Utente 437XXX
Buonasera,

Volevo chiedere un parere inerente a un post-intervento per fistola sacro-coccigea.

In data 16/01/2017 mi sono sottoposta ad un intervento di fistola sacro-coccigea con anestesia spinale.
La fistola a detta del professore era molto profonda, ramificandosi fino alla natica destra.
Inizialmente il dottore ha messo dei punti, rimossi 3 giorni dopo data intervento per poi lasciare ferita aperta e farla guarire per seconda intenzione.
Ogni 2/3 giorni sono stata sottoposta a medicazioni di zaffaggio da parte del dottore e questo é successo con una regolaritá di circa 18 giorni.
In data 3 febbraio, il dottore mi ha assicurato una buona guarigione e mi ha detto di andare di nuovo a controllo dopo una settimana.
Siccome non ho ricevuto indicazioni su un'eventuale medicazione da fare, ho pensato fosse suo compito rimuovere la garza e cambiare solo medicazioni esterne per le quali abbiamo deciso di chiamare un'infermiera.
L'infermiera peró ha deciso di cambiare anche garza interna dicendo che doveva essere cambiata per evitare infezioni.
L'infermiera ha dunque cambiato garza interna ed esterna e mi ha detto che la medicazione doveva essere effettuata di nuovo dopo due giorni.
Sinceramente mi sono fidata, anche perché una settimana di attesa mi sembrava eccessiva considerando anche il cattivo odore e l'igiene.
Ad ogni modo dopo due giorni l'infermiera e' tornata e ha fatto lo stesso cambio. E' uscito del sangue e l'infermiera ha detto che ancora molto profonda e che cmq la ferita conteneva la garza intera.
Entrambi pero' sia medico che infermiera mi hanno detto che in una ventina di giorni sarei tornata alle mie normali attivita' lavorative.
Oggi sono andata di nuovo a controllo dal medico, il quale mi ha assicurato un forte miglioramento e di andare di nuovo a controllo tra una ventina di giorni.
Di solito la medicazione la fa lui, ma questa volta l'ha fatta fare all'infermiere, e lui ha come sempre minuziosamente controllato.
Questa volta non e' stato inserito zaffo interno, ma a detta dell'infermiere la garza e' stata solo appoggiata.
Per evitare confusioni ho chiesto all'infermiere che ha effettuato medicazione ogni quanto dovevo effettuare medicazioni e mi ha detto ogni due giorni per evitare cattivo odore, il dottore ha poi aggiunto che va cambiata solo esternamente (anche perche' zaffo non e' stato inserito).
Il mio quesito e' dunque questo: Perche' non e' stato inserito zaffo se la ferita e' ancora profonda? E' normale? Puó succedere?

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, quando si è stabilito che la ferita sta andando a guarigione senza problemi con il tempo, lo zaffo può essere evitato senza problemi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente 437XXX

Perfetto!

Grazie per la risposta

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Prego ed auguri
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente 437XXX

Dottor Sforza,

Volevo farle un'altra domanda.

É normale avvertire dolore in fase di guarigione?

Grazie

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si, l'importante è fare i controlli come le viene consigliato.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza