Utente 510XXX
Salve, innanzitutto vorrei chiedere scusa se questa non è la sezione giusta per questo tipo di domanda. Da circa tre mesi soffro di problemi di respirazione(il tutto è iniziato dopo i pasti, con una sensazione di pesantezza che dopo alcune ore passava). Adesso invece questa difficoltà respiratoria è difficile da spiegare, mi costringe ad effettuare respiri profondi e se non riempio bene i polmoni mi manca l'aria. In questi mesi ho effettuato numerose visite (cardiologo aritmia sinusale, holter 24 ore nella norma; gastrointerologo - gastrite cronica e cardias beante; visita tiroide appena rieffettuata e solo il tsh è 4.28 mentre gli altri valori sono nella norma; pneumologo, leggera forma di amsa che a detta del dottore non ha nulla a che vedere con i miei problemi) tre visite addominali dove nelle prime due è risultato un numeroso meteorismo che ha detta del dottore è di natura nervosa). Ho effettuato 5 rx al torace dove è risultato solo un micronodulo polmonare, per il resto tutto nella norma. Analisi del sangue nella norma. Ho effettuato anche due emogas in questi 3 mesi ma è risultato tutto positivo. Ho effettuato anche il test delle intolleranze alimentari ed allergeni ma è risultato solo quello agli acari della polvere (marcato giusto per). Evacuo tutte le mattine ma è alternato a fasi di feci dure e a palline a fasi di feci morbide e lunghe. Qualsiasi medico mi abbia visitato ha detto che ha 23 anni non necessito di nessuna colonscopia in quanto le analisi del sangue sono buone (in questi tre mesi l'unico valore sballato è stato il potassio a causa anche del dimagrimento che ho avuto visto che non riuscivo a mangiare a causa anche di una faringite cronica non curata e protratta nel tempo). Attualmente sto assumendo fermenti lattici da circa 3 settimane e rispetto al gonfiore passato adesso la situazione è molto migliore, solo che questa necessità di fare respiri profondi non mi abbandona. Vorrei chiederle se c'è qualche altro test per visionare l'intestino senza colonscopia. Inoltre dal test di calprotectina fecale è risultato 526(il gastrointerologo ha detto che questo esame è effettuato esclusivamente per infiammazioni intestinali e non per tumori, cosa che lui mi ha assicurato al 100 di non avere).Inoltre ogni tanto quando evacuo sento bruciore anale vedo striature di sangue sulle feci(sangue rosso vivo e anche sulla carta, ma il gastrointerologo mi ha detto che si tratta di emmorrodi). Premetto inoltre che anche nell'ospedale dove sono stato ricoverato mi hanno detto che non necessito di una colonscopia. Cosa posso fare e quali visite posso effettuare? In merito anche alla possibilità di essere intollerante al lattosio e al glutine? Inoltre anche se la mia sembra una domanda alquanto sciocca e banale ci sono persone che mi hanno detto che i miei sintomi (difficoltà respiratoria, stanchezza, meteorismo) sono sintomi di malattie come fibrosi cistica. Vorrei avere un parere. In attesa di ciò buona serata

[#1]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
A mio parere di esami ne sono stati fatti molti e,come sembrerebbe, senza alcuna positività patologica.Non sono riferiti quali esami fatti relativamente , eventualmente, ad intolleranza al glutine ed al lattosio (d es. per malattia celiaca,cioè intolleranza al glutine è frequente una multiforme familiarità e nel sangue altre ad anticorpi anti-endomisio-gliadina-transglutaminasi si ricerca anche la sequenza di D-Q,introdotta alcuni anni fa-anemia da carenza di ferro etc.).
La fibrosi cistica è una patologia multiorgano,importante,:la diagnosi è di competenza gastroenterologica ma quasi tutti i pazienti sono positivi dall'età neonatale o in anni successivi.
La diagnosi si basa sui dati clinici (interessa apparato respiratorio-pancreas) e di laboratorio eseguiti anche per identificare i portatori della malattia in famiglie dove un bambino risulti affetto (Analisi delle mutazioni della fibrosi cistica) oltre che altri di routine relativi alla malattia: il medico di medicina generale è di fondamentale aiuto.Non è specificato il tipo di alimentazione del paziente. Circa la presenza di sangue"rosso vivo" dopo la defecazione (si chiama ematochezìa) lo specialista ne ha già chiarito la causa: se persiste consiglio una visita proctologica +rettoscopia(non capisco se sia già stata fatta)Infine da pensare,a scopo didattico,anche ad un "colon irritabile",patologia più frequente di quanto non si creda "benigna" ma fastidiosa e della quale ad oggi non conosco una reale terapia medica mentre è di aiuto (NON RISOLUTIVO!)una corretta alimentazione.
Dr. paoloalberto brachi

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Innanzitutto la ringrazio per risposta in tempi brevi. Io fin'ora non ho mai effettuato né colon né retto scopia su detta dei medici che mi hanno controllato in questi mesi. In effetti il gastrointerologo mi ha detto di questa possibilità di colon irritabile, mi ha inoltre detto che qualora il test della calprotectina fosse ancora alto(da ripetere fra tre mesi) effettuer una colonscopia(anche se a detta sua e di tutti i medici non ne necessito affatto ;il gastrointerologo ha escluso crhon e anche altre problematiche palpandomi l'addome). Per quanto riguarda la fibrosi cistica ho capito quindi che non ha nulla a che vedere con me e mi scusi se le ho fatto questa domanda. Per quanto riguarda invece i test per le intolleranze io ho fatto quelli per gli allergeni e per gli alimenti ma non quelli da lei sopra citati. Diciamo che comunque ha ragione, di visite e congorlli ne ho fatti abbastanza(le ultime due la settimana scorsa, ovvero ecografia addominale dove tutto è perfetto ed rx dove non risulta assolutamente nulla). Ora mi rechero in un centro per prenotare queste analisi per le intolleranze per visionare che non ci sia nulla anche da questo punto di vista. Inoltre la settimana prossima mi visiterà un dottore di chirurgia addominalle nell'eventualità di una tac addominale per visionare meglio quel micronodulo.

[#3] dopo  
Utente 510XXX

Vorrei inoltre aggiungere che sono stato ricoverato per 8 giorni in medicina generale in un'importante ospedale, dal quale sono risultati solo quegli elementi precedentemente descritti(sindrome di Gilbert, ipotiroidismo cronico con tiroidismo subclinico con ths 4.28 mentre gli ormoni nella norma) per il resto analisi del sangue perfette, ho fatto analisi delle urine e delle feci per 3 giorni consecutivi e mi hanno riportato solo questo livello di calprotectina 526 che ha detta loro e del gastrointerologo risulta essere falsato dall'ulitizzo di inibitori della pompa protonica. Per il resto tutto nella norma. Mi scusi ancora per essermi dilungato abbastanza. In attesa di una sua nuova risposta le auguro una buona serata.

[#4]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
Sono pienamente d'accordo con il Collega gastroenterologo nel rivalutare(con molta calma ) calprotectina ed eventuale colonscopia.
Il consiglio di eseguire rettoscopia se persiste ematochezìa può essere utile ,ripeto,durante una visita proctologia: è un esame breve e leggermente fastidioso ma chiarisce direttamente alterazioni del retto(emorroidi,ragadi,proctiti etcc). Ripeto ancora:molta attenzione all'alimentazione ed adeguata idratazione durante il giorno.Un dietologo (eventualmente) può essere di aiuto ,vista anche la caratteristica delle feci. Le patologie rilevate durante il ricovero sono di lieve entità (io seguirei annualmente gli esami tiroidei+eco).
Dr. paoloalberto brachi

[#5] dopo  
Utente 510XXX

Intendo ringraziarla per il suo consulto che per quanto sia online è stato di prezioso aiuto e soprattutto anche rassicurante(ossessionato dalla paura di avere qualcosa di particolarmente brutto). Al più presto effettueró le analisi per verificare le intolleranze da lei citate, in accordo con il gastrointerologo fra 3 mesi ri effettueró il test della calprotectina fecale e lunedì che andrò da quest'altro dottore vedrò cosa fare per quanto riguarda la tac torace addominale(vorrei chiederle in merito a ciò se è dolorosa e se attraverso di essa è possibile visionare eventuali problemi a livello del torace e dell'addome, almeno per eliminare definitivamente qualsiasi problema più serio). Per quanto riguarda le analisi della tiroide la settimana prossima le effettueró in accordo cona dottoressa per tenere sotto controllo gli ormoni ed il tsh. Come sempre le auguro una buona giornata.

[#6]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
L'esame TAC (tomografia assiale computerizzata) è assolutamente indolore: in pratica sono"radiazioni" che avvolgono gli organi in esame dandoci una preziosa immagine anche di alterazioni all'interno di essi che,ad esempio,una ecografia potrebbe anche(dico"potrebbe" ) rivelare ma non precisare.
L'esecuzione può essere "DIRETTA" senza sostanze iniettate per via endovenosa oppure "CON MEZZO DI CONTRASTO" iniettato nella seconda fase dell'esame per endovena.Si tratta di una sostanza resa radioattiva che permette un più precisa visione di particolari patologici eventualmente presenti.Non sono in grado dai dati riferiti di quale TAC abbia scelto il Collega che l'ha richiesta. Stia tranquillo che non sentirà alcun dolore. Un cordiale saluto.
Dr. paoloalberto brachi

[#7] dopo  
Utente 510XXX

La tac richiesta è sia per analizzare il micronodulo parenchimale che ho al polmone, sia per analizzare meglio la zona addominale intestinale anche in via di una non esecuzione di colonscopia.

[#8]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
Ok ma la TAC è"con mezzo di contrasto" oppure "diretta"?Ho capito che era soltanto per precisazioni diagnostiche.Ogni medico sceglie l'esame in base a che cosa vuole ottenere come chiarimento.
Dr. paoloalberto brachi

[#9] dopo  
Utente 510XXX

Purtroppo questo non saprei dirglielo, in questi giorni che consulterò il medico saprò dirle con certezza.

[#10] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera gentilissimo Dottore. Oggi sono stato a consulto dal medico di cui le ho parlato e mi ha prescritto un paio di analisi da effettuare in questi giorni (avendo una scrittura strana sono riuscito a leggere solo una e mi sembra che c'era scritto VES). Inoltre mi ha disposto la ripetizione delle analisi per la tiroide in quanto lamento comunque questa difficoltà nel deglutire (per vedere se è colpa di un malfunzionamento della tiroide in quanto comunque mi ha detto che ho l'ipotitoidismo cronico con ipertiroidismo su clinico). Per quanto riguarda la tac ha detto che per il momento vuole aspettare, ha rivisto l'ecografia addominale che ho eseguito la settimana scorsa e anche per questo ha deciso di pazientare per il momento in attesa di queste analisi. Inoltre le ho parlato anche dei test inerenti alle allergie alimentari come grano, latte e via dicendo ma anche lui mi ha risposto che sarebbe il caso di effettuare analisi mirate alla celiachia, al glutine, al lattosio e lattulosio(che non ho ben capito cosa sia). In attesa di una risposta le auguro una buona serata.

[#11]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
sono d'accordo .
Dr. paoloalberto brachi

[#12] dopo  
Utente 510XXX

Come sempre la ringrazio per i suoi consulti. Un'ultima domanda dottore, ho notato che quando defeco si crea un alone sul fondo del water di colore giallo arancione. È qualcosa di preoccupante che necessita determinate visite oppure non è nulla di patologico?

[#13] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera gentilissimo dottore. Innanzitutto mi scuso per l'ora ma proprio adesso sono tornato da una visita otorinolaringoiatra. L'otorino ha escluso qualsiasi problematica a livello di gola fino all'inizio dell'esofago, ma parlando delle problematiche mi ha consigliato al più presto una visita neurologica, in quanto questa debolezza muscolare, questa compressione a livello nasale e delle tempie che avverto è di tipo neurologica. Ammetto che alle sue domande, alle sue prove di forza fisica e quant'altro ho avuto ed ho tutt'ora paura che possa trattarsi di qualcosa di particolarmente grave. Lei ha qualche consiglio da darmi? Inoltre tutto questo susseguirsi di eventi è collegato fra di loro ed ha un'origine neurologica? Come sempre la ringrazio anticipatamente e le auguro una buona serata.

[#14]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
Immagino che per quanto riguarda la tiroide sia stata eseguita anche un'ecografia(questo per completamento diagnostico) oltre ad esami ematici. Circa il parere dello specialista otorino è da seguire: il neurologo può contribuire a chiarire tali sintomi anche rilevandone l'assoluta benignità.
In relazione all'alone che è visibile nel water potrebbe essere soltanto "muco" intestinale (è molto simile al catarro espettorato durante un episodio di bronchite ma leggermente più su arancione): è un reperto frequente nelle alterazioni dell'alvo(feci dure-morbide-liquide etc..).Purtroppo nella quasi totalità dei laboratori di analisi non viene quasi più eseguito il "vecchio" esame chimico fisico delle feci:certamente non indispensabile ma qualcosa poteva contribuire a chiarire.
Dr. paoloalberto brachi

[#15] dopo  
Utente 510XXX

Assolutamente si, le analisi sono in merito anche al completamento dell'ecrografia tiroidea effettuata la settimana scorsa. Per quanto riguarda la visita neurologica domani chiamerò direttamente il primario di neurologia di una struttura privata e vedrò quanto prima di effettuare tutti gli eventuali accertamenti. Nel frattempo la ringrazio di tutto e le auguro come sempre buona giornata.

[#16] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera gentilissimo dottore. Ieri ho effettuato le analisi per quanto riguarda la tiroide e martedì saprò i risultati. Volevo farle una domanda:mi hanno effettuato emogasanalisi arterioso(due mesi fa) ed emogasanalisi venoso(tre settimane fa), ed entrambe le volte è risultato tutto nella norma. Volevo chiederle innanzitutto la differenza fra i due tipi di emogas e sopratutto se attraverso di esso è stato possibile ed è tutt'ora possibile escludere malattie polmonari e respiratorie(come fibrosi, ostruzione polmonare e via dicendo) e se è possibile escludere anche altre patologie visto che comunque i valori erano perfetti. In attesa di una sua risposta le auguro come sempre una buona serata.

[#17]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
L'emogasanalisi è un esame da prelievo di sangue arterioso,prevalentemente dall'arteria radiale o quando ciò risulti difficoltoso dall'arteria brachiale o femorale.
senza entrare in particolari specifici serve a valutare l'ossigeno,la CO2 ed il ph nel sangue ,allo scopo di rilevare la presenza di insufficienza respiratoria.
Il prelievo venoso non è, a mio parere particolarmente utile: si tratta di sangue che torna al cuore povero di ossigeno; è tuttavia di facile esecuzione.Viene comunque a volte richiesto per confermare alcuni parametri.

Se l'emogas arteriosa è negativa è,dunque,ovvio che non è presente un danno della funzione respiratoria.
Dr. paoloalberto brachi

[#18] dopo  
Utente 510XXX

Quella arteriosa è stata effettuata circa due mesi fa ed era assolutamente negativa. Quindi posso stare tranquillo sotto questo aspetto di malattie come quelle che le ho riportato su?

[#19]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
Direi di sì se non compaiono sintomi NUOVI a livello dell'apparato respiratorio:in questo caso può essere utile una valutazione globale pneumologica dallo specialista soltanto dopo il parere del proprio medico curante.MA SOLO IN QUESTO CASO.
Mi scuso se non rispondo sempre in tempi brevi ma ho molto poco tempo a disposizione; ritengo tuttavia utile questo servizio medico per cercare di far evitare ai pazienti,quando posibile, inutili"santoni" o terapisti del "nulla".
Dr. paoloalberto brachi

[#20] dopo  
Utente 510XXX

Assolutamente non si preoccupi di nulla, lei sta facendo già molto. Diciamo che i sintomi rispetto a due mesi fa sono migliorati, ed anche di molto. Inoltre a metà novembre ho effettuato anche una visita dallo pneumologo il quale non ha riscontrato nulla. Quindi ripeto, dal punto di vista respiratorio come malattie quali fibrosi, ostuezioni e via dicendo posso stare tranquillo. Inoltre fra poco andrò a ritirare l'esito delle analisi della tiroide, così la aggiornerò anche sotto quell'aspetto. Come sempre buona giornata.

[#21] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera dottore, intendo aggiornarla sulla situazione. Ho ritirato le analisi per quanto riguarda la tiroide ed hanno evidenziato un livello di tah di 4.510,che a detta dell'endocrinologa ancora non è da curare con l'utilizzo di farmaci appositi in quanto gli ormoni sono ancora contenuti nei livelli. Mercoledì prossimo inoltre avrò il consulto con il neurologo per cercare di analizzare meglio la situazione sperando che non ci sia assolutamente nulla di grave e di irreparabile. Per quanto riguarda la domanda sulla fibrosi cistica ho chiesto il consulto ad un mio amico che si è appena laureato in medicina ed anche lui ha detto che non pensa che nel giro di due mesi e mezzo possa comparire questa malattia (due mesi e mezzo fa effettuai l'emogas analisi arteriosa perfettamente nella norma;inoltre rivedendo anche l'rx al torace effettuato circa tre settimane fa anche lui ha detto che i polmoni sono assolutamente puliti, ma come detto in precedenza mi ha consigliato di effettuare una tac al torace per analizzare il micronodulo parenchimale che ho al polmone, evidenziandone la natura benigna in quanto calcificazione di una vecchia infiammazione). Come sempre le auguro una buona serata e se vorrà la aggiornerò sull'esito della visita di mercoledì.

[#22]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
Complimenti al collega neolaureato ( gli dica che ho ricevuto un avviso che in Svezia cercano medici....) .La tiroide richiede solo periodico controllo con esami ematici ed eventuale(preciso eventuale) ecografia.Per ora va bene così.Il nodulo parenchimale polmonare ha l'aspetto radiologico,come riferito, benigno e quasi sicuramente è un linfonodo attivato in corso di patologia(anche banale) respiratoria di difficile localizzazione temporale.La TAC forse serve a Lei per stare definitivamente più tranquillo:ma sono pienamente d'accordo.
Dr. paoloalberto brachi

[#23] dopo  
Utente 510XXX

Come sempre la ringrazio per la risposta esaustiva e tempestiva. Si, per quanto riguarda il nodulo più che altro è una precisazione di quanto già detto. Per quanto riguarda la fibrosi cistica diciamo che quella era una paura più che altro mia ma sul quale il amico neo medico mi ha rassicurato dicendomi che comunque se dall'emogas arteriosa, dalle rx al torace(sempre puliti), dal fatto che ogni qual volta sono stato a controllo ed il saturimetro segnava sempre 100 su 100(mai sotto i 98),sono tutti segnali di non presenza di ostruzioni a livello respiratorio (come bco, fibrosi polmonare, fibrosi cistica). Inoltre ha guardato anche la mia ecografia addominale e la prima cosa che si è assicurato di analizzare è il pancreas (non ho ben capito il perché) che comunque è perfetto, e con lui anche tutti gli altri organi. Come sempre le auguro una buona serata.

[#24] dopo  
Utente 510XXX

Salve dottore e buon pomeriggio. Mi scusi se la disturbo continuamente ma prima, mentre ricontrollavo le carte da portare domani al consulto con il neurologo ho ricontrollato anche i valori dell'emogas arteriosa fatta circa tre mesi fa, e ricontrollando ho notato che in realtà non tutti i valori erano nella norma,dove il ph era 7.496 e il pCO2 era 27.1.gli altri due valori fuori dalla norma erano pO2 107.8 e k 3.49, mentre ripeto, tutti gli altri valori erano perfettamente buoni. Se lei attraverso ciò sarebbe dirmi di più mi farebbe davvero molto piacere. Come sempre le auguro una buona giornata.

[#25]  
Dr. Paolo Alberto Brachi

20% attività
4% attualità
0% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
I valori sono leggermente alterati rispetto alla norma ( mi riferisco ai parametri usati nel nostro Ospedale e che,credo,condivisi).sicuramente a mio parere non sono u indice credibile di patologia respiratoria in quel momento importante.Un saluto.
Dr. paoloalberto brachi

[#26] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera dottore. Oggi ho effettuato il consulto dal neurologo il quale mi ha ascoltato tutta la mia sintomatologia, da quando è iniziata ad ora e dopo avermi visitato facendomi fare determinate cose(tipo la marcia sul posto) ha detto che per lui al 99.99% non c'è nessun problema di tipo neurologico. Mi ha detto di fare la risonanza a completamento della visita solo per avere un quadro definitivo e soprattutto di positività. Al dispetto di altri medici lui mi ha consigliato di riprendere l'attività fisica e di continuare un consulto con uno psicologo, anziché andare da uno psichiatra visto la mia giovane età e visto che dovrei assumere farmaci che comunque possono instaurare anche una sorta di dipendenza. Mi troverei molto più favorevole alla sua proposta e diciamo che sarà anche quello che inizierò molto presto. Però comunque ha detto anche lui di tenere sotto controllo la tiroide in quanto questa subclinicitá sta diventando clinica a tutti gli effetti. Per il resto effettuerò come da accordo con il gastrointerologo rieffettuerò il test di calprotectina fecale e sangue occulto(per evitare la colonscopia), dopo di che credo che abbia effettuato tutte le visite possibili ed immaginabili. In tutto questo vorrei ringraziarla per i suoi consulti e le sue delucidazioni anche perché ho sempre pensato al peggio. Le auguro una buona serata e soprattutto come si suol dire buona vita.

[#27] dopo  
Utente 510XXX

Salve dottore, rieccomi qui a contattarla nella speranza di una delucidazione che possa rassicurarmi rapidamente. Oramai credo che la mia situazione l'abbia compresa perfettamente e quindi possa farle domande dirette. È possibile che la mia possa essere un'infezione da botulismo? Anche perché ho notato che ho una palpebra(quella di sinistra leggermente abbasata rispetto all'altra). Ieri inoltre sono stato in ospedale in quanto ho avuto una forte rigidità con il collo(praticamente bloccato e vertigini durate molte ore). Questa mattina mi hanno effettuato una radiografia facciale (così mi sembra si chiami) per escludere una possibile cervicale. Infatti dalla radiografia non è emerso nulla di nulla, appare una leggera lordosi dovuta anche alla postura. L'ortopedico mi ha detto che nel momento in cui sento questa rigidità devo applicare cerotti che emanano calore per rilassare i muscoli. Inoltre ho notato che, ogni volta che esco fuori di casa ho un'alterazione della voce, come se diventasse più alta, accompagnata da un respiro sibilante in fase di ispirazione. Diciamo che fin'ora i medici che mi hanno visitato hanno attribuito tutto ciò ad uno stato ansioso (non credo che questo abbassamento della voce sia dovuto anche ad uno stato ansioso). Inoltre vorrei chiederle del perché questo accadimento in merito alla voce, nonostante visita orotino perfetta (le corde vocali sono perfette), visita neurologica senza nulla di particolare(ripeto, il neurologo ha detto che si tratta solo di forte stress), ma oltre a farmi fare 3 movimenti come marcia sul posto, toccare il naso con le dita, non ho visto particolari analisi in merito. Spero che anche su questo possa darmi importanti risposte e rassicurazioni anche se a distanza. In merito al botulismo credo che comunque le analisi del sangue sarebbero dovute uscire alterate e poi, ogni volta che hanno effettuato con il saturimetro la saturazione era sempre 100 su 100, o comunque un valore nella norma. Spero che lei possa diciamo indirizzarmi verso le possibili analisi e visite che posso effettuare per eliminare definitivamente qualsiasi dubbio. In attesa di ciò buona giornata.

[#28] dopo  
Utente 510XXX

Mi scusi se la ricontatto così, ma io nei mesi di maggio giugno ho assunto creatina in polvere acquistata su internet per utilizzo fisico (per migliorare gli step in palestra). Può diciamo quella sostanza avermi comportato una sorta di avvelenamento da botulismo? Premetto che comunque questo ebbe inizio esattamente 4 mesi e la situazione è migliorata rispetto a prima, ed anche di molto. (i valori della creatina ogni volta che ho fatto le analisi erano nella norma comunque).