Utente 466XXX
Buongiorno, il 24 maggio scorso sono stato operato ad una ragade profonda con sfinterotomia e ragadectomia, già il giorno dopo l operazione l unico momento in cui non avevo fastidi era durante la defecazione (che sollievo!), solo che a luglio ho trattenuto lo stimolo perché non potevo andare in bagno e da lì sono sorti alcuni problemi, tra cui ho notato che se trattengo anche solo una volta lo stimolo, poi mi si crea un tappo che devo espellere sforzandomi non poco.
Da quella volta inizio ad avere sempre fastidio durante la defecazione, torno dal colonproctologo (lo stesso che ero sotto cura e che mi ha fatto l intervento) mi dice che si era creata una piccola piaga che curero con ozonia 10 fino a fine agosto, quando torno per la visita e il dottore mi dice che "il culetto è come quello di un bambino", riferisco che ho ancora lievi dolori, senza sangue e dice che entro dicembre passerà tutto.

Siamo ad oggi che ancora ho fastidio quando defeco e per delle ore a seguire se contraggono l ano, inoltre prima Dell intervento le feci non mi toccavano con le pareti dei glutei durante la fuoriuscita, ora si.

Vorrei cambiare medico e fare una visita da un altro specialista, secondo voi è possibile che a lui sia sfuggita qualcosa? O è normale che ancora sono i sintomi del post operatorio? Non mi spiego perché prima non avevo dolori durante "l'atto" ora invece si.

Grazie in anticipo per l attenzione

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
Se sono presenti ancora dei fastidi è opportuno ricontrollare, dopo tanti mesi difficilmente possiamo parlare di un ritardo di cicatrizzazione, probabilmente si è riformata una ragade.
Se la visita lo confermerà le sarà prescritta l'opportuna terapia.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 466XXX

Grazie Dr. D'Oriano per la sua cortese attenzione,quando andai per l'ultima visita il dottore curante,appunto,mi aveva detto che non avevo nulla,e che il dolore me lo sarei portato avanti fino a prima dicembre p.v.

Intanto pero' i dolori continuano ad esserci, non sono affatto passati. Non so che pensare.

tenendo presente che faro' un'altra visita da un medico diverso,a lei è mai capitato che dei pazienti le abbiano riferito come se l'ano fosse "decentrato" rispetto a prima?E anche casi in cui se si trattiene anche una sola volta si crei un tappo da espellere con un forte sforzo?

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Decentrato per esiti cicatriziali!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 466XXX

Ma questi esiti sono normali o anormali?

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sono esiti frequenti dopo interventi sull'ano, ma non sono da considerare normali.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente 466XXX

Ho paura che ne scaturiscono altri di problemi da questa situazione, caro dottore, esiste un albo per vedere i medici specializzati per poter fare un altra visita?
Ne cerco uno in calabria, dove risiedo, oppure a Matera dove lavoro.

La ringrazio ancora per la sua cortesia nel rispondermi.