Utente
Buonasera, vi scrivo perché sono alla trentatreesima settimana di gravidanza e da ieri mattina una emorroide indolore esterna che già avevo da qualche settimana mi si è trombizzata (in pratica è diventata dura al tatto e dolorante in qualsiasi momento). Ho avvertito subito il mio ginecologo il quale mi ha prescritto le punture di seleparina 0,6 (una al giorno) acaccompagnate da 5 applicazioni giornaliere di crema rectoreparil. finora ho fatto solo una prima puntura ieri sera, ma oggi continuo ad accusaremolto fastidio e dolore.. Faccio anche dei bidet con acqua tiepida e quando bagno la parte interessata provo già un piccolo sollievo. Volevo chiedervi: è corretta la terapia con seleparina? Le iniezioni di seleparina mi faranno sgonfiare il coagulo formato è se si, in media, in quanto tempo? C'è qualche altro accorgimento che secondo Voi dovrei adottare al momento? Vi prego aiutatemi perché il fastidio è immenso e nella mia condizione divento ancora più nervosa.. Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il suo stato di gravidanza ci limita dal punto di vista farmacologico e tutto quello che assume, deve essere confermato dal suo ginecologo. Deve comunque evitare di stare molto in piedi ed evitare la stipsi fondamentalmente con una dieta ricca di acqua e fibre.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Certamente Dottore. Devo dire che già da oggi va meglio, l'emorroide non è ancora rientrata ma la sua dimensione e il dolore sono diminuiti parecchio. Sono a riposo a casa ed evito quindi di stare in piedi,bevo molto. Ho solo notato un po' di sangue stamattina sugli slip, è possibile che le punture di seleparina abbiano rotto il coagulo e lo abbiano fatto sanguinare un po'??

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No l'eparina le diminuisce la possibilità del formarsi di altri trombi o il peggioramente degli stessi già formati.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza