Utente
salve,le cose vanno male..non riesco ad evacuare..devo inserire il dito al massimo possibile assumendo anche posizioni tipo stretching con il dito dentro l'ano cercando di allargare il più in alto possibile e liberarmi delle feci che sono sia dure se per un giorno non faccio questa pratica sia anche liquida e innumerevoli sforzi che mi portano dolore al retto al basso ventre e al testicolo sx operato 10 anni fa di varicocele con la scleroembolizzazione e inoltre problemi urinari e di erezione specie quando ci sono le feci ferme li..riporto l'ultimo esito della defecografia fatta a novembre circa..:il diametro max. (AP) del retto in clinostatismo misura circa 5 cm. angolo retto-anale (ARA) con ampiezza entro la norma a riposo;si riduce in contrazione edaumenta in ponzamento. pavimento pelvico normo-resistente a riposo e durante l'evacuazione. alla richiesta di svuotamento,lenta apertura del canale anale;si osserva una parziale persistenza del pubo-rettale,reperto da correlare con dati clinici e manometrici. in fase evacuativa,rapida espulsione di parte del mdc,con visualizzazione di qualche prolasso mucoso. residuo rettale discreto. e vi riporto anche l'esito della rettoscopia fatta ad ottobre dopo intervento di starr per prolasso occulto mucoso:esame condotto fino a cira 15 cm dall'o.a..la mucosa rettale è diffusamente iperemica.in ampolla presenza di numerose rilevatezze di mucosa similpolipoidi che si confermano in inversione.in prossimità di una di queste presenza di un punto ritenuto.si visualizza cicatrice lineare bianca da pregresso intervento,si eseguono biopsie multiple.ed ecco il referto dell'istologico:il campione in esame è costituito da 2 frammenti di pseudopolipo infiammatorio e da un lembo di mucosa del grosso intestino sede di moderata fibrosi della lamina propria.adesso io mi chiedo..potrebbe trattarsi di un ulcera solitaria del retto?vi dico questo perchè non è possibile io debba fare questa vita di sofferenze,per evacuare oggi dopo giorni di totale assenza anche minima di stimolo ho dovuto usare anche il bastoncino di plastica per clistere vaginale inserito tutto nel retto per cercare di "stappare" e allargare la parte dove si bloccano le feci..dico stappare perchè anche per mettere aria devo sforzarmi e si sente come stappare.inoltre sti granulomi o pseudopolipi che si sono formati dopo la starr e la graffetta ancora nell'ampolla rettale danno doloori e bruciori e fastidi ulteriori dato che devo digitarmi.è una vita infernale..esco dal bagno sfiancato oltre a passarci ore e ore.a volte quando le feci sono liquide è anche peggio..ma davvero non c'è niente da fare?l'ampolla rettale è dilatata mentre su nel muscolo puborettale si sente una chiusura come il colon fosse strozzato li..credo capiate come si ci senta..ho 29 anni e ci sto male da sempre praticamente e anche i rapporti sessuali sono pessimi perchè mi sento tirare il testicolo sx e problemi di erezione e sono tutte cose collegate..potete indicarmi 1 soluzione?cordialità.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il suo problema, ampiamente discusso in centinaia e centinaia di consulti e repliche, non può essere risolto attraverso questo mezzo.
Il mio parere resta lo stesso. Come le ho scritto in più occasioni i suoi problemi non sono meccanici, ma da ascrivere ad una sindrome dell' intestino irritabile.
Come in più occasioni le ho consigliato, consiglio disatteso, esegua anche una manometria anorettale.
Tale esame, che ricordo bene, era ritenuto necessario anche da chi aveva eseguito la defecografia, mira ad evidenziare una eventuale alterazione funzionale, anche questa da me più volte sospettata, a carico del puborettale (dissinergia anorettale)
Cordiali saluti.

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
salve dottor d'oriano,non è stata mia mancanza farla.il proctologo con il quale sono in cura mi ha detto che non occorre fare una manometria anche se evidenzierebbe un problema al muscolo pubo rettale come anche io sostengo mi ha detto c'è poco da fare e anzi io gli dissi ma scusi dottore so esistono terapie riabilitative come il biofeedback..lui mi ha detto..siii ma non risolverai nulla e non ha nemmeno saputo indicarmi dove le fanno ne tempi ne costi mi ha detto solamente di usare psyllogell e che io devo ponzare con l'intestino e non con il colon.il medico curante invece mi ha detto che le nuove legge ferree vietano di prescrivere esami se non richiesti da uno specialista dove lui poi copierà il numero dell'ordine del medico..non è che io mi sia rifiutato di fare la manometria,purtroppo questa è la triste realtà, sono rimasto con dei pseudopolipi nell'ampolla rettale e con una graffetta ancora..il proctologo mi disse che questi me li proverà a togliere con un piccolo interventino con anestesia spinale..ma io mi chiedo..ma perchè?se anche lei dottor d'oriano mi ha detto che con una endoscopio per retto o colonscopia si riescono a risolvere questi problemini senza anestesie spinali?mi dica come devo comportarmi a questo punto che io lo farò..in tutto questo non so nemmeno dove la fanno questa manometria a palermo.io capisco tutto e tutti..ma i medici che mi visitano sono menefreghisti a marzo faccio un anno da 1 operazione inutile perchè il problema per me è sempre stato al puborettale e ad oggi è rimasto irrisolto e so anche è una patologia complessa da risolvere..ma quanto meno mi vengano tolti sti polipi e sta graffetta,almeno si fa qualcosa anzichè un anno di inattività e perdita di tempo a star male.sono sempre più convinto che partirò e passerò una visita con lei..tanto come ha capito qui"dormono" la ringrazio come sempre.

[#3] dopo  
Utente
Ho dimenticato a dire che sono stato a visita andrologica martedi scorso..mi è stato diagnosticato nuovamente varicocele al testicolo sx di 3 grado..adesso ho forti dolori al testicolo e basso ventre sx e a volte rene sx..tutti collegati..come se ci fosse un buco e ci entra aria e tira il testicolo e basso ventre..ho appuntamento x martedi 18 da lui e devo portargli gli esiti di esami di sangue richiesti x i dosaggi ormonali,ma se continuano questi dolori o ci vado domani pomeriggio da lui o vado al p.soccorso..ho anche 2 macchie rosse sul testicolo dove ci sono le vene di sto varicocele .cordiali saluti.

[#4] dopo  
Utente
salve dottor d'oriano,sono riuscito a farmi prescrivere dal medico la manometria anorettale finalmente e la farò giorno 3 marzo.spero che da questo esame si evincerà il mio vero problema non vorrei mi verrà detto di fare ecografia anale,elettromiografia per il pubo rettale e rx tempi di transito intestinali,i ticket costano parecchio per la manometria 69 euro di ticket.spero davvero si veda il problema e mi diranno come fare a risolvere se occorre il biofeedback dove lo fanno e il costo delle sedute.io però sarò ripetitivo ma io sento come la carne intrappolata nel lume rettale la parte alta del retto,perchè devo adottare varie manovre per far uscire le feci che sono ferme nell'ultimo tratto del retto e se non lo faccio si induriscono le feci,in ogni caso anche quando sono morbide devo sforzare tantissimo con gli addominali proprio perchè sento un ingombro,so che sono ripetitivo ma i sintomi che avverto sono sempre questi e concentrati in questa zona del pubo rettale o zona pelvica,anche perchè mi disturba anche il pene l'erezione e l'urinare,mentre quando mi svuoto mi si rilassa il pene e urino tutta quella che non riesco a fare durante il giorno,l'unica cosa è che dopo ore di sforzi per evacuare e dopo aver evacuato a fatica anche se non tutta mi rimane il peso/dolore dentro il retto e sempre il senso di ingombro che mi impedisce anche di emettere gas dato che dopo tutte ste faticate mi si riempe anche la pancia di aria e non posso emetterla per via di sensazione di carne che mi occlude il canale rettale.ad ogni modo le scriverò l'esito della manometria non appena me lo consegneranno.penso lo rilasciano subito dopo l'esame no?o devo tornarci poi un altro giorno per il ritiro?ad ogni modo mi farò sentire ad esito alla mano.cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Ci contatti quando avrà avuto il responso manometrico.
Saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente
salve dottore..ecco l'esito della manometria ano-rettale:
sonda bel UDMA20MZ (4orifici elic. 1 cm.+ pall.distale)
studio morfologico L.C.A. (lunghezza canale anale)= 3,2 cm (v.n. 3,7 +0,5)
T.AB. (*)
(tono anale basale)= *50 mmHg (v.n.58+14) peak pressure= 91 mmHg
M.C.V.(*)
(massima contrazione volontaria)=+95 (TAB+40 mmHg)
STUDIO REFLESSOLOGICO
PRIMA URGENZA DEFECATORIA =60
COSTANTE URGENZA DEFECATORIA =80
MASSIMO VOLUME TORRELABILE =100
(riflesso inibitorio retto anale)= 50 ml(presente)
(riflesso cutaneo anale)=presente
balloon test=nNEGATIVO
CONCLUSIONI:
canale anale funzionale di lunghezza regolare.
tono anale basale nella norma in media circonferenziale ma ridotto in uno dei quadranti (cicatrice? sfinterotomia?) (*).
efficiente l'attività sfinterica esterna per ampiezza e durata della contrazione volontaria raggiunta.
lo studio dei riflessi evidenzia la regolare presenza degli stessi con una riduzione dei valori soglia alla distensione rettale (proctite?).
possibile dissinergia rettoanale meritevole di conferma defecografica (BT NEGATIVO).
utile rettoscopia.
dottore mi dica,cosa ho?io sto davvero uno schifo,dentro il retto ho tutti questi similpolipi,una graffetta metallica e soprattutto non evacuo se non dopo minimo 1 ora e mezza a stimolarmi col dito e dapprima feci dure poi anche morbide e un infiammazione tremenda .che devo fare?mi richiedono rettoscopia e defecografia..ma se le ho fatte poco prima..basta non ne faccio piu di queste sfide

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Proctite? Granulomi? Graffetta metallica? Nessuno di queste affezioni, costituisce causa di ostruita defecazione.
Queste potrebbero, ma con molta immaginazione, darle la sensazione di aver un ampolla rettale piena, il che giustificherebbe la presenza di un falso stimolo e la mancata evacuazione(non evacuo se non dopo minimo 1 ora e mezza a stimolarmi col dito e dapprima feci dure poi anche morbide) che avverrebbe solo dopo aver stimolato manualmente l'arrivo delle feci nel retto.
Resta da chiarire la dissinergia, questa comprometterebbe la defecazione al punto di dover svuotare manualmente l'ampolla nel momento in cui questa viene raggiunta dal materiale fecale.
Questo è quello che le posso dire a distanza.
Con questo esame alla mano ed i precedenti, esegua una visita di controllo proctologica.
Il collega che la visiterà saprà valutare ed indicarle, con le opportune priorità(risolvere la eventuale proctite, rimuovere endoscopicamente eventuali granulomi e clips), il percorso terapeutico.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente
salve dottor d'oriano..l'intervento come ricorderà fu fatto 1 anno fa ormai..i sintomi che avveo prima li ho mantenuti sempre..in più..granulomi e graffetta metallica nel canale anale..a questo punto penso che..l'intervento fatto non è servito a nulla o che ho sempre avuto un pubo rettale..solo che..prima di operarmi alla defecografia..risultò invaginazione retto rettale del tratto distale e non pubo rettale..alla defeco fatta a ottobre 2013 quindi dopo l'operazione..risultò problemi al pubo rettale..vorrei però precisare che in quest'ultima defeco mi fecero fare x sbaglio una pulizia con il selg 1000 e anzi io non ne presi 4 litri di acqua..ma nemmeno 2..potrebbe esser stato falsato l'esame da questo fatto?e poi..quindi dottore..questi similpolipi che sembrano essere granulomi che si sono formati dopo la starr..si possono togliere endoscopicamente con una rettoscopia? o devo fare un altra anestesia spinale e mini intervento?in linea di massima lei mi dice che alcuni granulomi si possono togliere con l'endoscopio della rettoscopia?poi la proctite sarebbe un infiammazione no?io ho gia in casa varie pomate come proctolyn,antrolin e anche pentacol..che in passato mi prescrissero diversi proctologi..per la proctite si usa uno di questi farmaci no?per la dissinergia invece..so già si può tentare col biofeedback..anche se ci credo poco..io il muscolo pubo rettale riesco a sentirlo e ho letto in rete alcuni esercizi di rilasciamento da fare..li ho anche fatti..ma non ci sono stati risultati,io mi sento infilare sempre il retto su se stesso e quando entro il dito nel retto il 90 %delle volte non trovo fecili ma dopo varie manovre riesco ad aprire lo sfintere interno e iniziano a uscire feci dure se faccio queste manovre dopo + di 24 ore..se invece le faccio ogni 24 ore..sono morbide ma con fatica infiammazione dell'ano dovuta anche ai granulomi e alla clips che ho e dal troppo sforzare per evacuare.a questo punto mi interessa di più togliere clips e granulomi..tanto per la dissinergia c'è poco da fare..anche se io il sospetto che oltre ai prolassiresidui riscontrati all'ultima defeco sia rimasta l'invaginazione e che magari non si sia vista alla defeco..infine alla manometria mi dissero..prova a spingere e far uscire il palloncino..completamente non si muoveva di un millimetro..e io lo sentivo era chiuso lo sfintere interno.in definitiva..oltre a fornirmi le risposte a quanto chiesto sopra gentilmente,vorrei chiederle..ma se invece prenotassi direttamente nel reparto endoscopico per la rettoscopia loro gli endoscopisti non sono in grado di rimuovere graffette e clips??la ringrazio infinitamente di vero cuore come sempre.cordialità.

[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
I granulomi ed eventuali clips residue possono essere asportati endoscopicamente.
È preferibile non richiedere una semplice rettoscopia, ma concordare con l'endoscopista l'asportazione.
Ma come in più occasioni le ho scritto: non creda di aver risolto il suo problema, di ostruita defecazione, con l'asportazione delle eventuali clips presenti e dei granulomi.
Il suo problema è funzionale e resta funzionale.
A risentirci.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente
Grazie mille dottore,domani mi recherò dal proctologo vediamo ne parlo con lui..se mi dice un piccolo interventino penso dirò che vorrei evitare e fare l'asportazione con rettoscopia..si ho capito perfettamente che togliendo queste cose che sono in principio d'ano per intenderci non risolvo il mio problema,penso io e lei ci siam capiti perfettamente anche a distanza il colon è un tubo e diciamo la "ristrettezza" non è proprio qui nell'ultimo tratto dell'intestino..ma un po più in alto di dove arrivo io a toccare col dito,è proprio così lo sento anche quando emetto aria si sente rumore come di un ostruzione e devo sforzarmi per farla uscire..una sensazione assurda..mi sento rammaricato perchè è una cosa molto invalidante e spiacevole per me..questo abbassamento del pavimento pelvico mi disturba anche il pene come le ho detto nei vari consulti e ora apprendere dopo tanti esami e 2 interventi che non c'è praticamenete nulla da fare e conviverci così è triste..diciamo l'unica terapia percorribile sarebbe la riabilitazione con biofeedback e che quasi sicuramente non risolverebbe molto.le posto questo video che ho trovato su youtube che descrive il mio problema esattamente,solo che io al momento non ho sangue e spero di non ne perde mai..lei conferma si tratti del mio stesso problema?https://www.youtube.com/watch?v=gfyLN0gusg4.cordiaità.

