Utente 839XXX
Salve..
Ho 38 anni e sono quasi due mesi che soffro di questo problema della Ragade..
mi è stata diagnosticata una ragade anale sanguinante e nei giorni precedenti avevo avuto problemi di emoroidi, ma poca cosa visto che ci soffro raramente. Dopo una visita da un medico chirurgico mi è stato prescritta una crema la Propast da mettere due volte al giorno, una dieta ricca di fibre, un cucchiaio di olio di oliva a digiuno due volte al giorno, un sapone Anonet, 2 litri di acqua al giorno.
Ma dopo 25 giorni non avendo ottenuto grandi effetti positivi,
ho effettuato un'altra visita medica ma questa volta da un colonprocotologo, che visitandomi oltre ad aver di nuovo purtroppo riaperto la ferita (un po era migliorata) mi ha diagnosticato una ragade anale acuta, prescrivendo la pomata Antrolin la mattina e la sera per 20 giorni, applicando la Propast tra la mattina e la sera,
e ovviamente stessa dieta ricca di fibre e acqua.
Ora dopo circa 20 giorni sembra che qualcosa sia cambiato, il dolore
tipico della ragade dopo la defecazione è sparito,
però sono 2 giorni che ho un diverso tipo di dolore minore ma costante li dove dovrebbe esserci il cosiddetto polipo sentinella,
un dolore come se fosse infiammato, lo sento quando cammino o quando sono seduto, in pratica quando vado a sollecitare quella parte.
Volevo quindi chiedervi, è normale ? cosa può essere? cosa mi consigliate di fare oltre ad un altra visita medica? devo smettere con la pomata Antrolin e usare una crema antinfiammatoria?
Grazie.

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro Utente, non ho capito bene riguardo il polipo sentinella, comunque se perdura l'infiammazione le consiglio di eseguire anche una visita gastroenterologica.
Esami del sangue ne ha fatti?
Cordiali saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2]  
Prof. Silvestro Lucchese

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
GENTILE SIGNORE,
VEDO UN QUADRO CLINICO FRAMMENTATO E CONFUSO.
NEL SUO CASO PENSO SI POSSA TROVARE UNA SOLUZIONE REALE ANCHE SE RISULTA DIFFICILE ESPRIMERSI SENZA AVERE SVOLTO UNA VISITA SPECIFICA E DOCUMENTATA .
LE CONSIGLIO DI LEGGERE L'ARGOMENTO CHE LE INTERESSA NEL MIO SITO :
www.silvestrolucchese.it

DISTINTI SALUTI
Prof. Silvestro  Lucchese

[#3]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
probabilmente lei fa riferimento al nodulo sentinella, ed il fastidio che avverte potrebbe essere determinato da fenomeni cicatriziali in corrispondenza della ragade.
Tale quadro, se da un lato è da attribuire alla azione dei farmaci utilizzati, non credo possa far scomparire del tutto la sua ragade che, parlando da chirurgo e nella mia modesta esperienza, prima o poi penso potrà essere sottoposta ad escissione chirurgica.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#4] dopo  
Utente 839XXX

Salve..
Vi ringrazio per le risposte..
si io facevo riferimento al nodulo sentinella (ho letto da qualche parte che vieni chiamato anche polipo sentinella).
Non ho fatto ultimamente esami del sangue, l'ultimo un anno fa ed era
tutto regolare.

Con escissione immagino che voglia intendere asportazione, Dr Nardacchione, ma questo significa che questa sentinella non scomparirà
da sola quando anche la ragade sarà guarita?

Ieri mi è stato consigliato dal mio medico di famiglia di continuare la terapia con l'antrolin ancora x qualche giorno e arrivare cosi a 30 gg.
e di mettere sulla parte infiammata, quindi sulla sentinella, la crema
cicatrizzante Propast, e se il dolore è molto, prendere anche un Aulin
dopo pranzo. E oggi dopo che ieri ho messo in pratica i consigli, va meglio, il dolore è diminuito di molto.
sono consigli sbagliati ?



[#5]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Caro utente, quando le cose vanno meglio i consigli sono sempre giusti...
Prosegua la terapia come consigliato ed eventualmente ci tenga aggiornati.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica