Difficoltà a trattenere le feci

uongiorno. Ho 65 anni in menopausa da 15 anni, regolare con le funzioni intestinali. Da qualche mese mi capita ogni tanto di non riuscire a trattenere le feci. Appena sveglia in genere vado subito ad evaquare ma delle mattine non riesco a trattenere devo subito defecare . qualche volta che ho tentato di trattenerle ho avuto effetto contrario, esce da sola. non ho emorroidi ne ragadi ne fistole. Qualche volta questo inconveniente mi succede anche con le urine.gentilmente mi può dire a quali paologie è riconducibile questi episodi di incontinenza fecale? la ringrazio. Stefania Rocco
[#1]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.5k 300 2
Gentile utente, in menopausa queste problematiche riconducibili a forme di incontinenza si verificano con una frequenza maggiore, ma senza una visita proctologica con esami specifici, non si possono fare diagnosi avventate.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#2]
dopo
Utente
Utente
gentile dottore io ho fatto una visita proctologica, per questo ho scritto che non ho emorroidi e altro, mi hanno riscontrato un lieve prolasso rettale. un altro medico ha riscontrato oltre al lieve prolasso anche ipertono sfinteriale.Queste visite le ho effettuate un mese fà perchè di notte mi venivano all'improvviso forti dolori nel canale anale. Dopo queste visite non è che il quadro mi sia chiaro, anzi non solo non mi hanno detto perchè mi venivano questi dolori ma si è aggiunto questo problema dell'incontinenza. non frequente ma comunque preoccupante non sapendone il motivo.
[#3]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.5k 300 2
Gentile utente, il prolasso rettale può giustificare la sua sintomatologia, ma la sola visita non può stabilire l'entità del problema e se vi è una indicazione di correzione chirurgica, che deve sempre stabilita dallo specialista alla luce del l'esito degli esami commisurati con la clinica.
Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
e cosa dovrei fare?
[#5]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.5k 300 2
Vada da un proctologo esperto e si faccia rivisitare, ribadendo il peggioramento della sintomatologia e vedrà che le consiglierà il da farsi. Consigliarle degli esami senza una visita non è corretto, nè suggerire allo specialista che la visiterà gli stessi è un suggerimento adeguato.
Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
mi scusi un ultimo quesito. questo disturbo può essere la spia di una patologia tumorale?
[#7]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.5k 300 2
Se è stata recentemente visitata dallo specialista direi di no. Ma la persistenza dei sintomi imporrà eventualmente anche una colonscopia.
Saluti
Emorroidi

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, cause, cura, rimedi e prevenzione della malattia emorroidaria. Quando è necessario l'intervento chirurgico o in ambulatorio?

Leggi tutto