Utente 504XXX
Salve , sono nuovo su questa piattaforma e intendo innanzitutto ringraziare coloro che presteranno la loro gentile attenzione alla mia problematica. Sono un ragazzo di 26 anni e vi scrivo perchè tra i vari problemi di salute con cui convivo abitualmente (depressione, ansia, cervicalcia , cefalea tensiva) cen'è uno che ultimamente mi arreca particolari sofferenze e disturbi tanto da rendere davvero poco piacevoli le mie giornate. Mi riferisco a delle abituali difficoltà di defecazione. Ai 12/13/14/15 anni non avevo difficoltà vere e proprie , se non un dovermi spremere un po in più (ma senza eccessivo dolore ) . Ricordo che in quell'età a volte commettevo lo stupido errore di trattenere le feci anche di fronte allo stimolo quando ero impossibilitato oppure quando stavo facendo qualcosa che non volevo interrompere. Il fatto di trattenermi col tempo non è più successo perchè capii che mi arrecava problemi di feci dure e di irregolarità nell'evacuare. Ho avuto e ho problemi di ansia e depressione che penso abbiano potuto influire in qualche misura, cosi' come per uno stile di vita sedentario che ho avuto proprio a partire da quell'età per 2/3 anni figlio del fatto che smisi di praticare attività sportiva regolare. Tornando al problema in se' ai 18/19 anni ho cominciato a volte a dovermi sforzare significativamente per far fuoriuscire le feci e ravvisavo spesso del sangue sulla carta igienica nonchè delle gocce nella tazza dopo l'evacuazione. E questo purtroppo è stato solo l'inizio , perche gia ai 21/22 anni ho passato periodi in cui era davvero atroce andare in bagno e oltre al sangue per un periodo dopo la defecazione fuoriuscivano dall ano come delle palline gonfie di carne( credo fosse un prolasso emorroidario) che puntualmente dopo essermi regolarmente igienizzato rimettevo dentro. Ricordo a volte di aver fatto uso di lassativi per via del fatto che sentivo di non riuscire a liberarmi completamente , ma non ne facevo uso troppo spesso per fortuna. Feci la colonoscopia ma venne esclusa qualunque patologia. Il mio medico mi disse che avevo dei fecalomi che a quanto pare devo aver espulso durante la preparazione al suddetto esame clinico. Detto questo verso i 22 anni ripresi l'attività sportiva e ho cominciato a fare palestra che ho interrotto ai 24 e ripreso da un annetto circa. In questo periodo mi è capitato di dovermi sforzare ma di meno rispetto al brutto periodo descritto poc'anzi. Ogni tanto vedevo comunque del sangue e lamentavo dopo la defecazione di dolori all ano oltre che brividi di freddo e debolezza (diverse volte ho dovuto prendere la tachipirina per togliere la febbre). Attualmente sto passando di nuovo un brutto periodo (stitichezza) e sento la defecazione ostruita. Sono costretto a stare tantonel bagno a sentire tanti dolori per poi riuscire ad espletare piccoli pezzi di feci. Sento come se mi sforzassi a vuoto, e ravviso forti dolori all'ano. C'è qualche esame o trattamento al quale potrei sottopormi per evolvere? Grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Inizierei da una visita specialistica colonproctologica.
Quello che riferisce sembra legato a più patologie ano rettali, con la visita chiarirà, sarà il proctologo, se lo riterrà necessario, indicarle eventuali esami strumentali.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com