Utente 526XXX
Da circa 1 anno e mezzo convivo con dei sintomi che definirei in modo metaforico "una maledizione" :
Nel corso di questo anno ho effettuato innumerevoli esami e indagini per cercare di capirne l'entità , a partire da ecografie fino a finire a colonoscopia , defecografia e chi piu ne ha piu ne metta . ho fatto decine di visite da decine di "specialisti" , ma ognuno di loro finiva con il seguire una via , che poi si rivelava non essere quella giusta .
Mi trovo dunque a chiedere il vostro aiuto per quantomeno cercare di identificare il problema , che ha reso la mia qualità di vita davvero mediocre .
Passiamo ai sintomi : difficoltà a defecare che induce ad uno stato di gonfiore , annebbiamento mentale , dolori addominali , dolori sciatici e nella parte bassa della schiena , eruttazioni ma non aerofagia , mal di testa , aumento di stati di ansia e di pressione , insomma , un mix davvero antipatico. tra tutti i vari metodi e medicinali provati , sono riuscito solo a capire che se , la mattina riesco ad espellere in maniera netta le feci , ne traggo beneficio , o che se resto a stomaco completamente vuoto , i sintomi restano al minimo . All'inizio mi ero indirizzato su delle intolleranze alimentari , e uscendo intollerante al lattosio , l'ho eliminato per circa 9 mesi , con risultati molto scarsi comunque però . Essendo fumatore , ho anche smesso di fumare , perchè a detta di alcuni dottori , essendo questa una forma di colon irritabile , tagliare sul fumo poteva portare beneficio , ma anche su questo , nulla di che . Premettendo che non ritengo essere una persona fondamentalmente ipocondriaca ,
non ho ne paura di qualcosa di "incurabile" come un tumore o altro , ma semplicemente sono davvero stanco di dover fingere di avere una vita normale quando non è assolutamente così . Le cose piu naturali diventano uno sforzo , come uscire con gli amici , andare a bere una birra in compagnia ecc . A 27 anni credo sia un po "prestino" per farsi tutti questi problemi . Per intenderci : per mesi ho sperato che uno degli specialisti che mi visitava mi dicesse qualcosa del tipo " il problema è "xxxxx" per risolverlo devi operarti e fare un taglio su tutta la parte addominale per rimuovere il problema ". Questa cosa non mi spaventa per nulla anzi sarei felicissimo di portare una enorme cicatrice per tutta la vita se in cambio questo risolvesse il mio problema.
Tra gli ultimi sintomi piu in evidenza , ci sono la consistenza davvero misera delle feci , che da mesi ormai sono molto piccole , a volte filiformi caratterizzate da uno sforzo enorme per un minimo risultato ogni volta che vado in bagno
Inoltre ultimamente lamento dei dolori anche sulla parte laterale dei glutei , non saprei se definirla sciatalgia ma , per intenderci , non riesco a dormire sul lato perchè mi fa male in quel punto,
Per concludere ringrazio in anticipo per le risposte, un qualsiasi indizio varrebbe il mondo per me , capisco che è come cercare un ago in un pagliaio. io lo cerco da un bel po

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza é difficile risponderle con chiarezza, ma a lei una diagnosi è stata fatta : Sindrome dell'intestino irritabile e quello che riferisce è compatibile con tale diagnosi.
Per questa patologia funzionale non è prevista chirurgia.
È una malattia funzionale dove è previsto, oltre alla terapia medica, ricorrere ad supporto psicoterapeutico.
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 526XXX

Grazie per la pronta risposta dottore .
Comprendo la difficoltà di diagnosi a distanza ,
per quello che vale , pare che appunto il colon irritabile venga diagnosticato , quando rispetto ai sintomi non viene rilevato nulla di anormale a livello organico .
Quindi seguendo questo filo logico (e mi riferisco soprattutto ai sintomi fisici ) per il colon irritabile con costipazione , lei (o qualche collega) ha qualche farmaco/cura/terapia soddisfacente che potrebbe consigliarmi ?
Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo! Sia io che altri colleghi, specialisti nel trattamento di queste malattie funzionali, abbiamo diversi farmaci utili nel suo caso, ma tramite questo mezzo non è possibile e non è permesso fare prescrizioni.
Il consiglio è di una visita specialistica Gastroenterologica/Colonproctologica per una rivalutazione della sua situazione e dei farmaci che hanno fallito.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com