
cordiali saluti

[#171]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La ricanalizzazione indica il ripristino del normale "percorso" del contenuto intestinale, mentre per chiusura della stomia si intende appunto la chiusura della derivazione artificiale.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#172] dopo  
Utente 281XXX

no,mi scusi Dottore, effettivamente rileggendo la mia domanda nn mi sono saputa spiegare..
e giustamente lei mi ha risposto a quello che io ho scritto ma non a quello che in realtà volevo sapere!mi scusi!
volevo capire infatti se tra una ricanalizzazione dopo una colostomia e una ricanalizzazione di un'ileostomia c'è differenza!
e se le eventuali conseguenze/complicanze/disagi/ sono le stesse!
perchè appunto, leggevo, di disagi tipo incontinenza, diarrea o addirittura impotenza!!!!!!
grazie
cordiali saluti

[#173]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
I disagi dopo una ricanalizzazione ci possono essere, eccome purtroppo. Mi giunge nuova quella dell'impotenza, non vedo come potrebbe essere correlata. Anche se questo sarebbe meglio domandarlo ad un Urologo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#174] dopo  
Utente 281XXX

grazie Dottore!
il disagio impotenza l ho letto su un forum x cui lascia il tempo che trova...cmq, aspettiamo i passi successivi e si vedrà...
ci riaggiorniamo!
buona giornata
grazie
cordiali saluti

[#175]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non ero a conoscenza di questa complicanza, ma può anche darsi che abbiano riportato una notizia non vera...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#176] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno Dottore!
ieri abbiamo fatto la visita dal suo collega..
è andata bene, mio marito si sta riprendendo in fretta, considerando che sono solo 20 giorno che si è operato!
la prox operazione sarà fatta verso la metà/fine giugno...
il giorno prima farà una rettoscopia e un clisma x confermare, speriamo, una situazione tranquilla all interno ed unica raccomandazione,a parte ovviamente non fare in questo periodo eccessivi sforzi, non prendere tanti chili...per il resto va bene tutto!
beh, aspettiamo con ansia quel momento...
"avanti cosi"
grazie
cordiali saluti

[#177]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Spero davvero che le vostre vicissitudini siano ad una positiva svolta finale...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#178] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!
volevo comunicarle che la data è stata fissata: 19 giugno!
il 18 il ricovero con esame specifico della rettoscopia..
sono un pò ansiosa e questo mi rende poco serena x ora..spero di mantenere la calma...forse xkè incominciamo a vedere uno spiraglio di "fine vicende sfortunate.."
mah..speriamo bene e incrociamo le dita!
grazie, buona giornata
cordiali saluti

[#179]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Le hanno spiegato che cosa vogliono fare di preciso?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#180] dopo  
Utente 281XXX

in che senso dottore????
il giorno prima faranno una colonscopia dal retto e forse un clisma e se gli esami sono tutti ok , il giorno dopo faranno la chiusura dello stoma.
grazie
cordiali saluti

[#181]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Calma, calma, non si arrabbi! Era questo che volevo sapere...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#182] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!!!
......ma il mio tono non voleva essere arrabbiato!!!!!
e poi xkè mi sarei dovuta arrabbiare????anzi..
ogni sua domanda o consiglio è x me molto importante!!!
buona giornata, ci aggiorniamo tra qualche giorno...
grazie
cordiali saluti

[#183]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Come può verificare i casi che ognuno di noi segue in contemporanea su questo sito sono decine ogni giorno. E sarebbe impossibile rileggere ogni volta tutto il thread di ciascun caso, visto che per esempio qui ci sono già 183 repliche; per cui è normale che qualche volta si possa non ricordare un passaggio della storia...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#184] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore...
scusi ma le ripeto che non volevo nè essere arrabbiata e nè ho pensato ke giustamente si può anche avere della confusione quando si risponde ai vari consulti,soprattutto se trova un utente che scrive post lunghi come i miei!!!
quindi è normale non ricordarsi tutto...
cmq c è una mini novità...mio marito ha iniziato da domenica sera a fare dall ano un pò di muco...in realtà qualche volta è successo ma il colore era trasparente...invece questa volta è marroncino, senza sangue...
dovrebbe essere un buon segno...significherebbe che la stomia cmq sta proteggendo l intestino, ma che la parte che hanno ricollegato a sinistra è tranquilla e libera...questi residui chissà da quanto stavano li!!!!
buona giornata
grazie
cordiali saluti

[#185]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La sua spiegazione in effetti ha senso, e tutto sommato se c'è passaggio senza altri segni negativi il tutto può essere interpretato come un buon segno.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#186] dopo  
Utente 281XXX

dottore...m dica come posso dormire a quest ora della notte, sapendo che domani mio marito, che avrebbe dovuto togliere la sacca, deve invece fare tutto da capo???!!!
le riassumo..oggi colonoscopia dal retto...piccola stenosi all inizio dopo l ano, per cui l endoscopista e il chirurgo hanno preferito nn forzare e fare un clisma domani mattina x accertarsi dell entità di quest ulteriore e maledetta stenosi che si è riformata.
poi colon dalla stomia...sono riusciti ad arrivare fino alla stenosi ovviamante facendo il giro contrario....
spiegazione dei dottori:
avendo un intestino a riposo da sei mesi, avendo una colostomia a destra sull ascendente, c è stata assoluta mancanza di funzionalità dell intestino x troppo tempo ed ecco che il restringimento poteva ripresentarsi!
ma la sacca x precauzione dovevano lasciarla ancora x un pò, x evitare infiammazione ed eventuale peritonite che ovviamente già sappiamo, in quanto avute nei mesi scorsi dopo il 1 intervento!
mi hanno detto ke in genere la colostomia si fa a sinistra,proprio x garantire un pò di movimento al colon, sopratutto quando è temporanea (ma questa cosa me l avevano detto gia da un pò, cioè ke la colostomia a destra avrebbe potuto dar problemi).
rimedi:
intanto aspettare il clisma domani e fare subito dilatazioni x evitare che passi altro tempo.
come ultima ipotesi,anke eventualmente lo stent(ma x ora l hanno escluso xkè sn fiduciosi)
domanda:
lei potrebbe essere d accordo cn questa spiegazione????cioè , è vero ke la mancata funzionalità del colon x troppo tempo porta a tali conseguenze???
o potrebbe essere solo un problema di "vizi" nella cicatrizzazione dovute a cause sconosciute???
siamo tutti sconfortati...mio marito è ko...io senza forze che però mi devo far venire x lui e x mia figlia ....
e davanti allo stretto e con un'altra sigaretta in mano, le chiedo di rassicurarmi un pò...xkè pomeriggio è stato un altro brutto giorno da dimenticare!
grazie
cordiali saluti

[#187]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Situazione complicata, non c'è dubbio. La spiegazione che le hanno dato però è plausibile. Personalmente sarei favorevole alle dilatazioni, ma è chiaro che dovranno essere i Colleghi a decidere...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#188] dopo  
Utente 281XXX

dottore, buon pomeriggio!
dunque.. stamattina il clisma dall ano,è praticamente risulatato identico a quello fatto 5 gg dopo dell intervento dell 8 maggio durante il quale hanno fatto l anastomosi e tolto il discendente che praticamente nn esisteva piu!
il passaggio del liquido oggi c 'è stato subito!
a ridosso della cucitura giu, è vero, appare un pò piu ristretto rispetto al resto del colon, ma la stessa cucitura è perfetta e nn presenta anamolie!
il primario stamattina ha detto che è una situazione di normale andamento post operatorio, per lui non è vera e propria stenosi ma restringimento normale attorno ad una ferita,tale in virtu del fatto ke manca attività da 6 mesi!
cioè secondo lui è un problema funzionale e nn organico.
cmq venerdi iniziamo le dilatazioni xkè è cmq giusto confrontarsi cn il suo endoscopista il quale con l endoscopio non ha voluto forzare x entrare.
addirittura il primario, avendo avuto solo il risultato di oggi del clisma, avrebbe chiuso xkè per lui il colon si presenta buono.
è normale poi che le stesse feci, piano piano, avrebbero aiutato il movimento dell intestino a ripartire x bene dopo tanto tempo.
cmq attendiamo speranzosi il giudizio di venerdi....
mi sento che non mi sento....
grazie
cordiali saluti

[#189]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Forza e coraggio allora: vedrà che le dilatazioni serviranno. Come già le ho scritto io ne sono convinto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#190] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore, grazie x l incoraggiamento!
anch io sn convinta che in qualke modo ne usciremo, è lunga , lo so..
so anche che da troppo tempo diciamo "andrà tutto ok", "dobbiamo avere pazienza"...
ma è x forza cosi che tutti dobbiamo reagire...
io mi fido ...e so che la dilatazione riuscirà....è solo un pò di tristezza nel cuore che mi rende poco allegra...
si sono solo allungati un pò i tempi, vediamola cosi!!!!
e vediamo il lato positivo...le dilatazioni le faremo a ganzirri xkè qui nella nostra clinica a villa san giovanni nn c è lo strumento adatto e l endoscopista lavora li in quell istituto...
quindi ..anke se mio marito sarà ricoverato,(prima dilatazione domani e seconda lunedi), io e mia figlia ci godiamo un pò di mare bellissimo...certo senza papà...ma ci rifaremo!!!!!!
buona giornata
grazie
cordiali saluti

[#191]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' positivo il fatto che lei riesca a vedere il lato buono della faccenda anche quando tutto suggerirebbe il contrario... Bravissima!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#192] dopo  
Utente 281XXX

buonasera dottore!
giornata caldissima, stressante ma non troppo negativa...anche se è meglio non essere troppo euforici..
la 1 dilatazione è andata benino: l endoscopista era molto soddisfatto..mi ha detto che la stenosi non è molto chiusa come si pensava...ha dilatato facilmente fino a 18mm ...
avrebbe potuto dilatare ancora ma ha voluto essere cauti, tanto lunedi farà la seconda!
mi ha parecchio rasserenato...
per il resto, fino a stasera , tutto ok...
l istituto è proprio sopra i laghetti di ganzirri...il posto è bellissimo...l afa un pò meno!
lo so che nella vita ci sono situazioni piu gravi di questa ...ma spero solo che tutti questisacrifici porteranno a qualcosa di buono!
grazie
cordiali saluti

[#193]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
A volte nell'affrontare situazioni come questa molti di noi sono estremamente cauti. Ma è un atteggiamento comprensibile: nell'interesse del paziente si prendono infatti precauzioni che a volte possono sembrare eccessive. Ma non lo sono, perché permetteranno, in sede di intervento, di rischiare un po' meno del massimo "rischiabile". Ecco dunque la necessità delle dilatazioni. E il tutto, ripeto, andrà alla fine a pieno vantaggio del paziente.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#194] dopo  
Utente 281XXX

buongiorno dottore!
brevemente l aggiorno...
stamattina seconda dilatazione: tutto ok!
il dottore endoscopista è riuscito a passare facilmente ed anke se ha dato l ok per il confezionamento della stomia, preferisce visitarlo ed eventualmente fare un'altra dilatazione lun prox!
sto aspettando notizie dal suo collega chirurgo...
sono serena....
grazie
cordiali saluti

[#195]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Meglio una dilatazione in più che una in meno...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#196] dopo  
Utente 281XXX

anch io la penso cosi!!!!
sa, bisogna essere discreti e non invadenti....sto aspettando di parlare con i dottori...e il mio giudizio magari potrebbe infastidire...vedremo..
intanto...
stavo leggendo le sue risposte agli altri utenti...
c è tanta gente che ha problemi....
grazie
cordiali saluti

[#197]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non abbiate paura di chiedere spiegazioni ai Colleghi: il paziente ne ha tutto il diritto e, se fate le vostre domande ovviamente con i dovuti modi, sono certo che nessuno vi negherà le spiegazioni.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#198] dopo  
Utente 281XXX

Buondì Dottore!
ultime e piccole news...
il suo collega chirurgo ha detto che se lunedi l endoscopista dà l' ok
( lunedi è prevista la visita.. e se necessita una terza dilatazione),
mercoledi o venerdi ,la nostra ormai" amica" da sette mesi, verrà confezionata.
aspettiamo fiduciosi!
buona giornata
grazie
cordiali saluti

[#199]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non possiamo far altro che aspettare e sperare per il meglio...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#200] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore!
siamo da poco rientrati da ganzirri...
tutto ok!
nn c 'è stato neanke bisogno della terza dilatazione xkè l endoscopista, cn la sola visita ha confermato che il canale era ampio e regolare...hanno cmq effettuato una mini mini anestesia , ma tutto è risultato positivo!
appena rientrati ci ha contattato il suo collega chirurgo e venerdi si procederà...
incrociamo le dita!!!
grazie
cordiali saluti

