Utente 561XXX
Buongiorno Dottori,
a seguito di una visita urologica mi hanno riferito che per risolvere un problema alla prostata dovrei "risolvere le emorroidi". Nel mio caso, ci terrei ovviamente a dare sollievo alla prostata, tuttavia le mie emorroidi, a parte un gonfiore anale che quando infiammato mi provoca difficoltà ad urinare, non sanguinano, non prolassano e non mi danno alcun fastidio. Volevo sapere se ci sono delle prassi concordate o dei protocolli che si seguono in questi casi per decidere se operare: mi hanno proposto una THD con pessia. Grazie
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, i problemi non sono proprio collegati, ma possono in qualche modo influenzarsi nell'acuzie. Riguardo alla necessità dell'intervento per la sindrome emorroidaria, comunque si faccia visitare da un proctologo, perchè è l'unico a dare un'indicazione chiara al trattamento chirurgico.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza