Utente
Salve.
La scorsa settimana ho avuto i miei primi due rapporti anali (entrambi ben lubrificati e protetti).
La prima volta è avvenuta in maniera abbastanza tranquilla (anche grazie ad una mia naturale elasticità) e anche nei giorni successivi non ho avuto grossi fastidi.
La seconda volta è stata un po' più dolorosa (credo perchè l'ano era un po' irritato).
Già dall'indomani ho constatato un dolore all'orifizio pressoché costante che nei giorni si è fatto sempre più fastidioso, soprattutto quando sono sdraiato a letto la notte.
Se tocco l'ano, pur non palpando alcunché di strano, sento un dolore localizzato (come quello che si prova quando si tocca un livido) subito dentro lo sfintere, soprattutto a destra e, in maniera minore, a sinistra. Stessa cosa quando lo contraggo o quando evacuo.
Ultimamente a questo dolore si associa a volte anche del prurito.
Non ho avuto perdite ematiche (né durante né dopo i rapporti), ma mi è capitata la fuoriuscita sporadica di un po' di muco (anche se è qualche giorno che non si verifica più).
Non ho mai sofferto di emorroidi né di ragadi (anche perché non ho mai sofferto di stitichezza, anzi vado in bagno più volte al giorno), quindi non riesco a capire il perché di questi fastidi che durano già da quasi una settimana e non sembrano diminuire.
Sono un po' preoccupato...

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente potrebbe essere un disturbo post traumatico, ma per averne la certezza una visita proctologica si rende necessaria.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta celere, Dr.Sforza.
In attesa di essere visitato dal medico, ho comprato (sotto consiglio del farmacista a cui ho spiegato il problema) la crema rettale PROCTOSOLL con funzione antinfiammatoria e leggero anestetico, da iniettare tramite cannula nel retto.
Ho notato che nell'inserire la cannula non ho grossi fastidi; quando invece devo uscirla, ho un forte dolore a sinistra dello sfintere, come se ci fosse un'abrasione. Ma comunque non c'è presenza di sangue.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
A maggior ragione è importante la visita, specificando allo specialista ciò che è accaduto.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente
Oggi sono andato dal medico di famiglia a cui ho riferito tutti i sintomi.
Dopo un'esplorazione rettale mi ha detto di aver constatato una tumefazione della prostata e mi ha diagnosticato una prostatite, prescrivendomi:
- Topster 3mg supposte
- Ciprofloxacina 750mg compresse
- Bromefil compresse
Effettivamente, dopo l'assunzione di una prima supposta di cortisone, i sintomi (acuiti dall'esplorazione rettale) sembrano attenuati.
Secondo lei è una diagnosi plausibile? La prostatite può essere stata causata da qualche trauma durante il rapporto?
Nei prossimi giorni cercherò di farmi visitare da un urologo o da un proctologo, ma terrei comunque ad avere un suo parere.
Grazie

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La problematica non è chiaramente dipendente dal trauma, é necessaria la visita proctologica per escludere un problema dell'ano retto.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza