Utente
Buon giorno,
Volevo un vostro consulto in merito alla mia situazione nel 2010 mi è stato diagnostica una ragade anale che tratto da allora con proctolin ed antrolin nonché con dilatatori.
nonostante mi sia stato.consigliata l operazione da parte di uno specialista in quanto cronica la ragade a suo avviso.
io l ho sempre tenuta la, un po per paura un po in quanto si infiamma raramente ... Principalmente comporta solo un piccolo fastidio e nessun tipo di sanguinamento.nessun dolore in fase di evacuazione solo un po di bruciore in caso diarrea.
La mia domanda è cosa rischio non operandola? Può la ragade evolvere in qualcosa di più serio come ad esempio una neoplasia? Voi cosa ne pesate? È molto sbagliata la mia scelta di non operare la ragade cronica? Occorre che io la faccia controllare periodicamente?
Grazie per il vostro aiuto
Saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Possibile fistolizzazione sottomucosa.
No!
Penso che l'indicazione chirurgica sia appropriata.
Controlli sono necessari.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore,
Come potrei accorgermi di una fistolarizzazione ?
Ora devo essere operato per una neoplasia testicolare ( sono sfortunato) successivamente mi muovero anche per questa ragade.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006

Potrebbe risolvere in una sola seduta entrambe i problemi.
Il trattamento chirurgico della ragade anale, anche se potrebbe essere necessario eseguire una anoplastica e non la sola sfinterotomia, non richiede tempi operatori lunghi.
Un in bocca a lupo.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dottore lo avevo proposto ma il chirurgilo ha detto che non era possibile perché avrei rischiato di infettare la protesi.
Ma è opportuno intervenire anche in assenza di dolore e sangue questo mi chiedevo... Onestamente mi basterebbe monitorare la patologia per non rischiare qualcosa di più grave ammesso che ciò possa accadere.
In questi 5 anni ho vissuto normalmente non provo dolore sono solo legato all uso del dilatatore e delle creme.

[#5] dopo  
Utente
Buonasera dottore
Appurato che l intervento è la strada migliore.
Può secondo lei l uso prolungato di prpctolyn ed antrolin nonché dei dilatatori portare conseguenze pesanti o effetti collaterali pesanti?
Al momento da 5 anni questa terapia mi consente dintebere a bada la ragade.
So di curare il sintomo e non la causa tuttavia volevo capire se e quanto possono" tirare avanti" in questo modo dato l altra patologia che ho decisamente più urgente.
grazie per la sua attenzione e se vorrà rispondermi
Saluti

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"Effetti collaterali pesanti" non direi.
Fino a quando la ragade non interferirà in maniera significativa con la qualità di vita.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#7] dopo  
Utente
Grazie dottore!
Allora risolta la mia neoplasia effettuero una visita di controllo per vedere che ragade "stia bene" e proseguito la "mia terapia" fino a quando non avro necessità di intervento.
La ringraziò per il suo tempo e la gentilezza.
Buona serata Dottore!
Grazie