Utente 236XXX
Buongiorno,ho 32 anni , ho avuto due gravidanze una nel 2010 e una nel 2013. Da circa un anno soffro di problemi di ostruita defecazione. I sintomi stanno sempre più peggiorando,faccio molta difficoltà ad evacuare e devo molto spesso aiutarmi con lassativi per bocca, clisteri e devo ricorrere alla digitazione manuale. Nonostante ciò ho sempre la sensazione di non essermi liberata. Sto seguendo una alimentazione ricca di fibre ma ciò non modifica molto la mia situazione.
Ho eseguito una visita chirurgica dove mi è stato consigliato di eseguire una perineografia, esame che ho effettuato con il seguente esito:
"evacuazione prolungata con modesta ridotta apertura del canale anale; apprezzabile ampio rettocele anteriore con prolasso mucoso interno tendente all'invaginazione ampollo-ampollare. Non enterocele. Lieve cistoptosi. In fase minzionale rettilineizzato l'angolo vescico-uretrale posteriore con uretra di calibro e decorso normale"
Sono in attesa di ritornare dal chirurgo per la decisione del tipo di intervento chirurgico da effettuare, se una rettopessi ventrale in laparoscopia o un intervento per via anale.
Da alcune settimane ho iniziato ad avere delle fughe d'urina da sforzo e dolori durante l'evacuazione.
Ora gentilmente chiedo in base alla vostra esperienza quale tipo di intervento potrebbe essere più indicato?
Attendo una vostra risposta
Ringraziandovi porgo distinti saluti

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Difficile rispondere,partirei da una visita uroginecologica per il problema minzionale.La componente proctologica sembrerebbe indicare una soluzione chirurgica, forse perineale. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it