Utente
Buonasera,
scrivo per un problema di defecazione ostruita, per il quale avevo già chiesto consiglio nei mesi passati. Riassumendo... i sintomi della mia stipsi sono l'incompleto svuotamento e le visite ripetute in bagno sempre con pochissimi risultati. A questo aggiungo, una o due volte la settimana, insopportabili crisi simil-occlusive con fortissime emicranie e vomito (dell'ultimo pasto tentato) che perdurano fino a che la tensione addominale viene alleviata, nel giro di circa 6 ore, dal parziale svuotamento dell'alvo. Assumo Resolor 1 o 2 mg quasi ogni giorno e 1 misurino di psyllium.
Così a seguito di visita proctologica e poi di manometria, ho iniziato una riabilitazione con biofeedback ed elettroterapia. Ho effettuato defecografia su suggerimento anche vostro - consulto precedente - la quale ha evidenziato:
"In situazione basale, giunzione ano rettale in posizione nei limiti della norma rispetto alla linea pubo coccigea. In contrazione, valida l'impronta del muscolo pubo rettale. In ponzamento, paziente continente. In evacuazione, lieve latenza dell'apertura del canale anale con persistenza dell'impronta del muscolo pubo rettale durante l'evacuazione e vuotamento frazionato con ricorso al torchio addominale, in un quadro compatibile con dissinergia addomino-pelvica. Non riconoscibili significative alterazioni parietali dell'ampolla. Cospicuo il ristagno baritato specie nelle anse sigmoidee a monte dell'ampolla rettale."

Mi chiedo: una frequenza di una volta a settimana delle sedute di b.f. può spiegare l'assenza di risultati positivi e qual è, nel caso, una frequenza più appropriata (data la severità della situazione)? Nei mesi estivi effettuavo anche autodilatazioni che aiutavano nell'immediato ma che ora sono inutili: le feci pur molli non escono se non in quantità minime e con ripetute visite in bagno, proprio come accaduto con il bario nella defecografia.
Ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! bisogna intensificare le sedute di Biofeedback.
Inutili le dilatazioni.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com