Utente 435XXX
Gentili dottori. Presento una serie di sintomatologie che cercherò di esporvi brevemente (comprendendo che non è possibile una diagnosi online) al fine di avere un consiglio relativo allo specialista al quale rivolgermi.
Tutto è iniziato circa due mesi e mezzo fa. Ho avuto un mal di gola relativamente forte ma che è durato pochi giorni. Poco dopo l'episodio si è manifestato un herpes labiale forte, ma non è la prima volta per me considerato che purtroppo saltuariamente si ripresenta. Purtroppo era solo l'inizio. Guarito l'herpes sono stato colpito da una forma di psoriasi guttata (diagnosi confermata da due dermatologi) medio forte su braccia, schiena e tronco. Ho sempre sofferto di una leggera forma di psoriasi sui gomiti , ma questa forma è differente e molto più estesa. Stranamente però non avverto né prurito ne' dolori. I dermatologi mi hanno detto che non c'è nulla da fare e di abituarmi a conviverci (la psoriasi guttata è scatenata da una infezione da stafilococco alla gola in genere, ma la vera causa è sconosciuta). Purtroppo successivamente si sono presentate anche delle emorroidi (patologia anch'essa che ogni tanto mi colpisce, ma in questo caso è piuttosto persistente). Inoltre credo di avere una disbiosi intestinale alternando momenti di stitichezza a diarrea, inoltre spesso trovo sangue vivo nella carta igienica e sento dolori e bruciori all'ano, probabilmente per le emorroidi. Il coloro delle feci a volte è marrone chiaro, a volte marrone scuro. Infine ho notato che oltre alle emorroidi nella zona perianale si sono formate delle escrescenze che, pur non essendo un medico, mi sembrano dei condilomi anali. Spaventato ho eseguito dei test di routine come got, alt, ves, emocromo, ecc ed inoltre dosaggio tsh e hiv (il secondo per paura generale derivante da ricerche su internet, non avendo rapporti omosessuali, ipotesi che naturalmente è riferita ai condilomi anali, non al fatto che solo gli omosessuali possano contrarre il virus) risultato tutto negativo o nella norma.
Il mio dubbio è se devo rivolgermi (considerata la vastità e generalità dei sintomi) direttamente a un proctologo o a un gastroenterologo? Che esami consigliate? Mi è venuto anche il dubbio che sia meglio rivolgermi a un immunologo perché in realtà tutto sembra ascrivibile ad una improvvisa alterazione del sistema immunitario che abbia attivato una serie di problemi dei quali in realtà ho sempre un po' sofferto anche se molto molto meno. Se aveste poi una possibile diagnosi ovviamente non potrebbe che essere ben accetta. Ringrazio e fiducioso di una risposta porgo sentiti ringraziamenti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la prima cosa da fare è una visita proctologica e poi innescare eventualmente gli altri accertamenti.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza