Utente 141XXX
Buongiorno, in attesa della visita di controllo vorrei porVi alcune domande sul mio stato attuale ad 8 giorni dall’intervento di Sfinterotomia.... sono affetto da ragade anale ANTERIORE.... trattata 14 mesi fa senza successo con intervento di SOLA cauterizzazione,l. In questi 14 mesi la ragade non si è mai chiusa e produceva continuo liquido giallastro e purulento.... da qui la scelta di cambiare chirurgo che da subito ha optato per l intervento di Sfinterotomia+cauterizzazione della ragade.... ad 8 giorni dall’intervento continuo ad avere dolori importanti e abbondanti perdite di color rosso chiaro..... ripeto sono passati 8 giorni... è un quadro clinico preoccupante? L’apposizione di una garzina sulla ragade, per poter controllare le perdite, comprometterebbe la cicatrizzazione? Nel prossimo controllo posso proporre al medico l uso di un cicatrizzante che non mi ha dato dopo l intervento?? Sono disperato

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
E' possibile. In genere passa nel giro di qualche giorno. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 141XXX

Grazie Dottore..... adesso a 12 giorni, invece, le perdite sono gialle ed abbastanze dense.... la zona della ragade me la sento ancora un pó frastagliata e mi fa ancora molto male al tatto.....
queste perdite assomigliano parecchio a quelle perdite che avevo ante intervento e che non sono mai riuscito a risolvere il 14 mesi.... glielo chiedo per il semplice fatto da porre qualsiasi dubbio al medico quando andró a fare la visita di controllo.... è una cosa comune queste perdite gialle ( presumibilmente pus) e il dolore al tatto???

Grazie e saluti

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
si
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it