[#11] dopo  
Utente
salve dottore..non so se ha avuto tempo per leggere la mia ultima risposta..volevo aggiungere un dubbio..ma secondo lei i residui prolassi che si sono visti alla defecografia non posso influire la defecazione e anche il solo emettere aria?quando sto sul lato sinistro disteso un po sento liberare il retto..emetto anche gas qualche vota..in piedi sento tutto un abbassamento di carne prolassata,cmq,il proctologo che deve visitarmi è in un congresso..dovrebbe tornare giovedì..saluti.

[#12]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L'intervento di prolassectomia non è stato inutile, ma ha solo risolto uno dei suoi problemi: il prolasso rettale interno che impediva l' espulsione della feci. Ora resta da risolvere la dissinergia ed i probabili disturbi colitici( gonfiore, doloretti addominali, etc).
I granulomi, alla stesso modo con il quale vengono rimossi i polipi intestinali, possono essere rimossi senza anestesia e con l' endoscopio flessibile.
A risentirci dopo la visita.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#13] dopo  
Utente
Grazie mille..anche se triste e sconsolato dopo una vita ad avere disturbi al retto..non posso far nulla se non andare avanti e tentare di trovare una soluzione..lei mi ha aiutato molto come le ho sempre detto in tante occasioni qui..grazie a lei e ai suoi consigli nell'indicarmi il percorso diagnostico da fare..anche se piano piano..sono arrivato fin qui e cioè alla venuta alla luce la problematica..quello che però mi chiedevo e le ho chiesto in ultimo..era il referto della defecografia che oltre ad un problema del puborettale segnalava dei prolassi mucosi residui..e non ho capito se altro non sono che i granulomi o proprio prolasso mucoso residuo li in alto che mi impedisce di evacuare oltre sempre al fatto del puborettale che so benissimo cos'è..(cioè come una fionda che resta chiusa anzichè aprirsi) volevo solo capire questo discorso inerente ai prolassi mucosi residui evidenziati alla defeco.ad ogni modo spero qualcuno qui mi risolva una volta per tutte i miei problemi alla defecazione..mi sento tutto lacerato e ogni volta che devo evacuare è un inferno..ho 29 anni..e non ce la faccio davvero più..tutta la mia vita dedicata a "combattere"con problemi al retto e adesso ho altri problemi in famiglia e stando così non posso neanche aiutare mia madre malata di carcinoma all'ovaio operata e ora fa la chemio perchè si è evidenziato un noduletto al peritoneo di 1,5 cm.quindi voglio risolvere questo problema intestinale che me ne porta altri anche al pene e poter dedicarmi a mia madre senza fingere di star bene e soffrire maledettamente dentro.se non risolvo nulla davvero la contatterò e la verrò a trovare..mia madre vuole pensi per me e quindi fare il possibile per stare quantomeno meglio (dato che anche lei ha il cistocele,rettocele e tutto prolassato e ha i miei stessi problemi per defecare più o meno).grazie.cordiali saluti.

[#14]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"con visualizzazione di qualche prolasso mucoso. residuo rettale discreto."
Prolasso mucoso, punto, residuo rettale: non parla di prolassi mucosi residui, ma di residuo fecale nel retto, che definisce discreto e non attribuisce a questi (qualche prolasso mucoso) il mancato svuotamento rettale.
Non voglio assolutamente ritornare sui vecchi passi, si concentri sui problemi funzionali.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#15] dopo  
Utente
no no per carità lei è già stato fin troppo chiaro su tutte le risposte date in precedenza..io intendevo dire che ci sono sempre dei prolassi mucosi magari potrebbero influire?si il referto dice "discreto residuo rettale" ma se magari invece è da attribuire sempre a questi prolassi la mia difficoltà ad evacuare?e che non è mai stata corretta?il problema al puborettale si è visto solo alla seconda defecografia e non a quella prima di operarmi..e io ho gli stessi identici sintomi sia da prima che dopo essermi operato!questo non me lo spiego e tutti i medici che vedono le 2 defeco mi dicono..e beh..ormai pensiamo ad ora..!e ok ma allora non si capirà mai di questo passo se è solo il puborettale o anche i prolassi.ad ogni modo grazie sempre..le farò sapere cosa mi dirà il proctologo domani (sperando sia tornato dal congresso).anche se credo che nessuno saprà dirmi se la causa è tutta da attribuire al puborettale o ai prolassi o a entrambi.sempre cordiali saluti.

[#16]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dalla defecografia: sicuramente, non è legato ai prolassi.
Poiché parliamo di problemi funzionali (Sindrome intestino irritabile, Dissinergia), questi, possono in alcuni momenti, non essere documentabili.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#17] dopo  
Utente
ho capito!quindi anche il senso di tappo che mi sento e che mi impedisce anche l'emissione di aria e avviene un po meglio disteso sul fianco è sinistro è un fattore funzionale!e quindi essendo fattori funzionali non possono essere documentabili a gli esami diagnostici!diciamo che questa dissinergia del puborettale fa da vero e proprio ostruzione tanto che a volte con le digitazioni e varie manovre riesco ad emettere tutta l'aria che sento!di certo toglierò in qualche modo la graffetta e quanti più granulomi possibili e poi vedrò di poter fare un po di biofeedback anche se all'ultima visita il mio proctologo mi ha detto di non sapere dove facessero questa terapia..nella clinica dove lavora lui non ne fanno.quindi non saprei come fare per richiedere queste terapie..chi deve prescrivermele?un fisiatra?quindi occorre prima una richiesta per il fisiatra e poi sarà lui a prescrivermi le sedute?bohh..in ogni caso lei è mi ha spiegato tutto divinamente l'ammiro tantissimo!grazie mille dottor d'oriano!cordiali saluti.

[#18] dopo  
Utente
salve dottore..le porto una novità.vengo da una visita da un proctologo che opera solo col thd..gli ho mostrato tutti gli esami fatti..e mi ha visitato l'ano introducendo il dito..sa cosa mi ha detto??che le graffette col metodo starr non cadono..dice vengono assorbite altrimenti ti tagliano e che fai resti senza cuciture??ma è novità questa??gli dissi mi sono cadute tutte e ne è rimasta solo una..e mi dice no,non può essere..poi mi dice che i similpolipi che si vedono alla rettoscopia post starr..mi ha detto è un polipo il più grosso che si vede..io gli dissi si sono formati dopo la starr questi similpolipi che penso siano granulomi.cortesemente lei cosa mi può dire sul fatto della sutura?le graffette rimanogno dentro e vengono assorbite?altra cosa..per lui il puborettale non c'entra nulla e il biofeedback non serve a nulla e attribbuisce il tutto con ogni probabilità ai piccoli prolassi mucosi rilevati alla defecografia post intervento.ha concluso dicendomi che giorno 14 mi farà visitare da un suo collega che lavora a milano ed è più specializzato per queste cose..(ma che vuol dire?lui quindi non è all'altezza?)e se è il caso mi opererà con un metodo nuovo da sotto con punti riassorbibili..e mi ha prescritto..biotransit,debridat,pentacol e arvenum..tutte cose che io ho gia in casa e ho gia assunto ma non miglioro di nulla.ora di tutto questo io cosa ne devo prendere??io vorrei chiederle una cortesia..potrei mandarle in una sua email le immagini della rettoscopia?cioè farmi operare x peggiorare la situazione magari?che cosa devo fare?sono 6 anni che da quando ho fatto il primo intervento col milligan morgan io giro ospedali e dottori di continuo..ma si può??è normale?'e sono costretto acambiare sempre dottori perchè come ha visto anche dopo le operazioni non ho risolto..e per coloro che mi hanno operato sono apposto,quindi devo cercarne altri..cordiali saluti.

