Utente 383XXX
Salve sono una ragazza di 19 anni e sono ormai due mesi o poco più che strani sintomi si succedono l'uno dopo l'altro.... Questo è un periodo per me particolarmente stressante a causa degli esami universitari fin troppo frequenti... Tutto è cominciato con un episodio emorroidario che mi ha fatofatto preoccupare come non mai.... Da lì una costante paura per qualsiasi sintomo strano sentissi tanto che subito dopo una banale influenza iniziai ad avere un continuo senso di oppressione al petto e brividi di freddo che però non avvertivo se ero impegnata in facoltà.... Ora da due settimane ho mal di schiena nella regione lombare e dopo un viaggio in macchina durato non molte ore ho cominciato ad avere dolore anche nella zona coccigea.... Io pensavo che il problema fosse stato il viaggio ma il dolore continua ancora adesso e ho notato che non è specifico del coccige ma piuttosto della mucosa anale, è come se fosse interno e si riflettesse quindi sul coccige.... Ora, poiché per tre giorni sono arrivata perfino ad avere formicolii e intorpidimento alle mani che sono spariti da un giorno all'altro insieme ad altri sintomi non correlati come dolore alla gola, potrebbero essere anche questi sintomi della colonna dovuti a questo stato di ansia? Purtroppo non ho potuto ancora eseguire una visita dal medico di base e so che in questo modo non è possibile per voi dare un responso certo, ma vorrei semplicemente sapere un vostro parere per tranquillizzarmi un po'.
Infinitamente grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si tranquillizzi,
dal suo racconto rilevo un marcato disturbo d'ansia
e davvero nulla di rilevante sul piano proctologico.

Come è giusto ripetere
è sempre opportuna la verifica diretta del medico.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 383XXX

Grazie per la tempestiva risposta. Appena possibile effettuerò le visite dovute, nel frattempo ho notato che il dolore, assente durante la notte in cui ovviamente i muscoli sono rilasciati, aumenta soprattutto la sera, sia perché aumenta la tensione anche a livello dei muscoli anali sia per le ore passate sulla sedia. Ho letto che spesso si consiglia di eseguire degli automassaggi e in effetti massaggiando dall'interno lo sfintere anale il dolore si attenua per un po', mentre invece aumenta dopo aver defecato... Spero sia solo effettivamente un problema di tensione muscolare, nel frattempo mi sottoporrò ad una visita e vi aggiornerò sul suo esito.
Ancora grazie