Utente 544XXX
Buongiorno,

Ho 31 anni e da circa 3-4 mesi vado avanti con un problema che mi sta facendo perdere la testa.
Sono sempre stato etichettato come persona con colon irritabile e mi ci ritrovavo abbastanza tranne in questo ultimo periodo dove ho perennemente difficolta ad andare di corpo, nel senso che sono abbastanza regolare ( ogni 1-2 giorni), ma quando finisco ho la sensazione di non essermi svuotato, quindi rimando in bagno anche se poi in realta' non esce piu' niente e la sensazione e' proprio come quella di un tappo nell'ano, nonostante ci metta tutta la forza che ho.
Al momento ho sempre la sensazione di avere qualcosa da spingere fuori (aria o feci), ma ogni volta che ci provo non succede niente, quindi a parte una defecazione imparziale al giorno non riesco mai a sentirmi libero. Un'altra cosa che ho notato e' che spesso nelle feci c'e' aria.

In questo periodo ho fatto 2 visite dal gastroenterolo, che mi hanno dato come cura Psyllogen che ho usato per 2 cicli da 21 giorni, senza risultato se non quelli che le feci sono piu' molli e quindi escono con molta facilita', ma il problema della sensazione di svuotamento incompleto rimane.

Guidato dallo stress di questa situazione e a volte anche per la sensazione di doverlo fare per aiutarmi a defecare, ho spesso infilato con un guanto e lubrificato un dito nell'ano, ma senza giovamento.

Una cosa che mi ha fatto tanta paura e' che poco sopra l'entrata dell'ano, ho un gonfiore simile a una palla che spinge proprio sul retto.
Cosa puo' essere? La prostata? O la vescica? Questa cosa mi ha metto parecchia ansia perche' sembra la causa di questa mia sensazione di ostruzione nel defecare e far fuoriuscire l'aria e nel fastidio che provo.
Mio padre soffre di ipertrofia prostatica, pero' io non ho nessun disturbo della minzione, e' sempre in grosse quantita' e il getto e' sempre lo stesso.
Martedi ho l'ennesima visita , pero' questa volta dal proctologo e con anoscopia, perche' questa palla gonfia che preme nel retto mi ha spaventato parecchio.

In attesa di martedi, potete dirmi qualcosa a riguardo? Un vostro parere?

Sopratutto su quel gonfiore che ho sentito col dito ( non saprei dire la grandezza, ma e' morbida al tatto, ma si sente guaramente non appena entra l'indice per 2-3 cm e si trova verso l'addome quindi davanti)

Scusate il papiro, ma da quando ho sentito questa palla non riesco a stare tranquillo

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
È possibile che, oltre alla sindrome dell' intestino irritabile, i suoi disturbi siano da attribuire ad un prolasso rettale interno.
Con la proctoscopia chiarirà. Chi la visiterà, se lo riterrà opportuno, potrà prescrivere ulteriori indagini per chiarire l'origine dei suoi disturbi( manometria ano-rettali, defecografia).
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 544XXX

La ringrazio innanzitutto per la sua celere risposta.

La cosa che mi faceva "strano" , se cosi' vogliamo dire, e' che il gonfiore non sembra parte dell'intenstino(o del retto), ma come qualcosa che da fuori spinge su di esso.
Probabilmente non essendo medico mi sbaglio, ma questa e' la sensazione che ho avuto.
Pero' da quel che ho capito , secondo la sua opinione la palla che prende sul retto e' in realta' un prolasso del retto stesso?
In tutti i casi martedi avro' la visita, in cui mi e' stato chiesto di fare 2 ore prima della visita 2 clima fleet(?).Essendo la prima volta che ne effettuo uno ho chiesto alla mia dottoressa che mi ha consigliato di farne solo uno, mentre il proctologo ne ha richiesti due. Secondo lei cosa e' meglio fare?

La ringrazio di nuovo per la sua attenzione

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Anche la prostata può improntare il retto, ma non crea problemi di defecazione o di aria.
Segua i consigli di chi deve eseguire l' esame.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 544XXX

Buongiorno,
Aggiorno il consulto a seguito della visita proctologica + anoscopia.

"All'esplorazione rettale ed anoscopia tono sfinterale normale, assenza di patologia del canale anali a parte una sospetta ipertrofia prostatica per l'eta' meritevole di controlla da parte di specialista urologo"

Purtroppo quello che sentivo era la prostata.
Il medico non mi ha tranquillizzato piu' di tanto, definendo la prostata "molto ingrossata" e che "a 30 anni non e' assolutamente normale avere una prostata grossa come quella di un 50enne".
Al momento sono un po' preoccupato, io non ho sintomi specifici per quanto riguarda la minzione, forse e' leggermente aumentato il numero di volte che vado in bagno ma penso di parlare di circa 5-6 volte in 24 ore.

So' che ormai non e' piu' la sezione adatta, pero' volevo sapere se a 31 anni e' possibile (secondo la vostra conoscenza generale) avere una patologia tumorale alla prostata?. La cosa che mi fa' preoccupare e' che io sono del tutto asintomatico e spero di non aver trascurato qualcosa di piu' grave.

Grazie per l'attenzione