[#19]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non mi permetto di commentare e non voglio innescare polemiche con colleghi che non conosco e con i quali non è possibile confrontarsi.In ogni caso lei ha già tratto le dovute conclusioni.
Oggi non farò altro che ripeterle quello che in più occasioni le ho scritto: le clips cadono spontaneamente e non sono di materiale assorbibile, ma di titanio. Alcune clips possono restare adese alla mucosa tanto da essere visibili alla proctoscopia ed avvertite alla esplorazione digitale, in questi casi se sono fonte di irritazioni e di sanguinamenti , anche, occulti, è preferibile rimuoverle.
Tale rimozione, in alcuni casi, è possibile già al solo controllo proctoscopico con una semplice pinzetta attraverso lo stesso proctoscopio.
I granulomi, se realmente presenti e se realmente sono di dimensioni tali da creare problemi, possono essere asportati ,alla stessa stregua di neoformazioni polipoidi, con l' endoscopio flessibile ed in tale occasione sarà possibile anche rimuovere le eventuali clips visibili ancora adese alla parete(nel suo caso, se ricordo bene, è solo una)
Non faccio diagnosi o consulti su immagini.
Un ulteriore consiglio, in futuro, si affidi a colonproctologi esperti che eseguono le varie tecniche senza preclusioni ed esperti anche nel trattamento delle complicanze.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#20] dopo  
Utente
salve dottore,parlando anche con mia madre di quanto le ho scritto sopra,anche lei vuole che nel caso io non risolva nulla pur da 1 altro colonproctologo di venire da lei.domani credo parlerò con un altro proctologo vediamo cosa mi propone..e poi riferirò a lei tutto quanto.lei mi dice di affidarmi a colonproctologi esperti che sappiano usare tutte le tecniche e sappiano risolvere anche le complicanze..io qui a palermo non ne conosco!la cosa è alquanto triste e io sono davvero stanco lei è competente a 360 gradi e lo si vede dalle risposte e dall'animo buono che la contraddistingue.mi farò un viaggio e verrò a napoli da lei se non dovessi risolvere nulla anche stavolta.nel caso la contatterò telefonicamente se me ne darà la possibilità e vediamo di trovare un modo per venirci incontro anche perchè io li non avrei posto dove stare.le farò sapere.grazie.cordialità

[#21] dopo  
Utente
salve dottore.mi rendo conto posso passare per un folle sempre a scriverle..cioè è più di un anno che soffro!!il mio umore è a pezzi,cioè ma fin dove devo arrivare?lunedi ho avuto anche 1 po di sangue..da allora ho bruciore costante al retto e al perineo bruciore all'interno del pene che parte dal retto..ora per concludere mi vedo che spingendo per evacuare si vede nuovamente mucosa che tende ad uscire ed la parte dove è conficcata questa maledetta graffetta!ma perchè cavolo non me l'hanno tolta sta graffetta sei mesi fa?la sutura era già ben consolidata stesso discorso per i pseudopolipi..adesso uno è ingrossato.è giusto tutto questo?poi la gente si stranizza quando sente in tv ai tg di certi medici,io ormai non mi stranizzo più,tanto cosa importa ai medici?il paziente è quello che sta male e soffre non i medici.non voglio fare di tutta un erba un fascio,ma è possibile dirmi sempre che sono banalità le mie?ma certi medici andrebbero radiati e arrestati!se sono qui ancora a scrivere a lei è perchè ho ancora 1 po di fiducia in certi medici.adesso io che devo fare?non so più dove andare ne che fare..sono invalidato in queste condizioni!sia per i disturbi al pene che al retto, sono stanco di fare interventi,mi sento 1 cavia,conosco marea di nomi di malattie,di sintomi,farmaci che potrei fare io il medico a furia di documentarmi per cercare una soluzione.la mia adolescenza bruciata con questi problemi chi mela ridà?e quest'ultimo anno di inferno me lo ridà il proctologo che mi ha rovinato?tutti questi problemi che si sono venuti a creare ora probabilmente per colpa dei pseudopolipi e della graffetta non ancora tolta dato che mi punge..chi me li paga?nessuno!adesso io chiedo serio aiuto da professionisti seri!pure per togliere la graffetta mi sento dire dagli endoscopisti che mi fecero l'ultima rettoscopia.."se non l'abbiamo tolta allora,non la toglieremo nemmeno stavolta s farai l'esame e cmq prenotati perchè l'esame se ne parla verso settembre!"vado in ufficio prenotazioni..e mi dicono ottobre!io quasi speravo fosse uno scherzo in ritardo dell'1 aprile..ionon voglio più vivere così..adesso poi troppi bruciori..è un inferno..!rivoglio il retto liberoche avevo prima di operarmi..tanto non defecavo bene ne allora ne dopo questo intervento,ma almeno non si sarebbero formati questi pseudopolipi e sta graffetta conficcata!che devo fare?andare anche a pagamento per un arettoscopia e dire priam che pago..dovete rimuovermi tutte queste cose con l'endoscopio..e non dovete dirmi no!devo fare così? cioè non lo capisco perchè non me li vogliono rimuovere con l'endoscopio o in generale non vogliono rimuovermeli.bohhh.sogno di scrivere qui.."sa dottore,sto finalmente bene ho risolto" mi sa rimarrà solo 1 sogno.scusi lo sfogo..ma è l'unico medico che mi capisce e io più di chiedere a lei non ho altro da fare..la prego mi indichi lei cosa fare,cosa dire,da chi devo andare? i miei più cordiali saluti come sempre.

[#22]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se realmente questi sono i tempi di attesa?
Il consiglio è di cercare presso altre strutture ospedaliere palermitane o ASL di altra provincia.

Ma continuo a ripeterle che il suo problema non è rappresentato da questa graffetta e dai "pseudopolipi" e la invito a rileggere la replica #6

Lei non defecava bene allora e non defeca bene adesso per problemi funzionali.

La resezione del prolasso doveva servire solo a rendere più agevole "l'espulsione" del feci, ma solo quando queste erano giunte nel retto.

Il suo problema è che le feci nel retto non arrivano a comando o quando lei lo desidera, tanto è vero che lei usa digitarsi, per fare in modo che queste arrivino nel retto, non per espellerle(quando entro il dito nel retto il 90 %delle volte non trovo fecili ma dopo varie manovre riesco ad aprire lo sfintere interno e iniziano a uscire feci dure)
Quindi attento ad incriminare il chirurgo per i suoi problemi irrisolti.

Con questa mia risposta non intendo riaprire la discussione che ritengo chiusa già da tempo.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#23] dopo  
Utente
dottore io non ho mai voluto scriverle per capriccio o fissazione..io vorrei solo non aver più questi problemi.adesso la cosa più grave è il fortissimo bruciore dentro il retto che si irradia al perineo e sento come una goccia interna scendere dentro il pene e appena urino mi rimane residuo urinario e tira l'interno del retto..mai avuto un bruciore così costante,è da lunedi che sto così.saranno le digitazioni nel retto che hanno infiammato tutto?e siamo sempre la..le feci (diarrea ho avuto in questi giorni)..sono ferme nel retto stavolta introduco il dito nel retto e sono in principio liquide e morbidissime..ma non escono.sento come una lacerazione dentro l'ano.. e i disturbi al pene..assurdo!non ci posso stare mai tranquillo e senza problemi!cmq tengo a precisare che il bruciore e il peso costante sono nella parte di mucosa imprigionata ancora dalla graffetta..per questo penso influisca parecchio.la ringrazio sempre.cordialità.