[#201]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mamma mia, mi sta facendo salire l'ansia anche a me... Speriamo bene!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#202] dopo  
Utente 281XXX

buonasera Dottore!
1 ottobre..
15 dicembre..
11 marzo..
8 maggio..
5 luglio..
l operazione è andata bene..piu o meno, un'ora di intervento.
niente catetere..niente sondino, solo drenaggio..
urina fatta...
speriamo in una normale e tranquilla canalizzazione!
e poi, osservando una giusta alimentazione, tutto, tornerà come prima!
oggi 5 luglio, anche mia ultima sigaretta, appena spenta davanti alle luci di uno stretto bellissimo!
ho fatto una promessa...
infine...
un grazie speciale a lei che, sempre gentile e puntuale, ha risposto alle mie domande, ai miei dubbi, alle mie paure!
grazie di cuore
e cmq l aggiornerò lo stesso su come va!!! :)
buona serata
cordiali saluti

[#203]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Bene. Sarei ottimista questa volta...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#204] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore....dunque...
ke novita dirle...buone direi...anche se ancora nn sono del tutto serena..
mio marito è stato dimesso giovedi, dopo una settimana dall intervento..
si è canalizzato dopo 4 gg e diciamo anche bene: feci normalissime senza sangue,senza dolori e senza troppa frequenza.
nn sono serena del tutto perchè l incubo febbre persiste: in certi momenti, 37, 2!
lo so che leggendo si sta facendo una risata...e che 37 e qualke decimo non è una febbre importante...ma sa, dopo i precedenti, tendo , ma mi sforzo, a nn preoccuparmi!!!
oggi abbiamo fatto un primo controllo dopo l intervento...la ferita è bruttina e dal buchetto del drenaggio è uscito parecchio sangue...
il suo collega mi ha tranquillizzato...è questa raccolta che provoca la febbre e che bisogna preoccuparsi solo se la temperatura aumenta...
la sua spiegazione è stata questa, visto che x sette mesi la pelle è stata a contatto cn le feci, è normale una difficile rimarginazione..in fondo,hanno lavorato e ricucito su una zona sporca, infetta e rovinata.
ha ordinato anke l antibiotico x tre gg (trozocina)..(a parte la cura di fermenti, ferro e integratori).
una volta lei mi disse che nn bisogna fare un dramma dei piccoli imprevisti...sto cercando di fare questo anke xkè nn le dico che carico di stress abbiamo tutti...il primo, ovviamente, mio marito...
quindi, come poi è il mio carattere . cerco di sorridere e tranquillizzare sempre.
grazie e mi scusi x le troppe chiacchere.
cordiali saluti

[#205]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
E' vero che non bisogna fare un dramma dei piccoli imprevisti, ma è comunque corretto non sottovalutare nulla. In tal senso mi sembrano condivisibili sia le spiegazioni che i Colleghi le hanno fornito sia le procedure applicate. Insomma, come le dicevo, credo che possiamo essere ottimisti.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#206] dopo  
Utente 281XXX

grazie...
l aggiorno martedi ,quando avremo il prox controllo...
se nn la disturbo cn i miei racconti...visto ke è periodo di ferie!!!
grazie
cordiali saluti.

[#207]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non si preoccupi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#208] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottore! nn mi sono fatta sentire in questi gg xkè dopo una settimana di mare , la mia piccolina si è beccata il virus intestinale..e sto aspettando che mi diano dei risultati...giusto x nn perdere il ritmo!!!! quanta santa pazienza!!!
cmq mio marito sta recuperando molto bene:alvo regolare e ferita quasi guarita, febbre scomparsa da gg!!!
"fa fatica" solo a prendere peso..anke se in realtà sta mangiando riguardandosi al massimo..
io , le dico la verità, sto scaricando ora tutto lo stress accumulato da mesi...però va bene cosi...
le rinnovo il mio grazie x la sua attenta disponibilità e x le sue risposte ai miei infiniti messaggi!!!
buone vacanze!!!
grazie
cordiali saluti

[#209]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Restiamo in attesa di altre notizie, speriamo sempre positive.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#210] dopo  
Utente 281XXX

buon pomeriggio dottor Spina, come sta???
noi..tutto bene! l ex malato sta molto meglio..piano piano va sempre meglio!ha iniziato ad assaggiare un pò tutto(esclusi i fritti ovviamente) e regolarmente va di corpo!
siamo riusciti anche a fare una settimana in un bel villaggio (e lì si è dovuto frenare parecchio visti i vastissimi buffet del giorno!!!)
l importante è che finalmente ci siamo rilassati dopo mesi di profondo stress!le cictrici si stanno schiarendo..
tra qualke mese potrà gradualmente ricominciare con lo sport..
grazie
cordiali saluti

[#211]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sono veramente contento: finalmente buone notizie su tutti i fronti!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com