Utente 284XXX
Salve.come vedrete dai miei consulti sono passati diversi anni,ma come io già immaginavo non sarebbe cambiata la situazione.
La riassumo dicendo che non riesco ad evacuare nemmeno feci liquide,spesso ho le feci bloccate in ampolla e sono costretto a rimuoverle conil dito per poi introdurre clisteri d'acqua e sforzandomi fin quando non escono quantità abbondanti di feci anche liquide (dato bevo molto e mangio fibre)e maleodoranti.Sempre pancia gonfia,eruttazioni,peso appena sopra l'ampolla che scompare solo quando svuoto totalmente il colon di tutte quelle feci.Non capisco perchè non funziona come tutti il mio intestino??alcune volte riesco ad evacuare sforzandomi un po solo piccole quantità,il resto rimane "bloccata" e allora utilizzo clisteri d'acqua tiepida e dopo al solito mi passa il mal di pancia mi sgonfio un po e butto vie le feci.Ho trovato un altro consulto chiesto da 1 altra utente https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/22832-ipotonia-del-colon-da-abuso-di-clisteri.html e mi rivedo in pieno in questi sintomi.Ma perchè non riesco ad evacuare normalmente?perchè sto male se non mi libero con i clismi?cioè non posso non fare questa procedura perchè sto male tutto il giorno,non posso lavorare,non posso uscire e mangiare in compagnia perchè mi sento gonfio e peso come se devo evacuare.Un vero incubo che dura da troppi anni!ho perso la mia giovinezza per colpa di tutto questo,fino ad arrivare ad oggi a 33 anni che non so come finirà la mia vita,non so fin quanto potrò fare queste "procedure",non so più a quale medico rivolgermi che tanto tutti sottovalutano pensando basti assumere + liquidi e fibre..come se non lo facessi..boh..non so più che dire ne che pensare.Se avete davvero qualcosa di serio e valido da dirmi o soluzioni da propormi sarei ben felice di attuarle.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente
https://www.medicitalia.it/consulti/colonproctologia/400211-continuo-a-stare-male.html
Già si è discusso ampiamente dei suoi problemi e non leggo novità in questa sua richiesta.
Quello che abbiamo di "serio e valido" da dirle è di cercare la soluzione dei suoi problemi affrontando quello che le è stato precedentemente diagnosticato.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com